Una gita in Cina sulle orme di Matteo Ricci: perché?

20 giugno 2012

Alle famiglie delle attuali classi di 4^ anno dei Licei

Prot. 371

Oggetto: Una gita in Cina sulle orme di Matteo Ricci: perché?

 

Gentile Famiglia,

Vi scrivo in questi primi giorni di vacanza per annunciarvi che l’anno prossimo la visita di istruzione della maturità prenderà una forma ed una fisionomia del tutto diversa dal consueto. Nella prima settimana di novembre, precisamente dal 2 al 10, proponiamo infatti ai Vostri figli un viaggio di istruzione a Pechino, insieme agli studenti di alcune altre scuole dei Gesuiti in Italia.

Si tratta di una proposta di eccellenza che raccoglie in sé più finalità: scegliere una meta che abbia un particolare valore storico, sociale e spirituale; avanzare un sempre maggior numero di proposte di attività in rete con le altre scuole, sulla scorta delle esperienze di scambi, settimane bianche ed altre esperienze spirituali già sperimentate con successo; offrire ai Vostri figli reali occasioni di apertura al mondo. La scelta della Cina risponde a tutti questi criteri, come già sperimentato tre anni fa, raccogliendo unanime entusiasmo.

Questo Paese, con la sua crescita economica inarrestabile e le sue grandi contraddizioni, oggi è considerato il luogo-chiave per capire come e dove il mondo si svilupperà in futuro. Peraltro la Cina è luogo di elezione per i Gesuiti che, con padre Matteo Ricci, ebbero qui il culmine del proprio anelito missionario e del proprio stile di missione basato sull’annuncio del Vangelo attraverso l’inserimento del messaggio cristiano nella cultura e nelle tradizioni locali. Matteo Ricci a tutt’ora è l’unico occidentale la cui tomba sta all’interno del cimitero recintato dentro il palazzo dell’Imperatore, a Pechino. Ma Matteo Ricci vuol dire anche la rinascita dell’astronomia, lo sviluppo della matematica, la scoperta dei riti cultuali tradizionali, insomma l’ingresso in un ‘mondo’ a noi sconosciuto attraverso la mediazione della cultura.

La visita a Pechino intende ripercorrere le orme di Matteo Ricci attraverso la scoperta dei luoghi classici di questa città e dei suoi dintorni; tra le altre cose, è previsto un ricevimento in Ambasciata e la visita all’Istituto di Fisica.

Non ultimo tra i fini di questa visita, che coinvolgerà più collegi, c’è la speranza della nascita e coltivazione di amicizie profonde anche con ragazzi al di fuori della propria classe e della propria scuola, in vero spirito ignaziano di internazionalità.

Come potete comprendere il progetto è impegnativo e, per questo, dobbiamo anticipare i tempi; perciò qui potete scaricare il adesione_previa_CINA, che dovreste cortesemente compilare e inviare via mail o consegnare in Segreteria entro lunedì 25 giugno.

RingraziandoVi per l’attenzione, Vi saluto cordialmente

Il Rettore

Prof.ssa Gabriella Tona

 

Bacheca Download