“La vita è sogno” e i sogni son desideri…

30 dicembre 2013

Gli alunni della II Liceo Classico hanno messo in scena La vita è sogno, l’opera più celebre di Calderón de la Barca, drammaturgo spagnolo del XVII secolo. Uno studente, Federico Rosa, ci racconta che cosa abbia acceso nella classe questa rappresentazione, quanta passione abbiano manifestato i ragazzi nell’allestimento, ricevendo il plauso dei compagni, dei docenti e delle famiglie che hanno assistito alla “prima” del 10 dicembre nell’Auditorium della scuola.


Sempre la stessa storia. La mattina, dopo che ti sei alzato, apri il cassetto e non sai mai se prendere i sogni o i vestiti. Era metà settembre quando padre Eraldo propose a me e ad altri due miei compagni di mettere in scena “La vita è sogno” di Calderón de la Barca. Fino a qui tutto a posto. Il problema era che avremmo dovuto prepararci per metà dicembre. Ora, noi non siamo fortissimi in matematica, però a capire che avremmo avuto tre mesi di tempo ci arrivammo anche noi. Non so come mai, forse quel giorno assieme ai vestiti dal cassetto avevamo preso anche un po’ di sogni, fatto sta che accettammo di buon grado e ci mettemmo subito al lavoro. A ripensarci sembrava impossibile. A chiunque dicessi del nostro progetto commentava:”Voi siete matti” o “Non ce la farete mai” o ancora “Ma chi ve lo fa fare…”. 

 

La II Classico in scena

La II Classico in scena

Leggi e taglia il copione, assegna i ruoli, suddividi in scene, monta la scena, provala, fa schifo, riprovala, già meglio; eravamo persi in tutto quel lavoro, ma sapete com’è, ci si sente bene a perdersi nella giusta direzione. Più andavamo avanti più ci divertivamo, ci univamo, capivamo che ciò che stavamo facendo non era semplicemente il mettere in scena un’opera, era qualcosa di più. Il signor Calderón de la Barca ci stava comunicando qualcosa. E quel qualcosa ciascuno l’ha capito quando i nostri prof. ci hanno fatto fare un lavoro sull’intenzione del nostro personaggio, su quello che noi comunicavamo quando eravamo sul palco. Ognuno ha tratto le sue conclusioni, ogni singolo personaggio ora era completo. Tutti quei personaggi in cerca di “attore”, ora ne avevano uno consapevole del significato di ciò che stava dicendo.

Fatto sta che tra tutto ciò arrivò il 10 dicembre, il giorno fissato per lo spettacolo, il grande giorno, il giorno che tutti noi avevamo segnato con un cerchiolino rosso sul calendario. Tre mesi di lavoro, tra fatica, risate, alti e bassi, stavano per dare i frutti in un’ora di spettacolo. Dopo mesi di pioggia stava spuntando l’arcobaleno. Quello che all’inizio sembrava un sogno, ora era realtà. E si va in scena. Io entro barcollante, mi schianto per terra mentre Lucrezia inizia il suo monologo. Il resto vabbè, il resto è andato bene. Un’ora , veloce come un treno. Alle 14 tutto finito. Ce l’avevamo fatta.

C’è una frase che dice:”I’m going to succeed because I’m crazy enough to think I can”…. be’ i matti erano appena riusciti nella loro più grande follia. Questa esperienza ci ha cambiato. Ci ha lasciato ricordi, emozioni e lezioni che difficilmente dimenticheremo. A me questa esperienza ha lasciato una frase, che ora è attaccata sulla prima pagina del mio diario: “You say I dream too big, I say you think too small”. Questo sogno si è realizzato perché noi ci siamo impegnati fino allo sfinimento, fino all’ultima goccia delle nostre possibilità, convinti che “se ci provi, potresti anche ottenere esattamente quello che vuoi; se non ci provi, be’ sicuramente non lo otterrai”.

Federico Rosa (Sigismondo)

Il futuro del Leone parte dallo sport

18 dicembre 2013

leonefuturonews

Martedì 17 dicembre si è celebrata nella Chiesa dell’Istituto la S. Messa di Natale, seguita dal buffet degli auguri.

Straordinaria la partecipazione delle Famiglie, degli Studenti e dei Docenti.

Alle 20:30 una sorpresa: gli atleti del rugby con i nostri ragazzi del calcio, del basket e della pallavolo sono sfilati tra due ali di folla accompagnati dalla colonna sonora del film Momenti di gloria.

Perché? Scoprilo su www.leonefuturo.it

Il futuro dello sport… parte dal Leone!

 

Orari uffici periodo natalizio

18 dicembre 2013

Orari della Segreteria e dell’Amministrazione dal 23/12 al 4/1/2014.

La Segreteria della scuola resterà aperta al pubblico nei seguenti giorni, dalle 8 alle 13:

– lunedì 23 dicembre;
– venerdì 3 gennaio.

Sabato 4 gennaio chiusa

L’Amministrazione resterà aperta al pubblico nei seguenti giorni, dalle 8 alle 13:

– lunedì 23 dicembre;
– venerdì 27 dicembre;
– lunedì 30 dicembre;
– martedì 31 dicembre;
– giovedì 2 gennaio;
– venerdì 3 gennaio.

Sabato sempre chiusa.

 

Gare SCI Aprica Scuola Primaria

17 dicembre 2013

Qui potete scaricare la convocazione alle gare e il modulo di adesione da consegnare presso la segreteria sportiva entro il 10/1/2014:

 

Sci Primaria FISIAE APRICA 14

Gare SCI Aprica Secondaria di I Grado

17 dicembre 2013

Qui potete scaricare la convocazione alle gare e il modulo di adesione da consegnare presso la segreteria sportiva entro il 10/1/2014:

Sci Medie FISIAE APRICA 14

Gare SCI Aprica LICEO

17 dicembre 2013

 

Qui potete scaricare la convocazione alle gare e il modulo di adesione da consegnare presso la segreteria sportiva entro il 10/1/2014:

 

Sci Liceo FISIAE APRICA 14

Leone news dicembre 2013 – gennaio 2014

16 dicembre 2013

Carissimi lettori, non è semplice far rientrare nell’unico foglio di questa Newsletter tutte le attività che l’Istituto pro-pone. Così la redazione opera per sottrazione, cercando, per quanto possibile, l’essenziale. Un modo di procedere che dovremmo esercitare tutti più spesso, per non farci soffocare dai mille impegni che ogni giorno incombono. Il Natale ci ricorda che l’Essenziale non ha avuto bisogno di molte cose per venire al mondo. In questa pausa di festa perciò proviamo a staccarci dal superfluo per ritrovare noi stessi e il senso della nostra vita. Questo il mio augurio per tutti Voi e per le Vostre Famiglie. Il Rettore

Per leggere la newsletter clicca qui:NEWSLETTER Diembre2013-gennaio2014

Master a San Francisco per padre Eraldo

15 dicembre 2013
Padre Eraldo si trova in questi giorni a San Francisco per il conseguimento di un Master presso la Scuola di Education della University of San Francisco (U.S.F.), Università dei Gesuiti. Venerdì 13 dicembre c’è stata la sessione invernale della cerimonia di laurea presso l’Università di San Francisco: nel pomeriggio sono stati consegnati da padre Privett, President di U.S.F., i diplomi di laurea agli studenti della School of Education, tra cui il nostro padre Eraldo, unico Gesuita a laurearsi in questa tornata.

Master padre EraldoPadre Eraldo ha conseguito un Master in Catholic School Leadership, un programma speciale internazionale dedicato a leader nell’educazione cattolica – presidi, amministratori o pastoralisti – rilasciato dall’Institute for Catholic Educational Leadership. Si tratta di un master di secondo livello che spazia da materie di carattere amministrativo, come Leadership and Personnel o Business and Finance in Catholic Schools, a materie di carattere spirituale come Spirituality of the Educator Moral Development, a materie di carattere pedagogico come Curriculum Design.

La tesina con cui padre Eraldo ha concluso il suo Master ha raccolto ed interpretato i dati del primo anno di didattica sperimentale coi tablet nella nostra attuale V ginnasio, inserendoli nel contesto dei valori e dei traguardi della pedagogia ignaziana. Il titolo della tesina è: Beyond paper: moving towards and ignatian approach of designing education with PMLKE at Leone XIII, Milan.

Tanti complimenti, padre Eraldo, da noi tutti del Leone XIII!

Raccolta viveri per la mensa dei poveri

15 dicembre 2013

Tempi duri per tanti, durissimi per i poveri e chi li assiste. C’era bisogno di qualche rinforzo alla mensa dei poveri del Corpus Domini, in via Canova, 350 pasti caldi serviti tutti i giorni dell’anno.

Da sin: la volontaria Chiara Ceretti, la monovulume al suo secondo carico, la studentessa di I Scientifico Livia Airoldi.

Da sin: la volontaria Chiara Ceretti, la monovulume al suo secondo carico, la studentessa Livia Airoldi.

La Lega Missionaria Studenti, guidata dal condottiero padre Eraldo, da qualche giorno lontano ma vicino con il cuore e il pensiero, ha risposto all’invito.

Il 16 novembre e il 14 dicembre i volontari della Lega, insieme ad una squadra di Liceali del Leone, hanno presidiato per qualche ora gli ingressi di alcuni supermercati Esselunga, chiedendo gentilmente ai clienti donazioni a favore dei poveri. In tantissimi hanno risposto all’appello, con generosità. Sono state riempite molte scatole con pasta, riso, farina, sale, zucchero, olio, lenticchie, panettoni e pandori.

Nella serata di ieri tre macchine colme più una monovolume riempita due volte hanno scaricato i viveri presso la mensa dei frati Carmelitani, che sono stati felici di ricevere questi rinforzi.

Prime affermazioni al BCG e al CWMUN

15 dicembre 2013

Due buoni risultati. Due importanti progetti dei Licei partono bene quest’anno. E questo grazie soprattutto all’impegno degli studenti coinvolti, alla loro capacità di organizzarsi in questo momento dell’anno scolastico in cui lo studio è particolarmente intenso e le scadenze molto ravvicinate.

BCG (1)Brave le due squadre che lunedì 9 dicembre hanno difeso il Leone nella prima finale del progetto di eccellenza Business@school organizzato dal Boston Consulting Group. Il team Leone 1 formato da Francesco Bassani, Francesca di Majo, Giacomo Papa, Niccolò Pedercini, Silvia Perracino, Stefano Ramella e Gerolamo Setti si è imposto sulle altre squadre milanesi svolgendo un ottimo studio sull’azienda americana Chesapeake: la giuria ha premiato l’originalità della scelta e l’ottima conduzione dell’argomentazione.
Complimenti anche alla seconda squadra della nostra scuola, il cui lavoro sulla Brembo ha suscitato comunque notevole interesse. I componenti della squadra, Sofia Cattaneo, Giacomo Crea, Guglielmo Croff, Marcello D’Aprile, Lucrezia Luti, Carlo Rubini e Sebastiano Quai, pur non risultando vincitori, si sono distinti per la serietà del loro impegno e la completezza della loro analisi.cwmun

Buone notizie anche dal progetto internazionale Change the World Model United Nations (CWMUN). Tutti gli studenti che hanno seguito il primo corso di formazione hanno superato con merito la selezione di giovedì 12 dicembre e hanno quindi guadagnato l’accesso alle simulazioni che si terranno nel mese di marzo a Roma e a New York. Da gennaio frequenteranno in Istituto il corso advanced per meglio prepararsi a questo importante appuntamento.

Complimenti a tutti voi, ragazze e ragazzi, perché avete dimostrato quanto valete e avete contribuito a tenere alto il nome della nostra scuola!

Prof. Paolo Tenconi

Pagina successiva »

Bacheca Download