Progetto di educazione politica con la Regione Lombardia

16 ottobre 2013

Alle Famiglie delle classi 3^ scientifico C, 4^ scientifico B e C

 

Prot. 742

Oggetto: progetto di educazione politica con la Regione Lombardia

Gentili Famiglie,

abbiamo stretto una collaborazione con l’Ufficio relazioni istituzionali e territoriali della Regione Lombardia e siamo in grado di proporre ai Vostri figli un interessante e coinvolgente progetto di educazione politica.

 

Il progetto:    la Regione Lombardia da tempo lavora per avvicinare i giovani al mondo della politica, senza nessun intento partitico o propagandistico, ma con lo scopo dichiarato di evitare nei giovani il rischio dell’antipolitica. La Regione propone quindi di fare effettuare ai nostri studenti una simulazione di discussione  nella Sala consigliare scegliendo un tema da preparare e dibattere. Il tema prescelto è Immigrazione e integrazione. La discussione terrà conto della reale costituzione  politica dell’attuale Consiglio e della divisione nelle diverse forze politiche.

Classi:            Verranno coinvolte le classi 3^ scientifico C, 4^ scientifico B e C per un totale di 49 studenti. I lavori saranno seguiti dai docenti di storia delle tre classi.

Preparazione: istruzione sulla Regione Lombardia e sul Consiglio regionale.
Prevediamo un incontro in orario scolastico, mettendo insieme le tre classi, alla 6^ e 7^ ora.  L’incontro potrebbe svolgersi martedì 29 ottobre e sarà condotto dai responsabili della Regione, Signora Isabella Molina, Dirigente dell’Ufficio regionale sopra indicato, e Signor Andrea Ferrari, formatore.

Istruzione sul tema.
Sarà condotta dai docenti della classe, che non presenteranno una visione conclusiva del problema (altrimenti viene meno la discussione degli studenti), ma una serie di problematiche legate al tema stesso e alle sue implicazioni sociali, morali, economiche, religiose. Verranno usate alcune ore scolastiche e si prevede una verifica del progetto prima di Natale.

 

 

Ideologizzazione
Gli studenti verranno divisi proporzionalmente tra gli 80 consiglieri delle 8 forze politiche che compongono attualmente il Consiglio regionale e dovranno imparare a sostenere non le proprie opinioni, ma quelle del partito che rappresentano o comunque a portare la discussione all’interno dell’ideologia di base del loro gruppo politico. Anche questa fase verrà curata dai docenti della classe prima di Natale. La divisione in partiti verrebbe lasciata all’iniziativa degli studenti stessi, sotto la supervisione dei docenti per poter arrivare alla fine ai numero giusti. La divisione potrebbe essere la seguente:
1) Con Ambrosoli presidente – Patto civico: 5 studenti
2) Fratelli d’Italia – Centrodestra nazionale: 1 studente
3) Il Popolo della libertà: 11 studenti
4) Lega lombarda – Lega Nord – Padania: 9 studenti
5) Maroni presidente: 7 studenti
6) Movimento 5 stelle: 5 studenti
7) Partito democratico della Lombardia: 10 studenti
8) Partito pensionati – Pensionati Lombardia: 1 studente

A questi incontri di preparazione seguiranno dei test di verifica, la cui valutazione rientrerà nella normale valutazione di storia come voto di Educazione alla cittadinanza. Ci sembra questo il modo migliore per far sì che gli studenti affrontino il progetto con la dovuta serietà e si presentino nella Sala consigliare ben consapevoli di quanto stanno per andare a discutere. Ovviamente agli studenti sarà fornito per tempo materiale adeguato su cui prepararsi. Per questo motivo il progetto verrà inserito nella programmazione di Educazione alla cittadinanza delle tre classi e sarà parte integrante del programma curricolare.

Conclusione:            finita la fase di preparazione, come detto entro Natale, gli studenti avranno tempo per informarsi a proposito della posizione in merito di immigrazione e integrazione del partito che rappresentano. La conclusione sarà un dibattito che si svolgerà per un’intera mattina nella Sala Consiglio della Regione Lombardia prima di Pasqua. I dettagli di questo evento verranno forniti per tempo.

Restiamo a disposizione per eventuali chiarimenti di dettagli, che verranno comunque chiariti in classe ai ragazzi, e con l’occasione Vi porgiamo i nostri più cordiali saluti.

I docenti responsabili

Proff. Silvia Raffaelli, Cecilia Scaglioni e Paolo Tenconi

Bacheca Download