Il vero tesoro di Dubai

13 novembre 2014

Per saperne di più, leggi le news precedenti:   8/11 e 10/11

Il vero tesoro di Dubai


Pubblichiamo l’ultimo resoconto che ci ha fatto pervenire il prof. Tenconi da Dubai.


Per chi per due giorni e mezzo ha sgobbato (e, dato il luogo, l’espressione non è davvero inadeguata) senza quasi mai uscire dall’albergo, è sorprendente vedere quanto sia gradevole la mattina a Dubai: un sole caldo, ma non fastidioso, ci fa compagnia mentre giriamo per la grande città in pullman, con il prezioso aiuto di una guida esperta e piacevole. Fuori dai grattacieli del Financial Center scopriamo altri grattacieli e altri ancora, fino a raggiungere le spiagge del Golfo Persico, ancora abbastanza affollate di turisti che fanno il bagno. Poi ci siamo spostati a Bur Dubai, la città vecchia, con i suoi souk profumati e affollati: non abbiamo perso nemmeno uno studente e abbiamo concluso buoni affari.

Il gruppo dei Leoniani a Dubai

Il gruppo dei Leoniani a Dubai

Ma il bello doveva ancora venire. Nel primo pomeriggio una carovana di Land Cruiser ci ha prelevato direttamente davanti all’albergo per portarci all’interno della penisola, in pieno deserto. Qui abbiamo assistito ad uno spettacolo di un falconiere e poi mezz’ora di corsa tra le dune, con le automobili che si rincorrevano a vicenda: un divertimento davvero unico. La serata si è conclusa con una indimenticabile cena in mezzo al deserto, sotto una stellata da sogno, accompagnati da musiche arabe. Mi sembra corretto preavvisare le Famiglie dei nostri studenti che molti di essi erano vestiti da arabi con tuniche e copricapi rimediati nei suk a prezzo di estenuanti contrattazioni. Una testimonianza di come il lavoro di stay in character proposto da questa simulazione abbia raggiunto la sua massima espressione!

Ma, mi chiedevo nell’incanto della serata: e’ questo il tesoro di Dubai? Di che cosa tornano arricchiti i nostri giovani dopo una settimana araba?

Che siano forse i record di cui si fregia questa città, nata dal nulla, dove prima finiva la spiaggia e iniziava il deserto, e in pochi decenni diventata uno dei punti di riferimento del mondo? La torre più alta del mondo con l’ascensore più veloce del mondo, in prossimità del mall più grande del mondo, più grande dello stesso Louvre?

Se fosse così, noi e l’Associazione Diplomatici, organizzatrice dell’evento, non avremmo di che rallegrarci, perché non avremmo fatto altro che comportarci come un’agenzia viaggi, quando invece l’impegno reciproco rimane a pieno titolo quello della formazione dei nostri giovani. Per questo il vero tesoro di Dubai è molto di più di quello di Aladino.

Genitori e docenti, li troverete un po’ cambiati i vostri ragazzi ! Hanno vissuto una settimana di apertura a un mondo che fino a qualche giorno fa suscitava più la loro diffidenza che la loro curiosità, hanno incontrato lingue e culture diverse e si sono mischiati con esse, si sono messi in gioco, hanno affrontato insieme momenti difficili e momenti di soddisfazione. Li troverete plasmati dal gioco dell’educazione, che talvolta ottiene risultati sorprendenti non appena ricerchiamo i nostri obiettivi un metro fuori dalle mura della classe e fuori dagli stereotipi quotidiani.

Se saranno diventati migliori, sarà perché, anche grazie a questo progetto, avranno compiuto un passo in più lungo la strada per diventare adulti.

Prof. Paolo Tenconi

Bacheca Download