Il primo Kairòs a Susa dal 16 al 19 maggio

19 maggio 2012

I quattro giorni di ritiro Kairòs costituiscono una formula davvero unica, a partire dal nome greco che significa “tempo di Grazia“. Il Kairòs è un modo di adattare gli Esercizi Spirituali Ignaziani a ragazzi di diciassette anni, studenti di scuole dei Gesuiti. La caratteristica essenziale di questo ritiro sta nel fatto che esso viene “dato” da un gruppo di nove ragazzi ai loro coetanei. I nove leader sono aiutati da cinque inseganti, che hanno il ruolo di facilitatori dei processi di condivisione e preghiera del ritiro, ma non sono i “conduttori”.

Il Kairos è un ritiro che viene offerto al quarto anno dei Licei in tutte le scuole dei Gesuiti negli Stati Uniti. In Europa, da alcuni anni viene proposto in Polonia, Lituania, ed ora anche in Italia. Durante i giorni del ritiro i ragazzi scoprono la bellezza del silenzio, la gioia di condividere con compagni ed adulti il loro ricco mondo interiore, la riscoperta della propria relazione con Dio e la novità di poter vivere quattro giorni “scollegati” dal mondo, non avendo cellulari, iPod e orologi. Si tratta per i nostri studenti di una grande occasione per fare il bilancio della propria vita, lasciandone traccia in un diario spirituale che resterà loro come ricordo e suggello di questo momento importante anche per prendere decisioni future.

La “squadra” che ha dato questo primo Kairòs misto milanese-torinese, denominato Kairòs 1 MiTo, per la parte milanese era composta dagli studenti Fulvia Aymerito, Alberto Ballarani, Francesca Gennarini e Alessandro Taglietti. I docenti accompagnatori, validi compagni di viaggio, sono stati i padri Eraldo Cacchione e  Pierre Zanetti, la professoressa Francesca Argenti e il professor Michele Caprioli.

La gioia dell’esperienza vissuta traspare visibilmente dai volti dei partecipanti.

Per sapere di più sul ritiro Kairos vedi anche la pagina sul Kairòs nel nostro sito.

 

 

Bacheca Download