Quattro mesi a New York!

28 giugno 2013

Ci sarà una volta in America!

Eh sì, sono proprio cambiati i tempi, e non sono quelli grammaticali! L’America adesso è davvero vicina e per il Leone XIII si apre una nuova stagione educativa.

Ma che cosa è successo, o meglio, che cosa succederà?

La scuola dei Gesuiti di New York, la Xavier High School, accoglierà due nostri studenti che hanno appena concluso il terzo anno del Liceo e li ospiterà da settembre a gennaio nelle sue classi, inserendoli a pieno titolo nei programmi scolastici statunitensi.
Un’esperienza di studio all’estero non è una novità: alcuni nostri studenti hanno già colto opportunità di questo genere, anche per periodi lunghi, e gli echi che hanno riportato rientrando nella nostra scuola sono stati in genere positivi; ma è la prima volta che riusciamo ad organizzare un’esperienza del genere all’interno di un Istituto della Compagnia di Gesù, che condivide i nostri valori e tanti dei nostri obiettivi.

Xavier High School

Xavier High School

La Xavier High School si trova nel cuore di Manhattan, sulla Sedicesima strada, tra la Fifth Avenue e la Avenue of Americas, più o meno a metà strada tra Ground Zero e l’Empire State Building. Conosciamo bene sia i muri sia le persone di questo magnifico complesso educativo, dal momento che abbiamo già svolto con loro due scambi di successo negli anni scorsi. Per essere precisi, il primo scambio di eccellenza negli Stati Uniti nacque tre anni fa, un progetto che ha per così dire aperto la strada ad altre esplorazioni in terra americana.

Che cosa ci riproponiamo lanciando un’esperienza di questo genere? Qual è il valore aggiunto che offriamo ai nostri studenti? Che cosa mai possono trovare i nostri giovani al di là dell’Oceano che non trovano al Leone?

Evidentemente non si tratta di una fuga e nemmeno di un’esperienza avventurosa. Rimaniamo del parere che il lavoro svolto tra le mura delle nostre classi abbia fondamento e valore. La classe è per eccellenza il luogo della formazione dei nostri studenti, all’interno di uno dei sistemi educativi, quello italiano, che è riconosciuto come uno tra i più completi e validi al mondo; ma la sfida internazionale può essere fortemente arricchente e rappresenta per i nostri giovani qualcosa di più di un’ipotesi futura: è già il loro pane quotidiano.

Riteniamo quindi che questa esperienza, collocata nell’orizzonte solido e coinvolgente della pedagogia ignaziana, possa permettere loro di vivere un periodo intensamente formativo lungo il percorso di studio all’interno della Compagnia di Gesù. Ma questo ce lo faremo raccontare al loro ritorno.

Per il momento in bocca al lupo a Marco Acampora di I Liceo Classico e a Lorenzo Matterazzo, di III Liceo Scientifico A: siete i primi ambasciatori del Leone XIII in terra americana, fatevi onore!


Prof. Paolo Tenconi 

 

Bacheca Download