Il punto sull’EXPO

30 marzo 2013

Martedi 26 Marzo 2013 i ragazzi dei Licei dell’Istituto Leone XIII hanno avuto il piacere di incontrare il dottor Giuseppe Sala, amministratore delegato di Expo 2015, che ha parlato nell’Auditorium della scuola.

Sul sito di EXPO 2015 e sulla pagina Facebook dell’EXPO potete leggere un rescoconto dell’intervento e vedere alcune fotografie.

il dottor Sala parla agli Studenti dei Licei

Il dottor Sala parla agli Studenti dei Licei

Anche la nostra studentessa Chiara Stante di II Liceo Classico ha scritto una sintesi dell’incontro che Vi proponiamo:

“Per la prima volta è stato possibile conoscere fino in fondo quale sia la realtà di Expo e come la nostra città si stia preparando. Tutti quanti abbiamo mostrato grande interesse e partecipazione, dal momento che attraverso le parole del dott. Sala siamo diventati noi stessi testimoni di qualcosa che darà un volto nuovo alla nostra città.

La conferenza ha trattato vari temi. Con molta abilità ci è stata illustrata brevemente la storia di Expo, iniziata nel lontano 1851. Con l’Esposizione del 2015, che si svolgerà dal 1 maggio al 31 ottobre 2015, si stima che giungeranno a Milano 20 milioni di visitatori da tutto il mondo, che approfitteranno dell’evento per conoscere altre realtà del nostro Paese.

Attraverso slide e alcuni video, il dottor Sala ci ha illustrato il modo in cui Milano si sta preparando. Ci ha mostrato il sito espositivo a forma di “pesce”, all’interno del quale verrà sviluppato il tema centrale di Expo 2015: Nutrire il pianeta, energia per la vita. Tema attuale che pone una serie di interrogativi: come assicurare cibo a tutti gli abitanti del Pianeta? Come garantire che questo cibo sia sicuro?

Nell’area di Expo saranno allestiti i padiglioni, ciascuno dei quali non raggrupperà i Paesi in base alla provenienza, ma in base ai cibi: ci sarà ad esempio il padiglione del riso, quello del cacao, quello del caffè e così via. In tutti ci saranno delle zone di ristorazione dove sarà possibile assaggiare gli alimenti tipici delle località di provenienza.

Il padiglione centrale, naturalmente, sarà dedicato all’Italia.

Con il dr. Sala, da sin. gli Studenti Michele Calliari, Chiara Stante e Stefano Ramella

Con il dr. Sala, da sin. gli studenti Michele Calliari, Chiara Stante e Stefano Ramella

Anche per i più piccoli, Expo 2015 ha fatto del suo meglio. Da qui nasce l’iniziativa geniale del Children Park, all’interno del quale, attraverso esperienze sensoriali e laboratori multimediali, i bambini
potranno venire a contatto con il mondo del “food” e conoscere realtà culinarie anche estere.

Al termine della presentazione abbiamo rivolto alcune domande al nostro ospite, riguardanti il rapporto di Expo con la politica e la città; la destinazione delle strutture di Expo a conclusione dell’evento; il contributo che la scuola potrà dare ad Expo e i benefici che ne potrà trarre”.

 

Chiara Stante, II Liceo Classico

 

 

“Digito quindi sono”: le relazioni corrono sul web

28 marzo 2013

Il 26 marzo presso l’Istituto Leone XIII si è tenuto uno degli incontri dei “Martedì del Leone” sul tema “Web psychology”; sono intervenuti Gabriella Pravettoni, ordinario di psicologia cognitiva dell’Università degli Studi di Milano, e Carlo Strati, docente di disegno e storia dell’arte presso il Leone XIII.

Paragonando passato e presente, la prof.ssa Pravettoni ha illustrato come la tecnologia abbia cambiato il nostro modo di vivere e di interagire con gli altri: poter avere un’informazione immediata o poter scrivere una email veloce e gratuita ha modificato la nostra routine quotidiana. Se da un lato questi cambiamenti hanno facilitato le nostre vite, dall’altro hanno portato all’emergere di atteggiamenti e comportamenti nuovi non sempre positivi, soprattutto tra i giovani, i più influenzabili dai nuovi mezzi tecnologici.

Il rischio più grande è quello di confondere la realtà “reale” con quella “virtuale”: dietro lo schermo di un computer o di un telefono, una persona può sembrare un’altra perché è “quel che digita di essere” e, se smette di digitare, perde la sua identità. Internet, i social network, l’applicazione di messaggistica gratuita WhatsApp, sono strumenti che danno la percezione di essere sempre e comunque connessi, non solo con i propri amici, ma anche con persone con le quali, spesso, si sono scambiate solo poche parole. Si perde il sano bisogno di stare soli davvero, di riflettere su di sé, a favore di una condizione in cui si è “soli insieme”: l’illusoria percezione di essere sempre in contatto con altri e la paura di “perdersi qualcosa” della realtà virtuale ci tiene incollati ad un dispositivo, il cellulare, che diventa come un’appendice del nostro corpo. Si è perennemente connessi ad una rete per l’idea del “condivido quindi sono”: se un’esperienza che si sta vivendo nel momento non viene condivisa subito, allora non la si sta vivendo davvero.

Senza arrivare a casi estremi di completa alienazione dalla realtà vera (gli Hikikomori, ad esempio) anche noi, seppur inconsapevolmente, ci adagiamo nella comodità della realtà virtuale: grazie alle email si può ragionare sulla risposta, nei social network si può mentire su se stessi, non rispondendo ad un sms si può chiudere una conversazione. Ma è bene ricordarsi che l’80% della comunicazione è non verbale e le incomprensioni, sulla rete, sono molto frequenti.

Con i nuovi occhiali iper-tecnologici potremo collegarci alla Rete, realizzare e condividere filmati o foto senza bisogno di cellulare o pc

Con i nuovi occhiali iper-tecnologici potremo collegarci alla Rete, realizzare e condividere filmati o foto senza bisogno di cellulare o pc

Se ancora qualcuno non si fosse sentito chiamato in causa, basti pensare ad un’altra caratteristica della tecnologia: il multitasking. Si può ascoltare la musica, cercare su internet un’informazione, rispondere ad un sms e contemporaneamente bere anche il caffè: si riescono a svolgere queste quattro azioni senza problemi, ma è solo un’illusione. Il multitasking non esiste e non permette di elaborare per intero le quattro azioni: tra il caffè, la musica e l’ sms, l’informazione cercata su internet non verrà ricordata e col tempo svolgere più azioni insieme comporterà un deficit di memoria e di attenzione. Interessante ma anche preoccupante è Google glass,  un esperimento della Google che consiste nella produzione di occhiali da vista che mostrino uno schermo di computer nelle lenti e permettano di scattare e condividere foto: sarà veramente un aiuto o porterà solo a regredire nell’apprendimento?

Le perplessità su un certo uso degli strumenti tecnologici sono messe in evidenza anche dal prof. Strati, che teme l’instaurarsi di relazioni distorte tra i ragazzi.

Naturalmente la tecnologia non è completamente da condannare; a patto che la si sappia utilizzare bene, è uno degli strumenti più utili della nostra epoca. La possibilità di accedere facilmente alle informazioni, di poter comunicare o di poter condividere esperienze è, anche a livello di relazioni umane, un grande passo avanti.

Bisogna cercare di non farsi prendere la mano, ricordarsi che internet è accessibile a chiunque e che memorizza tutto: per i ragazzi, “siate lungimiranti”, perché quello che pubblicate oggi sarà visto anche domani, dal vostro datore di lavoro, e non sia mai che una foto su Facebook vi rovini il futuro.

 

Daria Pasqualone, V Scientifico A

Colloqui con il Coordinatore Didattico della Scuola Secondaria di I Grado

26 marzo 2013

Famiglie studenti classi Quinte Scuola Primaria

 

Prot. 130

 

Oggetto: Colloqui con il Coordinatore Didattico della Scuola Secondaria di I Grado

 

Gentili Famiglie,

 

com’è consuetudine, nel prossimo periodo desidero incontrare i genitori di tutti gli studenti della Scuola Primaria del Leone XIII che risultino iscritti presso il nostro Istituto per il primo anno della Scuola Secondaria di I grado nell’anno scolastico 2013-2014.

 

Ho conosciuto i Vostri ragazzi durante la fase di orientamento interno, incontrandoli nelle loro aule e accompagnandoli nelle giornate di “scuola aperta” per un primo contatto con l’ambiente e le persone che il prossimo anno si troveranno a frequentare. Con la loro vivacità dimostrano il desiderio di crescere e di essere messi alla prova nello sperimentare il modo dei “grandi”, con i quali hanno condiviso un’intera mattinata di attività.

Sappiamo tutti molto bene che quella che stanno per vivere è una fase importante e delicata della loro storia scolastica e umana; il “gradino” che verrà richiesto loro di salire impone da un lato qualche fatica e qualche sforzo, ma dall’altro è fondamentale perchè essi si rafforzino nel loro processo di crescita e perché apprendano ad affrontare le difficoltà con coscienza e volontà, ma soprattutto senza ingiustificate paure.

 

Sono convinto che sia fondamentale incontrarVi per poter migliorare la conoscenza di ciascuno dei ragazzi e del percorso scolastico ed educativo che hanno compiuto sino a oggi, e sono certo che sarà un’ottima occasione di confronto aperto e costruttivo sulle prospettive pedagogiche che la Secondaria di I Grado propone.

 

So anche che le Vostre aspettative sono legittimamente molto alte, e che ognuno di Voi potrebbe avere in serbo mille domande e mille richieste; ritengo tuttavia che gli incontri possano essere davvero utili se ci concentreremo essenzialmente sulle caratteristiche e sulle peculiarità dei vostri ragazzi, che, non dubitatene, rappresenteranno poi uno dei punti di riferimento fondamentale quando mi dedicherò alla formazione delle classi. Proprio per questo sarà mia cura, verso la fine dell’anno scolastico, incontrare tanto le insegnanti titolari quanto le specialiste per raccogliere il loro punto di vista e tutte le indicazioni che mi potranno dare su ciascuno dei loro studenti dopo cinque anni di lavoro insieme, e che costituiranno per me elementi decisivi di conoscenza.

 

Per poter fissare gli appuntamenti (a partire dai giorni successivi alla pausa pasquale), Vi invito a contattare telefonicamente la Segreteria Didattica, la quale disporrà della mia agenda.

Nella prima metà del mese di maggio infine avremo occasione di confrontarci tutti in un incontro plenario, durante il quale Vi illustrerò nel dettaglio le attività e le eventuali novità organizzative previste per il prossimo anno scolastico (riceverete quanto prima la relativa convocazione via mail).

 

Certo della Vostra attenzione e in attesa di un Vostro riscontro, colgo l’occasione per ringraziarVi della fiducia riposta nel nostro Istituto e per inviarVi i miei migliori saluti.

 

Il Coordinatore Didattico

Prof. Antonio Bertolotti

 

Viaggio di istruzione in Friuli/Slovenia

25 marzo 2013

FAMIGLIE STUDENTI CLASSI III sezz. C, D ed E

 

Prot. 128

 

OGGETTO: Viaggio di istruzione in Friuli/Slovenia

 

Cari genitori,

 

prossimamente i ragazzi e le ragazze delle classi terze C, D ed E prenderanno parte a una visita di istruzione di cinque giorni, che rappresenta per loro l’ultima tappa di un insieme di proposte didattiche che da molti anni la Scuola Secondaria di I Grado del nostro Istituto offre.

 

Tali proposte hanno l’obiettivo fondamentale di garantire, nel corso del triennio, una prospettiva sul fare scuola e sullo stare insieme diversa dal consueto, nel rispetto di regole comuni e condivise per aiutare i ragazzi a percorrere in modo più ricco e stimolante il proprio cammino di crescita umana.

In questa direzione sono andati gli sforzi di tutti gli insegnanti coinvolti, ai quali va sempre il mio personale ringraziamento per essersi fatti carico di tutte le grandi responsabilità che ciò ha comportato e comporta.

 

Quest’ultima tappa, collocata tra LUNEDI 15 e VENERDI 19 aprile p.v. avrà come meta il Friuli e i luoghi della Prima Guerra mondiale in Italia e in Slovenia, e si prospetta come un appuntamento di notevole spessore, ricco di sollecitazioni spunti e attività, che consentirà tra l’altro di entrare in contatto con le grandi questioni, i drammi e le speranze che hanno agitato il Novecento europeo e che sono parte integrante della programmazione didattica di quest’ultimo anno di corso.

 

Sempre in stretta connessione con le discipline scolastiche, intendiamo offrire diverse occasioni per riflettere sul bene e sul male che l’uomo può compiere sempre, traendo dalla storia lezioni per l’oggi; da questo punto di vista, la visita rappresenta un ulteriore strumento per l’educazione integrale della persona al senso di giustizia ed alla pace cui siamo sempre sollecitati, come scuola della Compagnia di Gesù.

 

Tale proposta, perciò, non va intesa come una “gita finale” o una scampagnata durante la quale scaricare le tensioni dell’anno scolastico, bensì di un momento formativo forte integrato nell’anno scolastico stesso, nel quale, a fine ciclo, desideriamo investire molte energie e sul quale nutriamo notevoli aspettative.

 

Chiediamo quindi a tutti Voi genitori di leggere con attenzione la proposta complessiva del viaggio, descritta in dettaglio negli allegati e di aiutarci a condividere con i Vostri figli gli obiettivi e le prospettive dell’iniziativa che si accingono ad affrontare.

 

In calce al programma sono pure elencati gli aspetti tecnici dell’iniziativa, di cui vi prego di prendere attenta visione, rispettando nel modo più preciso possibile modalità e tempistica indicate di seguito, anche per darci modo di adempiere a tutte le incombenze burocratiche.

Tassativamente entro e non oltre LUNEDI 8 APRILE p.v. vi prego perciò di far consegnare al sig. Tiziano Modonato i seguenti documenti:

 

–               ASSEGNO non trasferibile a “Istituto Leone XIII” con la quota di euro 490,00;

–               SCHEDA di autorizzazione e di gestione delle emergenze (la trovate in calce alla presente comunicazione)

 

 Per tutti gli studenti che, alla data del viaggio, NON abbiano ancora compiuto i 14 anni di età:

 

–               MODULO della Questura di Milano – commissariato Sempione, debitamente compilato e firmato da entrambi i genitori (lo trovate in calce alla presente comunicazione);

–               FOTOCOPIA completa del documento di identità di entrambi i genitori;

–               FOTOCOPIA completa del documento di identità valido per l’espatrio del proprio figlio.

 

Sarà poi nostra cura provvedere alla richiesta dei relativi “atti di accompagno” validi per l’espatrio, così come registrare, come prescritto dalle recenti norme di legge, i dati del viaggio nell’apposita pagina sul sito del Ministero degli Affari Esteri, al link “Dove siamo nel mondo”.

 

Ricordo che è di fondamentale importanza che ogni studente per il viaggio sia fornito di:

 

–                      CARTA D’IDENTITA’ o DOCUMENTO DI IDENTITA’ valida per l’espatrio;

–                      TESSERA SANITARIA.

 

Nella convinzione che quanto Vi presentiamo possa incontrare il vostro favore, Vi invio i miei migliori saluti.

Qui potete scaricare:

AUTORIZZAZIONE_FRIULI_SLOVENIA

PROGRAMMA_FRIULI_SLOVENIA

Modulo_Questura_Slovenia

 

Il Coordinatore Didattico

Prof. Antonio Bertolotti

Viaggio di istruzione in Alsazia

25 marzo 2013

FAMIGLIE STUDENTI CLASSI III sezz. A e B

Prot. 127

 

OGGETTO: Viaggio di istruzione in Alsazia

 

Cari genitori,

 

prossimamente i ragazzi e le ragazze delle classi terze A e B prenderanno parte a una visita di istruzione di cinque giorni, che rappresenta per loro l’ultima tappa di un insieme di proposte didattiche che da molti anni la Scuola Secondaria di I Grado del nostro Istituto offre.

 

Tali proposte hanno l’obiettivo fondamentale di garantire, nel corso del triennio, una prospettiva sul fare scuola e sullo stare insieme diversa dal consueto, nel rispetto di regole comuni e condivise per aiutare i ragazzi a percorrere in modo più ricco e stimolante il proprio cammino di crescita umana.

In questa direzione sono andati gli sforzi di tutti gli insegnanti coinvolti, ai quali va sempre il mio personale ringraziamento per essersi fatti carico di tutte le grandi responsabilità che ciò ha comportato e comporta.

 

Quest’ultima tappa, collocata tra LUNEDI 15 e VENERDI 19 aprile p.v. avrà come meta l’Alsazia (con visita alla sede del Parlamento Europeo di Strasburgo), e si prospetta come un appuntamento di notevole spessore, ricco di sollecitazioni spunti e attività, che consentirà tra l’altro di entrare in contatto con le grandi questioni, i drammi e le speranze che hanno agitato il Novecento europeo e che sono parte integrante della programmazione didattica di quest’ultimo anno di corso.

 

Sempre in stretta connessione con le discipline scolastiche, intendiamo offrire diverse occasioni per riflettere sul bene e sul male che l’uomo può compiere sempre, traendo dalla storia lezioni per l’oggi; da questo punto di vista, la visita rappresenta un ulteriore strumento per l’educazione integrale della persona al senso di giustizia ed alla pace cui siamo sempre sollecitati, come scuola della Compagnia di Gesù.

 

Tale proposta, perciò, non va intesa come una “gita finale” o una scampagnata durante la quale scaricare le tensioni dell’anno scolastico, bensì di un momento formativo forte integrato nell’anno scolastico stesso, nel quale, a fine ciclo, desideriamo investire molte energie e sul quale nutriamo notevoli aspettative.

 

Chiediamo quindi a tutti Voi genitori di leggere con attenzione la proposta complessiva del viaggio, descritta in dettaglio negli allegati e di aiutarci a condividere con i Vostri figli gli obiettivi e le prospettive dell’iniziativa che si accingono ad affrontare.

 

In calce al programma sono pure elencati gli aspetti tecnici dell’iniziativa, di cui vi prego di prendere attenta visione, rispettando nel modo più preciso possibile modalità e tempistica indicate di seguito, anche per darci modo di adempiere a tutte le incombenze burocratiche.

Tassativamente entro e non oltre LUNEDI 8 APRILE p.v. vi prego perciò di far consegnare al sig. Tiziano Modonato i seguenti documenti:

 

–               ASSEGNO non trasferibile a “Istituto Leone XIII” con la quota di euro 510,00;

–               SCHEDA di autorizzazione e di gestione delle emergenze (lo trovate in calce alla presente comunicazione)

 

 Per tutti gli studenti che, alla data del viaggio, NON abbiano ancora compiuto i 14 anni di età:

 

–               MODULO della Questura di Milano – commissariato Sempione, debitamente compilato e firmato da entrambi i genitori (lo trovate in calce alla presente comunicazione);

–               FOTOCOPIA completa del documento di identità di entrambi i genitori;

–               FOTOCOPIA completa del documento di identità valido per l’espatrio del proprio figlio.

 

Sarà poi nostra cura provvedere alla richiesta dei relativi “atti di accompagno” validi per l’espatrio, così come registrare, come prescritto dalle recenti norme di legge, i dati del viaggio nell’apposita pagina sul sito del Ministero degli Affari Esteri, al link “Dove siamo nel mondo”.

 

Ricordo che è di fondamentale importanza che ogni studente per il viaggio sia fornito di:

 

–                      CARTA D’IDENTITA’ o DOCUMENTO DI IDENTITA’ valida per l’espatrio;

–                      TESSERA SANITARIA.

 

Nella convinzione che quanto Vi presentiamo possa incontrare il vostro favore, Vi invio i miei migliori saluti.

Scarica qui:

AUTORIZZAZIONE_ALSAZIA

PROGRAMMA_ALSAZIA

Modulo_Questura_Alsazia

 

 

Il Coordinatore Didattico

Prof. Antonio Bertolotti

 

 

 

 

 

Conclusi i ritiri di Quaresima

25 marzo 2013

L’elezione di papa Francesco, primo papa Gesuita della storia, ha reso ancora più intensa questa Quaresima che sta volgendo verso la Settimana Santa, regalandoci la possibilità di celebrare un ulteriore dono particolare della Grazia divina. Anche quest’anno la Quaresima è stata un tempo davvero “forte” per i nostri studenti. Ai Licei, le classi di primo anno si sono recate per una giornata intera a visitare l’Opera Cardinal Ferrari, analogamente a quanto avvenne l’anno scorso. L’Opera Cardinal Ferrari è un centro diurno che ospita alcune centinaia di persone senza fissa dimora, offrendo loro un pasto caldo ed anche vestiti, docce e assistenza medica. I nostri ragazzi hanno avuto la possibilità di partecipare per un po’ di tempo alla vita di questa importante opera sociale milanese, ascoltando testimonianze dirette di chi ci lavora e “mischiandosi”, al momento del pranzo, con i “carissimi” (così vengono denominati gli ospiti). Tutti i nostri studenti sono tornati a casa con la positiva sensazione di uscire dall’Opera con i confini dei propri orizzonti allargati fino ad includere coloro che normalmente vengono considerati gli esclusi.

Celebrazione della Messa conclusiva del ritiro delle seconde liceo a San Fedele

Celebrazione della Messa conclusiva del ritiro delle seconde liceo a San Fedele

Le classi del secondo anno invece sono state in ritiro per una giornata intera presso la Chiesa di San Fedele. La magnifica chiesa barocca dei Gesuiti, appena restaurata, si è prestata molto bene a che i ragazzi potessero fare esperienza del modo in cui la luce, l’architettura e i simboli esprimono la Grazia di Dio in azione. La giornata è iniziata con una preghiera sulla tomba del Cardinal Martini in duomo, mentre in tarda mattinata ogni gruppo classe si è potuto recare a vedere l’importante mostra su Costantino a Palazzo Reale. La giornata di ritiro si è conclusa con la Messa.

Momento di ascolto della testimonianza di una famiglia a Villapizzone offerto ai ragazzi di terzo anno

Momento di ascolto della testimonianza di una famiglia a Villapizzone offerto ai ragazzi di terzo anno

I ragazzi di terzo anno hanno vissuto il loro ritiro a gruppi di due classi alla volta; per loro il ritiro è durato un giorno e mezzo; hanno avuto l’opportunità di passare un pomeriggio, una notte e una mattina presso la L’Associazione Comunità e Famiglia di Villapizzone. Il ritiro in questo caso è consistito prima in un lungo lavoro di conoscenza della vita di Sant’Ignazio, fondatore della Compagnia di Gesù, quindi nel cucinare da sé la cena e condividerla insieme, inclusi i servizi di apparecchiamento, sparecchiamento, lavaggio pavimenti e piatti, e infine nel partecipare ad una semplice liturgia penitenziale notturna. La notte i nostri hanno dormito in sacco a pelo, mentre il mattino seguente hanno ascoltato la testimonianza di una coppia che vive presso la comunità di Villapizzone: i due genitori hanno raccontato il loro stile di vita, il modo in cui accolgono presso la loro famiglia persone svantaggiate e come le famiglie che vivono a Villapizzone condividano anche le risorse economiche mettendole in comune. I nostri ragazzi sono parsi molto interessati, attivi e curiosi.

Momento di celebrazione eucaristica durante gli Esercizi Spirituali dei ragazzi di Maturità a Pallanza

Momento di celebrazione eucaristica durante gli Esercizi Spirituali dei ragazzi di Maturità a Pallanza

I ragazzi delle classi di maturità che ne hanno espresso il desiderio quest’anno hanno avuto la possibilità di partecipare, insieme ai loro compagni dell’Istituto Sociale di Torino, agli Esercizi Spirituali ignaziani nella forma breve di tre giorni. Si è trattato di un ritiro spirituale molto impegnativo, svolto in completo silenzio, finalizzato a orientarsi nelle grandi scelte della vita a partire dall’esperienza del discernimento spirituale. Il ritiro è stato condotto da gesuiti ed insegnanti di entrambe le scuole. Con nostra piacevole sorpresa gli studenti del Leone e del Sociale hanno si sono gettati nel silenzio e nella preghiera personale con grande impegno e dedizione, lasciando a noi educatori l’impressione che l’aver partecipato l’anno scorso al ritiro Kairòs abbia aperto la strada al vivere il contatto con la propria interiorità profonda come un’esperienza non imposta da altri ma come un momento desiderato, da godersi pienamente. E’ davvero molto raro – ed è stato molto commovente – osservare giovani diciottenni così seriamente immersi a cercare le vie di Dio nel tessuto della propria vita.

Un momento della Via Crucis per i ragazzi delle medie

Un momento della Via Crucis per i ragazzi delle medie

La Quaresima ha avuto dei momenti “forti” anche per gli studenti della scuola secondaria, che per quattro venerdì si sono trovati in chiesa alle ore 14 per celebrare la Via Crucis guidati dal professor De Vecchi, sacrificando buona parte della propria ricreazione. Al gruppo nutrito di studenti che hanno preso parte alla Via Crucis, di volta in volta si sono aggiunti alcuni insegnanti e pure qualche studente del liceo.

Per i ragazzi della Primaria il “tempo forte” quaresimale è consistito nella preparazione ai sacramenti della Prima Confessione e della Prima Comunione, attuata dalle loro insegnanti e da Fratel Stella: il prossimo maggio i ragazzi  di quarta incontreranno Gesù nell’Eucarestia. Oltre a ciò, molti dei nostri studenti dell’ultimo anno della Primaria hanno potuto accostarsi al sacramento della Riconciliazione. Infine nella solennità delle Palme, in una celebrazione aperta a tutte le famiglie dell’Istituto c’è stata la presentazione ufficiale dei comunicandi.

Il tempo dei ritiri per i nostri studenti in realtà non è ancora terminato. Manca il “piatto forte”: subito dopo Pasqua infatti i ragazzi del quarto anno dei Licei parteciperanno al ritiro Kairòs a Susa, insieme ai compagni del Sociale di Torino. Quest’anno il numero degli iscritti a questo ritiro è altissimo, al punto che abbiamo dovuto chiudere le iscrizioni per saturazione dei posti disponibili nella casa di Susa.

Infine, la scuola saluterà padre Nicola Bordogna S.I., ex-alunno del Leone che il 6 aprile prossimo a Roma sarà ordinato Presbitero nella Compagnia di Gesù. Venerdì 19 aprile Padre Nicola verrà al Leone a celebrare la sua prima Messa con i ragazzi del liceo.

L’ AD di EXPO 2015 al Leone XIII

23 marzo 2013

Martedì 26 marzo alle ore 11 in Auditorium l’Amministratore Delegato di EXPO 2015, il dottor Giuseppe Sala, incontrerà gli Studenti dei Licei del Leone XIII.

Il dottor Giuseppe Sala

Il dottor Giuseppe Sala

Si tratta di un’occasione importante per conoscere più a fondo EXPO, evento molto atteso e di rilevanza mondiale, e per capire quale impatto avrà sulla vita sociale, culturale ed economica del nostro territorio.

A circa due anni dalla manifestazione, con l’importante adesione di questi giorni del Brasile, l’Esposizione Universale di Milano conta già 124 partecipazioni ufficiali.

Il dottor Sala dirà ai ragazzi quale contributo potranno dare alla realizzazione dell’evento e che cosa l’EXPO potrà dare a loro e alle istituzioni scolastiche.

Si cercherà anche di comprendere come verrà articolato il tema di questa edizione: “Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita“.

L’incontro si deve all’interessamento di Michele Calliari, Studente di V Scientifico A, che ringraziamo.

 

“Il Sole 24 Ore” in 25 scatti

21 marzo 2013

La II Liceo Scientifico A del Leone XIII, guidata dalla prof.ssa Elisabetta Brun e dal prof. Paolo Tenconi, ha aderito all’iniziativa “Ti racconto un’impresa”, promossa da Assolombarda. Un’occasione importante per un primo approccio diretto con il mondo del lavoro.

stamperia il sole 24 oreNell’ambito di questo progetto, gli Studenti hanno potuto conoscere e studiare un’impresa milanese di successo, “Il Sole 24 Ore“. Recatisi al quartier generale del principale quotidiano economico del Paese, hanno studiato tutte le fasi della “produzione”, dal lavoro delle redazioni giornalistiche a quello automatizzato delle rotative nelle fasi della stampa e del confezionamento dei quotidiani.

Gli stessi Studenti hanno scattato alcune fotografie che raccontassero per immagini luoghi e momenti della realizzazione del giornale.

Venticinque di queste fotografie sono ora esposte in una mostra allestita presso la sede di Assolombarda (via Pantano, 9), visitabile dal lunedì al venerdì dalle ore 9:00 alle ore 18:00.

Il web magazine ufficiale di Assolombarda,  “VIA PANTANO NEWS“, ha pubblicato un articolo e una fotografia di alcuni nostri Studenti, che potete vedere cliccando qui.

Per vedere le 25 fotografie della mostra clicca qui.

 

 

 

 

 

Programma Gressoney

21 marzo 2013

A TUTTE LE FAMIGLIE DELLE CLASSI QUINTE DELLA SCUOLA PRIMARIA


Qui potete scaricare i documenti relativi al soggiorno a Gressoney per le classi quinte.
PROGRAMMA_Gressoney_Quinte_primaria
scheda_sanitaria
Informazioni_utili
Cordiali saluti
La Segreteria

Celebrazione eucaristica della Palme

21 marzo 2013

A Docenti

    Non docenti

    Genitori

    Alunni

 

 

Prot. 118

 

 

Oggetto: celebrazione eucaristica della Palme

Sono lieta di invitare tutti Voi alla celebrazione della Messa delle Palme

sabato 23 marzo alle ore 18,30

nella chiesa del Leone XIII.

In questa occasione verranno presentati alla Comunità i bambini che si stanno preparando alla Prima Comunione, dando così una pubblica testimonianza dell’impegno con cui stanno camminando verso questo importante momento della loro vita di credenti,  che avverrà sabato 11 maggio.

I bambini stessi saranno i protagonisti della processione delle Palme che introduce alla settimana Santa.

Colgo l’occasione per inviare a tutti il mio sincero augurio di Buona Pasqua.

Con molta cordialità e stima

 

                              Il Rettore

                                  Prof.ssa Gabriella Tona

 

Pagina successiva »

Bacheca Download