Conclusi i ritiri di Quaresima

25 marzo 2013

L’elezione di papa Francesco, primo papa Gesuita della storia, ha reso ancora più intensa questa Quaresima che sta volgendo verso la Settimana Santa, regalandoci la possibilità di celebrare un ulteriore dono particolare della Grazia divina. Anche quest’anno la Quaresima è stata un tempo davvero “forte” per i nostri studenti. Ai Licei, le classi di primo anno si sono recate per una giornata intera a visitare l’Opera Cardinal Ferrari, analogamente a quanto avvenne l’anno scorso. L’Opera Cardinal Ferrari è un centro diurno che ospita alcune centinaia di persone senza fissa dimora, offrendo loro un pasto caldo ed anche vestiti, docce e assistenza medica. I nostri ragazzi hanno avuto la possibilità di partecipare per un po’ di tempo alla vita di questa importante opera sociale milanese, ascoltando testimonianze dirette di chi ci lavora e “mischiandosi”, al momento del pranzo, con i “carissimi” (così vengono denominati gli ospiti). Tutti i nostri studenti sono tornati a casa con la positiva sensazione di uscire dall’Opera con i confini dei propri orizzonti allargati fino ad includere coloro che normalmente vengono considerati gli esclusi.

Celebrazione della Messa conclusiva del ritiro delle seconde liceo a San Fedele

Celebrazione della Messa conclusiva del ritiro delle seconde liceo a San Fedele

Le classi del secondo anno invece sono state in ritiro per una giornata intera presso la Chiesa di San Fedele. La magnifica chiesa barocca dei Gesuiti, appena restaurata, si è prestata molto bene a che i ragazzi potessero fare esperienza del modo in cui la luce, l’architettura e i simboli esprimono la Grazia di Dio in azione. La giornata è iniziata con una preghiera sulla tomba del Cardinal Martini in duomo, mentre in tarda mattinata ogni gruppo classe si è potuto recare a vedere l’importante mostra su Costantino a Palazzo Reale. La giornata di ritiro si è conclusa con la Messa.

Momento di ascolto della testimonianza di una famiglia a Villapizzone offerto ai ragazzi di terzo anno

Momento di ascolto della testimonianza di una famiglia a Villapizzone offerto ai ragazzi di terzo anno

I ragazzi di terzo anno hanno vissuto il loro ritiro a gruppi di due classi alla volta; per loro il ritiro è durato un giorno e mezzo; hanno avuto l’opportunità di passare un pomeriggio, una notte e una mattina presso la L’Associazione Comunità e Famiglia di Villapizzone. Il ritiro in questo caso è consistito prima in un lungo lavoro di conoscenza della vita di Sant’Ignazio, fondatore della Compagnia di Gesù, quindi nel cucinare da sé la cena e condividerla insieme, inclusi i servizi di apparecchiamento, sparecchiamento, lavaggio pavimenti e piatti, e infine nel partecipare ad una semplice liturgia penitenziale notturna. La notte i nostri hanno dormito in sacco a pelo, mentre il mattino seguente hanno ascoltato la testimonianza di una coppia che vive presso la comunità di Villapizzone: i due genitori hanno raccontato il loro stile di vita, il modo in cui accolgono presso la loro famiglia persone svantaggiate e come le famiglie che vivono a Villapizzone condividano anche le risorse economiche mettendole in comune. I nostri ragazzi sono parsi molto interessati, attivi e curiosi.

Momento di celebrazione eucaristica durante gli Esercizi Spirituali dei ragazzi di Maturità a Pallanza

Momento di celebrazione eucaristica durante gli Esercizi Spirituali dei ragazzi di Maturità a Pallanza

I ragazzi delle classi di maturità che ne hanno espresso il desiderio quest’anno hanno avuto la possibilità di partecipare, insieme ai loro compagni dell’Istituto Sociale di Torino, agli Esercizi Spirituali ignaziani nella forma breve di tre giorni. Si è trattato di un ritiro spirituale molto impegnativo, svolto in completo silenzio, finalizzato a orientarsi nelle grandi scelte della vita a partire dall’esperienza del discernimento spirituale. Il ritiro è stato condotto da gesuiti ed insegnanti di entrambe le scuole. Con nostra piacevole sorpresa gli studenti del Leone e del Sociale hanno si sono gettati nel silenzio e nella preghiera personale con grande impegno e dedizione, lasciando a noi educatori l’impressione che l’aver partecipato l’anno scorso al ritiro Kairòs abbia aperto la strada al vivere il contatto con la propria interiorità profonda come un’esperienza non imposta da altri ma come un momento desiderato, da godersi pienamente. E’ davvero molto raro – ed è stato molto commovente – osservare giovani diciottenni così seriamente immersi a cercare le vie di Dio nel tessuto della propria vita.

Un momento della Via Crucis per i ragazzi delle medie

Un momento della Via Crucis per i ragazzi delle medie

La Quaresima ha avuto dei momenti “forti” anche per gli studenti della scuola secondaria, che per quattro venerdì si sono trovati in chiesa alle ore 14 per celebrare la Via Crucis guidati dal professor De Vecchi, sacrificando buona parte della propria ricreazione. Al gruppo nutrito di studenti che hanno preso parte alla Via Crucis, di volta in volta si sono aggiunti alcuni insegnanti e pure qualche studente del liceo.

Per i ragazzi della Primaria il “tempo forte” quaresimale è consistito nella preparazione ai sacramenti della Prima Confessione e della Prima Comunione, attuata dalle loro insegnanti e da Fratel Stella: il prossimo maggio i ragazzi  di quarta incontreranno Gesù nell’Eucarestia. Oltre a ciò, molti dei nostri studenti dell’ultimo anno della Primaria hanno potuto accostarsi al sacramento della Riconciliazione. Infine nella solennità delle Palme, in una celebrazione aperta a tutte le famiglie dell’Istituto c’è stata la presentazione ufficiale dei comunicandi.

Il tempo dei ritiri per i nostri studenti in realtà non è ancora terminato. Manca il “piatto forte”: subito dopo Pasqua infatti i ragazzi del quarto anno dei Licei parteciperanno al ritiro Kairòs a Susa, insieme ai compagni del Sociale di Torino. Quest’anno il numero degli iscritti a questo ritiro è altissimo, al punto che abbiamo dovuto chiudere le iscrizioni per saturazione dei posti disponibili nella casa di Susa.

Infine, la scuola saluterà padre Nicola Bordogna S.I., ex-alunno del Leone che il 6 aprile prossimo a Roma sarà ordinato Presbitero nella Compagnia di Gesù. Venerdì 19 aprile Padre Nicola verrà al Leone a celebrare la sua prima Messa con i ragazzi del liceo.

Bacheca Download