MEDIE: SCUOLA APERTA A FEBBRAIO

20 gennaio 2014

La Scuola Secondaria di I Grado, dato il notevole successo della prima edizione, organizza per il mese di febbraio 2014 tre nuove mattinate di “scuola aperta” dedicate a ragazzi di quinta Primaria di altre scuole che fossero interessati a conoscere la nostra proposta formativa.

Tali mattinate prevedono

un incontro con il Coordinatore Didattico alle ore 08:30, con presentazione della scuola;

quattro ore di lezione, dalle 08:55 alle 12:40, in classi prime.
Le mattina dedicate alla scuola aperta tra cui scegliere saranno le seguenti:

– LUNEDÌ 3 FEBBRAIO (lezioni previste: italiano, tecnologia, matematica, inglese)

– MERCOLEDÌ 5 FEBBRAIO (lezioni previste: italiano, tecnologia, inglese, matematica)

– VENERDÌ 7 FEBBRAIO (lezioni previste: matematica, arte, italiano, inglese)

Per prenotare la propria partecipazione è necessario scaricare l’apposito modulo che trovate qui sotto e, dopo averlo compilato in ogni sua parte, spedirlo via mail (all’indirizzo segreteria@leonexiii.it ) oppure via fax (allo 02 48009979) entro un paio di giorni dalla data di interesse.

SCARICA IL MODULO

SETTIMANA R.e.P. – Ripassi e Potenziamenti Classi terze

20 gennaio 2014
A Famiglie Scuola Secondaria di I Grado
Prot.  42
Oggetto: SETTIMANA R.e.P. – Ripassi e Potenziamenti
Gentili famiglie,
anche quest’anno riproporremo le attività di ripasso e potenziamento al termine del primo quadrimestre, secondo la formula che in passato ha dato buoni risultati, nel tentativo di fornire ai ragazzi un servizio sempre più efficace e produttivo.
Concentreremo in un unico periodo una serie di lezioni mattutine di RIPASSO e RECUPERO, nelle quali gli interi gruppi classe – sospendendo le programmazioni normali – si possano dedicare a riprendere alcuni argomenti fondamentali di Italiano, Matematica, Inglese e Francese secondo modalità di approccio difficilmente sperimentabili durante la didattica quotidiana.
In questo modo, chi ha delle difficoltà potrà dedicarsi a consolidare le proprie conoscenze, a fare più esercizio, a richiedere spiegazioni e chiarimenti, mentre chi ha conoscenze e competenze più consolidate potrà ripassare, mettendo le proprie conoscenze e competenze al servizio degli altri (e godendo di qualche pomeriggio più libero dai consueti compiti a casa).
I ripassi saranno organizzati in moduli di DUE ORE ciascuno, tre per ogni mattinata.
Per le classi PRIME e SECONDE sono previsti quattro moduli di Italiano e Matematica, tre di Inglese (uno dei quali affidato all’insegnante madrelingua) e uno di Francese.
Per le classi TERZE (anche in vista delle prove d’Esame) sono previsti quattro moduli di Italiano e Matematica, due di Inglese e Francese (uno dei quali affidato all’insegnante madrelingua).
Le giornate destinate a questo nuovo progetto saranno quattro: giovedì 23, venerdì 24, lunedì 27 e martedì 28 gennaio 2013.
I pomeriggi delle medesime giornate saranno dedicati ad attività di POTENZIAMENTO, che coinvolgeranno tutti gli studenti e che ci auguriamo possano fornire loro ulteriori stimoli, curiosità e interessi rispetto a quanto già raccolgono nel corso delle lezioni quotidiane.
Naturalmente il consueto orario scolastico interno verrà completamente rivoluzionato e, per questi quattro giorni, le attività dei pomeriggi opzionali saranno sospese e la frequenza pomeridiana sarà obbligatoria per tutti.
Con la presente, vi trasmetto sia l’orario delle giornate R.e.P. con l’indicazione delle attività che i vostri figli saranno chiamati a svolgere, sia quello delle attività di potenziamento per fasce di classe.
Recuperi e potenziamenti terze
Certo della vostra attenzione e fiducioso nella buona riuscita dell’iniziativa (che naturalmente va ad aggiungersi a tutti gli interventi individualizzati di sostegno e recupero che già dalla prima parte dell’anno gli insegnanti stanno effettuando sui ragazzi che ne abbiano evidenziato a necessità, nonché agli approfondimenti che ciascuna classe ha svolto e svolgerà in autonomia), vi invio i miei migliori saluti.
Il Coordinatore Didattico
Prof. Antonio Bertolotti

SETTIMANA R.e.P. – Ripassi e Potenziamenti Classi Seconde

20 gennaio 2014

A Famiglie Scuola Secondaria di I Grado

 

Prot.  42

 

Oggetto: SETTIMANA R.e.P. – Ripassi e Potenziamenti

 

Gentili famiglie,

anche quest’anno riproporremo le attività di ripasso e potenziamento al termine del primo quadrimestre, secondo la formula che in passato ha dato buoni risultati, nel tentativo di fornire ai ragazzi un servizio sempre più efficace e produttivo.

Concentreremo in un unico periodo una serie di lezioni mattutine di RIPASSO e RECUPERO, nelle quali gli interi gruppi classe – sospendendo le programmazioni normali – si possano dedicare a riprendere alcuni argomenti fondamentali di Italiano, Matematica, Inglese e Francese secondo modalità di approccio difficilmente sperimentabili durante la didattica quotidiana.

In questo modo, chi ha delle difficoltà potrà dedicarsi a consolidare le proprie conoscenze, a fare più esercizio, a richiedere spiegazioni e chiarimenti, mentre chi ha conoscenze e competenze più consolidate potrà ripassare, mettendo le proprie conoscenze e competenze al servizio degli altri (e godendo di qualche pomeriggio più libero dai consueti compiti a casa).

 

I ripassi saranno organizzati in moduli di DUE ORE ciascuno, tre per ogni mattinata.

Per le classi PRIME e SECONDE sono previsti quattro moduli di Italiano e Matematica, tre di Inglese (uno dei quali affidato all’insegnante madrelingua) e uno di Francese.

Per le classi TERZE (anche in vista delle prove d’Esame) sono previsti quattro moduli di Italiano e Matematica, due di Inglese e Francese (uno dei quali affidato all’insegnante madrelingua).

 

Le giornate destinate a questo nuovo progetto saranno quattro: giovedì 23, venerdì 24, lunedì 27 e martedì 28 gennaio 2013.

 

I pomeriggi delle medesime giornate saranno dedicati ad attività di POTENZIAMENTO, che coinvolgeranno tutti gli studenti e che ci auguriamo possano fornire loro ulteriori stimoli, curiosità e interessi rispetto a quanto già raccolgono nel corso delle lezioni quotidiane.

 

Naturalmente il consueto orario scolastico interno verrà completamente rivoluzionato e, per questi quattro giorni, le attività dei pomeriggi opzionali saranno sospese e la frequenza pomeridiana sarà obbligatoria per tutti.

 

Con la presente, vi trasmetto sia l’orario delle giornate R.e.P. con l’indicazione delle attività che i vostri figli saranno chiamati a svolgere, sia quello delle attività di potenziamento per fasce di classe.

TABELLA Recuperi Potenziamenti Seconde

 

Certo della vostra attenzione e fiducioso nella buona riuscita dell’iniziativa (che naturalmente va ad aggiungersi a tutti gli interventi individualizzati di sostegno e recupero che già dalla prima parte dell’anno gli insegnanti stanno effettuando sui ragazzi che ne abbiano evidenziato a necessità, nonché agli approfondimenti che ciascuna classe ha svolto e svolgerà in autonomia), vi invio i miei migliori saluti.

 

Il Coordinatore Didattico

Prof. Antonio Bertolotti

SETTIMANA R.e.P. – Ripassi e Potenziamenti

20 gennaio 2014

A Famiglie Scuola Secondaria di I Grado

 

Prot.  42

 

Oggetto: SETTIMANA R.e.P. – Ripassi e Potenziamenti

 

Gentili famiglie,

anche quest’anno riproporremo le attività di ripasso e potenziamento al termine del primo quadrimestre, secondo la formula che in passato ha dato buoni risultati, nel tentativo di fornire ai ragazzi un servizio sempre più efficace e produttivo.

Concentreremo in un unico periodo una serie di lezioni mattutine di RIPASSO e RECUPERO, nelle quali gli interi gruppi classe – sospendendo le programmazioni normali – si possano dedicare a riprendere alcuni argomenti fondamentali di Italiano, Matematica, Inglese e Francese secondo modalità di approccio difficilmente sperimentabili durante la didattica quotidiana.

In questo modo, chi ha delle difficoltà potrà dedicarsi a consolidare le proprie conoscenze, a fare più esercizio, a richiedere spiegazioni e chiarimenti, mentre chi ha conoscenze e competenze più consolidate potrà ripassare, mettendo le proprie conoscenze e competenze al servizio degli altri (e godendo di qualche pomeriggio più libero dai consueti compiti a casa).

 

I ripassi saranno organizzati in moduli di DUE ORE ciascuno, tre per ogni mattinata.

Per le classi PRIME e SECONDE sono previsti quattro moduli di Italiano e Matematica, tre di Inglese (uno dei quali affidato all’insegnante madrelingua) e uno di Francese.

Per le classi TERZE (anche in vista delle prove d’Esame) sono previsti quattro moduli di Italiano e Matematica, due di Inglese e Francese (uno dei quali affidato all’insegnante madrelingua).

 

Le giornate destinate a questo nuovo progetto saranno quattro: giovedì 23, venerdì 24, lunedì 27 e martedì 28 gennaio 2013.

 

I pomeriggi delle medesime giornate saranno dedicati ad attività di POTENZIAMENTO, che coinvolgeranno tutti gli studenti e che ci auguriamo possano fornire loro ulteriori stimoli, curiosità e interessi rispetto a quanto già raccolgono nel corso delle lezioni quotidiane.

 

Naturalmente il consueto orario scolastico interno verrà completamente rivoluzionato e, per questi quattro giorni, le attività dei pomeriggi opzionali saranno sospese e la frequenza pomeridiana sarà obbligatoria per tutti.

 

Con la presente, vi trasmetto sia l’orario delle giornate R.e.P. con l’indicazione delle attività che i vostri figli saranno chiamati a svolgere, sia quello delle attività di potenziamento per fasce di classe.

TABELLA Recuperi Potenziamenti Prime

 

Certo della vostra attenzione e fiducioso nella buona riuscita dell’iniziativa (che naturalmente va ad aggiungersi a tutti gli interventi individualizzati di sostegno e recupero che già dalla prima parte dell’anno gli insegnanti stanno effettuando sui ragazzi che ne abbiano evidenziato a necessità, nonché agli approfondimenti che ciascuna classe ha svolto e svolgerà in autonomia), vi invio i miei migliori saluti.

 

Il Coordinatore Didattico

Prof. Antonio Bertolotti

Saluto di padre Eraldo da Melbourne

19 gennaio 2014

Carissimi,

eccomi a Melbourne! Arrivato da una settimana, mi pare di essere in un posto completamente unico nel mondo: in una natura oltremodo generosa scopro innanzitutto che moltissimi Italiani hanno lasciato qui il loro segno: hanno costruito strade, ponti ed edifici, e ancora vivono nelle vecchie case dei primi del Novecento, avendo cura di conservare lo spazio per l’orto – proprio come accadeva da noi fino a pochi decenni fa.

Gli Italiani hanno uno speciale modo di salutarsi: parlano un mix di inglese australianizzato e il nativo dialetto italiano, in una combinazione unica tale per cui si capiscono perfettamente tra di loro! Ma soprattutto, per strada si vede tanta gente “anglosassone” che anglosassone non è; moltissimi sono i volti che portano inconfondibili le tracce dell’italianità: nei capelli, nelle sopracciglia e soprattutto nell’espressione dei volti. Sono “Italiani d’Australia”, migrati prima, durante e dopo la Seconda Guerra Mondiale. Italiani che stanno insieme a persone di ogni altra etnia, soprattutto Asiatici: camminare nelle strade del centro di Melbourne o tra la Rod Laver Arena e la Hisens Arena agli Australia Open mi mostra che non sono più in Europa, e neppure negli USA, ma mi trovo vicino a Tailandia, Tasmania (a due passi da qui), calotta artica australe, Vietnam, Bangkok e così via.

Chiesa di S. Ignazio a Melbourne

Chiesa di S. Ignazio a Melbourne

I volti delle persone intorno a me portano i colori dell’Asia, non solo il rosa pallido degli Inglesi. Certo tra tutte le etnie domina l’impronta lasciata dai colonizzatori british: per esempio, nel quartiere dove si trova la nostra chiesa di St. Ignatius le case per le strade hanno decisamente la foggia di quelle inglesi. La distribuzione, l’una vicino all’altra, con uno sviluppo in profondità anziché in altezza e il proverbiale giardinetto di fronte o nel retro, mi ricordano tanto l’urbanizzazione che ho visto durante l’ultima gita fatta in Inghilterra coi ragazzi del Leone. Eppure anche qui si insinua un tocco di esotico, un che di coloniale: molte delle case edificate al principio del Novecento per i lavoratori – piccole abitazioni di un piano con una facciata di legno molto semplice – hanno balconi, inferriate e grondaie decorate in ferro battuto con richiami quasi buddisti; mi aspetterei di trovare questa lavorazione del ferro a Bali o in Cina; e di fatto questa parte del mondo si chiama “Asia Pacific”. Le cose in effetti stanno proprio così: è Asia, ma è anche il Pacifico; domina la popolazione anglosassone, ma vi è una sempre maggiore presenza di Asiatici, specialmente Vietnamiti e Cinesi.

Scendo nella city, la cui skyline si può ammirare da tutte le parti. La geografia urbana cambia completamente: tra i numerosi grattacieli, il fiume Yarra interseca con grandi anse tutto il centro e sbocca nel porto, all’inizio fluviale poi decisamente marino. Aerei decollano vicini vicini alle punte delle torri più alte mentre auto e treni sfilano creando cordoni di traffico e dando l’idea di una città molto attiva. Si potrebbe quasi immaginare una enorme Genova ultramoderna con ponti maestosi, un’autostrada che l’attraversa e un buon numero di alti edifici. Cammino per le strade del centro e mi pare di essere un poco a New York, ma qui si guida a sinistra: ad ogni incrocio rischio di essere travolto da qualche automobilista o dai tram. I tram poi attraversano l’intera città con una rete davvero capillare; è molto facile viaggiare in città, anche senza auto. Eppure in questo centro ultramoderno con tanti grattacieli vi è qualcosa di ancora europeo, il che rende il passeggio più familiare. Forse sono le facce inglesi dei bianchi che camminano per le strade, oppure è il ritmo di vita tutto sommato lento, più da città della provincia italiana. Non so cosa, ma se dovessi paragonare il centro della città ad un altro posto direi Londra. Allo stesso tempo, come in tutta la città, ho la percezione di essere in un luogo esotico: in ogni dove si aprono spazi per parchi dove crescono infinite varietà di piante tropicali o di giganteschi ficus; in particolare l’enorme giardino botanico è un trionfo di fauna: tra fiori ed alberi mi pare di essere in una foresta tropicale intervallata da prati verdeggianti. Questo non si dà in Europa, no. Infine vi è il segno della globalizzazione: proprio vicino alla chiesa di Sant’Ignazio dove risiedo, in questo momento si sta svolgendo il grande Slam di tennis, che anche voi potete comodamente vedere dalla vostra poltrona accendendo il televisore.

Vedi più sotto per la didascalia

Vedi più sotto per la didascalia

Dopo qualche giorno di visita alla città, mi domando: “che sto qui a fare? Vacanza?” Al momento, per la verità, un po’ è così: ho avuto una intera settimana di libertà prima dell’inizio del Terz’anno. Da ieri però mi trovo nella casa dove i “Terzannisti” – così siamo chiamati – si radunano per il programma di formazione che durerà sette mesi. Ci siamo presentati e abbiamo cenato insieme, siamo un bel gruppo. Vi presento brevemente i miei compagni di viaggio: abbiamo Jab, gesuita che lavora in una parrocchia in una zona a rischio della Cambogia, dopo aver fatto venticinque anni di lavoro nei campi profughi tra Laos, Cambogia e Corea. Poi c’è Long, un fratello gesuita del Vietnam. Quindi Phu, che si è presentato come un “social worker”, uno che guida il trattore: in realtà si occupa di agricoltura e immigrati in Vietnam, la sua terra natale. Abbiamo anche due nordamericani: uno è Anthony, che fa un po’ lo stesso mio lavoro nella nostra scuola a Dallas, Texas; l’altro si chiama Vincent Conti, newyorkese di chiara origine napoletana, ed è il preside della prestigiosa scuola Gonzaga di Washington D.C. C’è quindi Raymund Belleza, un nome che è tutto un programma, vice-rettore e tesoriere del famoso Ateneo, l’università gesuita di Manila, nelle Filippine. Ancora: Elton, che si occupa di esercizi spirituali a Guelf in Canada, e Christoph (a sinistra nella foto), responsabile per la diocesi di Berlino del programma di evangelizzazione e preparazione al Battesimo per i convertiti cattolici; infine ci sono io, vostro fratello in Cristo. Un bel gruppo, che ve ne pare?

Domani si comincia; vi sono vicino in tutti i modi possibili: partecipando spiritualmente di tutto quello che accade al Leone e soprattutto pregando tanto per voi. Mi dicono che avrò tanto tempo per pregare e, siccome credo nell’efficacia della preghiera, lo faccio e continuerò a farlo.

Sono con voi con il cuore e con lo spirito, prego per voi ogni giorno, siete con me.

Padre Eraldo Cacchione S.I.


Didascalia immagine
:  Foto scattata presso la vigna St. Ignatius, in una località che si chiama Pyrenees, a 200 km da Melbourne. Nella foto ci sono: al centro il vignaiolo, Enrique, argentino immigrato in Australia, ingegnere elettronico che ad un certo punto ha lasciato tutto, insieme a sua moglie architetto e ai tre figli ancora piccoli, per fondare una vigna con azienda vinicola dove produrre un vino completamente naturale e vivere in armonia con la natura; padre Christoph Soyer (a sinistra), uno dei Terzannisti, e padre Eraldo.

Riuscite a leggere cosa c’è scritto sulla maglietta di padre Eraldo?

Al Leone la Coppa di sci dell’Aprica

19 gennaio 2014

Si sono svolti venerdì 17 e sabato 18 gennaio i campionati di sci organizzati dalla FISIAE (Federazione Italiana Sportiva Istituti Attività Educative) per gli studenti delle scuole cattoliche. Come già in passato sono state molte le gare vinte dai nostri alunni delle scuole Primaria e Secondaria di I e II Grado. Per prendere visione dei risultati rinviamo ai seguenti link :

http://www.apricaonline.com/it/ultime-notizie/1252-classifiche-gare-fisiae-18-01

http://www.apricaonline.com/it/ultime-notizie/1251-classifiche-gare-fisiae-2014

Aprica 2014
Il Leone ha vinto anche la prestigiosa “Coppa per Istituti”, che viene assegnata alle scuole sommando i punteggi individuali di ogni partecipante.

Complimenti vivissimi a tutti gli atleti! Grazie ai docenti accompagnatori e ai genitori per l’ attiva partecipazione!

Prof. Mauro Pistorello

Tre studentesse, tre talenti del business

18 gennaio 2014

YBT LOGO

Abbiamo appreso in questi giorni che tre studentesse di V Liceo Scientifico B, Lucrezia Menoncello, Federica Parenti e Gaia Pieri sono approdate ai quarti di finale del concorso Young Business Talents.

Abbiamo chiesto ad una delle partecipanti, Gaia, di raccontarci qualcosa dell’iniziativa e del loro progetto.

Da metà ottobre, insieme a due mie compagne di V B, Lucrezia e Federica, sono impegnata nel concorso Young Business Talents (YBT).

Le radici del progetto affondano in terra spagnola, dove, sponsorizzato da marche tra le quali Nivea, ha riscosso grande successo (vedi il video  dell’ultima edizione). E’ il primo anno che viene proposto anche in Italia.

 

Da sinistra, Federica Parenti, Lucrezia Menoncello, Gaia Pieri

Da sinistra: Federica Parenti, Lucrezia Menoncello, Gaia Pieri

Lo scopo del progetto è imparare a gestire un’azienda. Per raggiungere questo obiettivo utilizziamo un simulatore, che elabora i dati da noi inseriti settimanalmente con la gestione della nostra azienda, produttrice di creme solari e idratanti. Il simulatore ci fornisce le proiezioni dei risultati che avremmo ottenuto nel corso di un anno di gestione dell’impresa. 


Le decisioni da prendere sono numerose: consapevoli del patrimonio che possediamo, diviso tra immobili e liquidità, abbiamo il compito di stabilire quante unità produrre e il PVP (prezzo di vendita); se vendere attraverso delegati o grossisti, al dettaglio o nei grandi magazzini e in quale mercato (interno o estero); se sia preferibile il prezzo pieno o con qualche promozione e che promozione applicare (3 x 2, sconto oppure sconto sull’acquisto successivo); se convenga investire soldi nelle strutture per aumentare la produzione massima oppure in pubblicità, e, nel caso, se pubblicarla su giornali, leggerla alla radio, mostrarla in televisione.

La prima settimana ci siamo dedicate alla comprensione dello scenario, dividendoci l’analisi dei documenti che ci erano stati forniti e riunendoci per cercare di avere una visione d’insieme. Dopo le prime simulazioni, in cui già abbiamo constatato quanto fosse difficile e impegnativo il progetto, abbiamo iniziato a prendere confidenza, ottenendo anche risultati soddisfacenti che ci hanno portato a raggiungere i quarti di finale di questa competizione.

Il progetto è proposto a livello nazionale; al termine di ogni fase, della durata di 3 settimane, sono selezionate le squadre che proseguiranno o meno la loro avventura. Attualmente gareggiano 334 squadre. Martedì 21 gennaio sarà il termine per l’inserimento delle decisioni relative al primo piano dei quarti di finale; speriamo di riuscire a superare anche questa fase e di approdare alle semifinali!

Affrontiamo questa sfida serene, con la consapevolezza che, comunque andrà, avremo imparato molto; siamo riuscite a dare il meglio di noi e avremo sempre un bel ricordo di questa esperienza, che ci ha unite ancora di più.

Gaia Giulia Pieri

Per ulteriori informazioni sul progetto potete consultare:

http://www.youngbusinesstalents.com/it/

 

Presentazione dei progetti estivi 2014

17 gennaio 2014

Alle Famiglie della Scuola Primaria

 

Prot. N. 37

 

 

Oggetto: presentazione dei progetti estivi 2014

Gentili Famiglie,

solo due righe per fare eco a quanto già apparso sul nostro sito da due giorni. Lunedì 20 gennaio, dalle ore 18.00 alle 20.00, presenteremo in Sala Martini i progetti estivi all’estero per gli studenti e le famiglie della Scuola Secondaria di I Grado e dei Licei Classico e Scientifico.

Saranno presenti i nostri tour operator di fiducia, che da anni collaborano con noi nel tentativo di offrirci non solo buoni prodotti, ma soprattutto di seguire con coerenza il nostro progetto didattico ed educativo, anche per le mete più lontane e per i programmi più insoliti.

In quest’occasione sarà allestito anche un banchetto informativo per chi desiderasse ricevere in anticipo informazioni sulla nuova proposta di Campus estivo, che sarà presentato ufficialmente in tutti i dettagli martedì 4 febbraio alle ore 18.00 direttamente dagli organizzatori. Nel corso della serata avremo modo anche di fornire altre informazioni sulle altre esperienze estive nelle nostre case di Gressoney e Caorle, che verranno comunque meglio presentate in riunioni dedicate in un prossimo futuro.

 

Con i più cordiali saluti.

 

Il Coordinatore dei progetti
prof. Paolo Tenconi

 

Presentazione dei progetti estivi 2014

15 gennaio 2014

Alle Famiglie della Scuola Secondaria di I Grado e dei Licei

 

Prot. N. 31

Oggetto: presentazione dei progetti estivi 2014

Gentili Famiglie,

solo due righe per fare eco a quanto già apparso sul nostro sito da due giorni. Lunedì 20 gennaio, dalle ore 18.00 alle 20.00, presenteremo in Sala Martini i progetti estivi all’estero per gli studenti e le famiglie della Scuola Secondaria di I Grado e dei Licei Classico e Scientifico.

Saranno presenti i nostri tour operator di fiducia, che da anni collaborano con noi nel tentativo di offrirci non solo buoni prodotti, ma soprattutto di seguire con coerenza il nostro progetto didattico ed educativo, anche per le mete più lontane e per i programmi più insoliti. Study Tours, Mister Go, Trinity Viaggi, Go beyond , gli Edenz Colleges e la New York Film Academy presenteranno le loro proposte alle nostre famiglie, con una formula un po’ rinnovata rispetto agli scorsi anni, che lascerà più spazio alle presentazioni e permetterà agli interessati di porre tutte le domande del caso.

Le mete previste spaziano dall’Inghilterra, all’Irlanda, agli Stati Uniti e giù fino alla Nuova Zeland con programmi di studio e turismo, ma anche lavoro: insomma ce n’è per tutti i gusti!

 

Vi aspettiamo numerosi per questo importante e piacevole appuntamento. In caso di bisogno non esitate a contattarmi al mio indirizzo email.

 

Con i più cordiali saluti.

Il Coordinatore dei progetti
prof. Paolo Tenconi

 

« Pagina precedente
Pagina successiva »

Bacheca Download