Menzione speciale per due classi di Liceo

15 novembre 2014

De Coubertin affermò che “l’importante è partecipare, non vincere”. Io credo, però, che ogni allenatore (o insegnante!) non debba stimolare né alla partecipazione (passiva) e neppure alla vittoria (acritica), quanto piuttosto incoraggiare la tensione del dare il meglio di sé, esortare al mettersi in gioco, pungolare nuove strade, coniugando l’esperienza e la preparazione personale con la creatività, capacità, innovatività dei ragazzi…  Credo che la vittoria non risieda tanto nella meta quanto nella strada intrapresa. Insieme.

CatozzellaEcco allora che quando arrivano “medaglie di argento” che hanno il sapore di “medaglie di platino” – sia dal punto di vista didattico, che dal punto di vista umano – il Mister/Prof. coinvolto non può che essere doppiamente fiero per i propri atleti / studenti.

Il riferimento sportivo non è casuale. Ancora una volta parliamo del libro di Giuseppe Catozzella, autore di Non dirmi che hai paura, libro che a 10 mesi dalla pubblicazione ha già vinto 9 premi importanti (tra cui lo Strega Giovani), è stato tradotto in 8 lingue e venduto in 22 Paesi, nonché definito “il libro più amato dell’anno nelle scuole italiane” (Leggi la news dell’intervento di Catozzella al Leone XIII).

Come annunciato, due nostre classi, lo scorso anno scolastico, hanno partecipato al concorso abbinato al libro, Non dirmi che hai paura Lab. La giuria che ha vagliato i lavori delle scuole era composta da: Giulia Maldifassi, vicepresidente associazione Il Razzismo è una  brutta storia; Alberto Rollo, direttore letterario Feltrinelli; Cristiano Guerri, art director Feltrinelli; Giuseppe Catozzella, autore di Non dirmi che hai paura  (Feltrinelli, 2014), editor narrativa italiana Feltrinelli.

Gli studenti della (ex) IV Ginnasio e della (ex) I Scientifico B hanno scritto dei racconti sui temi dell’immigrazione e del razzismo, preceduti da interviste e blog.

Nessuna delle due classi ha vinto il concorso, ma ad entrambe è stata assegnata una menzione speciale, con le seguenti motivazioni:

–          alla IV ginnasio (attuale II Classico): “per  l’intraprendenza con la quale si sono lanciati nel lavoro giornalistico”;

–          alla I scientifico B (attuale II B Scientifico): “per la competenza digitale e le modalità di lavoro innovative”.

Ai ragazzi che si sono impegnati, a tutti e a ciascuno, e alle professoresse Elisabetta Brun e Vera Bondi (che hanno seguito la stesura dei lavori, tirato le fila, nonché incoraggiato nei momenti di “stallo”…) un applauso da stadio olimpico!

Prof.ssa Gaia De Vecchi

Pensare teologicamente EXPO2015

15 novembre 2014

L’impegno diretto e indiretto del Leone XIII con EXPO 2015 si esplica in numerose direzioni. Protagonista, in questa fase, è la nostra prof.ssa Gaia De Vecchi, docente di religione presso la Scuola Secondaria di I Grado, che si accosta ai temi di EXPO da prospettive inusuali ma affascinanti: la teologia e l’educazione. 

 

Seminario CATI, a Roma

expo2015

Dal 7 al 9 novembre 2014 la prof.ssa De Vecchi ha preso parte a Roma (in quanto chiamata a rappresentare l’ATISM, Associazione Teologica Italiana per lo Studio della Morale) a un seminario di studio e di riflessione interdisciplinare dal titoloPer la vita del mondo” (GV 6, 48). Pensare teologicamente verso l’EXPO 2015, organizzato dal CATI (Coordinamento Associazioni Teologiche Italiane), cui aderiscono le principali associazioni teologiche italiane.

Tra le personalità che hanno animato i lavori romani, numerosi docenti universitari di diverse Facoltà e istituzioni pontificie, come don Romano Penna, don Renzo Pegoraro (tra l’altro, Cancelliere della Pontificia Accademia per la Vita), il prof. Valentino Maraldi  e don Luigi Girardi,  che hanno guidato le differenti sessioni di lavoro. Gli scambi del seminario di studio saranno presto disponibili in una pubblicazione di cui vi daremo notizia.

—————————–

Seminari di San Fedele, a MilanoSeminari S. Fedele

Il prossimo 20 novembre, presso il Centro San Fedele a Milano, si terrà il terzo e ultimo appuntamento del Ciclo di seminari verso EXPO, dal titolo: Cibo, culture e religioni. Il ciclo è stato promosso dalla Fondazione Culturale San Fedele, dalla rivista Aggiornamenti Sociali, dalla Curia Ambrosiana, e diverse altre associazioni.

Quel giorno, dopo la lectio magistralis di Luciano Manicardi (vice priore della comunità di Bose), i partecipanti potranno scegliere tra due sessioni di lavoro, dedicate rispettivamente ai temi Cibo e convivialità: tra tradizione e pluralismo e Cibo e etica: tradizioni religiose e pratiche di umanità. All’interno di questa seconda sessione ritroveremo in veste di protagonista e di relatrice la prof.ssa De Vecchi, che interverrà sul tema Educare all’alimentazione, educare tramite l’alimentazione.

Anche in questo caso, il seminario sarà arricchito dalla presenza di numerosi relatori di spicco, come Michela Badii del Laboratorio EXPO dell’Università degli Studi di Milano Bicocca, Anna Casella e Franco Riva, docenti dell’Università Cattolica di Milano, Massimo De Giuseppe dello IULM di Milano.

Alla prof.ssa Gaia De Vecchi va il plauso di tutta la comunità del Leone per il qualificato contributo sui temi di EXPO.

Prof. Antonio Bertolotti

 

OPEN DAY LICEI del 29 novembre

14 novembre 2014

A tutti gli studenti dei Licei e alle loro Famiglie

Prot. 774

Oggetto: OPEN DAY LICEI del 29 novembre

Cari studenti,

sabato 29 novembre si svolgerà in Istituto l’Open Day dei Licei. E’ un’occasione importante per far conoscere l’offerta formativa della scuola, che dal prossimo anno si amplia con l’apertura di una sezione di Liceo Scientifico Sportivo. Riguardo a questa novità riceverete nei prossimi giorni una comunicazione dedicata.

Il giorno dell’Open Day avremo bisogno della vostra preziosa collaborazione per accogliere le famiglie in visita, accompagnare i ragazzi, raccontare qualcosa della vostra scuola, partecipare ad alcune lezioni dimostrative.

L’impegno richiesto è dalle ore 9:15 alle ore 13:15 circa. Qualche giorno prima del 29 riceverete tutte le informazioni per la giornata (il vostro compito, l’abbigliamento…).

Per partecipare occorre compilare l’autorizzazione che trovate qui sotto e consegnarla agli assistenti Andrea o Mara entro e non oltre martedì 18 novembre. Gli studenti maggiorenni del V anno possono firmare direttamente l’autorizzazione, che ci serve comunque per conoscere i nomi dei partecipanti.

Ricordo invece agli studenti di III, IV e V Liceo Classico che la presenza all’Open Day è obbligatoria ai fini del completamento orario. Pertanto per loro non è necessario compilare l’autorizzazione. Solo gli studenti di queste tre classi si ritroveranno nelle rispettive aule alle ore 9:15 per l’appello e la registrazione della presenza. Gli altri studenti si ritroveranno alla stessa ora puntuali davanti al Media Lab.

Ringrazio fin d’ora tutti quelli che vorranno svolgere questo servizio per la scuola.

Il Coordinatore Didattico

prof. Vincenzo Sibillo

——“————————–Autorizzazione ———————————————————————————-
Io sottoscritto_____________________________ genitore di___________________________
della classe_______________________, autorizzo mio/a figlio/a a partecipare all’Open Day dei Licei sabato 29 novembre dalle ore 9:15 alle ore 13:15 in Istituto.

Data_______    Firma del genitore (o dello studente del V anno maggiorenne)__________________________________

Al Leone la terza edizione di Tablet School

13 novembre 2014

Sabato 15 novembre il nostro Istituto ospiterà un importante evento organizzato da ImparaDigitale: si tratta di Tablet School, giunto alla sua terza edizione, dopo il successo riscosso nelle prime due edizioni. L’evento ha già suscitato un grande favore di pubblico, tanto che dopo due sole settimane dall’annuncio è stato necessario chiudere le iscrizioni.

Durante la mattinata saranno proposti alcuni workshop didattici, che trovate a questo indirizzo.

TabletSchoolAnche il Leone XIII parteciperà con un workshop tenuto dalla prof.ssa Elisabetta Biella: Non solo latino: come la tecnologia facilita una didattica comparativa. Lingue antiche e lingue moderne a confronto.

E’ interessante riassumere le origini di Tablet School: nel 2012 la prof.ssa Dianora Bardi, vice presidente di ImparaDigitale, rileva che, nei grandi convegni sulla scuola, mancano spesso proprio gli studenti, veri protagonisti del processo di apprendimento. Tablet School sarà il primo grande evento sulla scuola a mettere realmente al centro i ragazzi. Saranno quindi loro a sceglierne il nome e a disegnarne il logo attraverso un concorso su Facebook, saranno loro a salire sul palco con un occhio critico sulle opportunità che apre il digitale.

Altra importante riflessione della prof.ssa Bardi riguarda il fatto che chi fornisce tecnologie e contenuti digitali alla scuola propone spesso soluzioni a cui la scuola si deve adattare. Tablet school ribalta questa situazione: saranno i ragazzi e i docenti a parlare di scuola e saranno i colossi del settore tecnologico ed editoriale a dover raccogliere con grande attenzione i suggerimenti e le esigenze di chi la scuola la vive, prima di formulare le proprie proposte. Il successo di Tablet School è considerevole e le ricadute di questo approccio notevoli.

Quest’anno Tablet School si fa laboratorio aperto a tutti: un’ampia offerta di workshop che interessano ogni ordine di scuola, dalla Primaria ai Licei, prenderà vita nelle nostre aule. Spazi in cui l’esperienza didattica diventa condivisibile attraverso le nostre dotazioni tecnologiche, dove tutti potranno partecipare alle attività proposte collegandosi alla nostra rete Wi-Fi che garantirà l’accesso contemporaneo ai presenti, più di 850 persone!

La presentazione del Curriculum Mapping, ideato da ImparaDigitale, e la tavola rotonda del pomeriggio, offriranno a chi lo desidera un’occasione per riflettere insieme sull’esperienza e sugli spunti emersi.

Il Leone XIII, da sempre associato a Imparadigitale, è felice di poter dare il proprio contributo ad un evento che nasce dalle aspirazioni e dalle intuizioni di chi la scuola la fa, la conosce e la vive con passione.

Prof.ssa Francesca Argenti, referente nazionale per le tecnologie dei Collegi dei Gesuiti

Il vero tesoro di Dubai

13 novembre 2014

Per saperne di più, leggi le news precedenti:   8/11 e 10/11

Il vero tesoro di Dubai


Pubblichiamo l’ultimo resoconto che ci ha fatto pervenire il prof. Tenconi da Dubai.


Per chi per due giorni e mezzo ha sgobbato (e, dato il luogo, l’espressione non è davvero inadeguata) senza quasi mai uscire dall’albergo, è sorprendente vedere quanto sia gradevole la mattina a Dubai: un sole caldo, ma non fastidioso, ci fa compagnia mentre giriamo per la grande città in pullman, con il prezioso aiuto di una guida esperta e piacevole. Fuori dai grattacieli del Financial Center scopriamo altri grattacieli e altri ancora, fino a raggiungere le spiagge del Golfo Persico, ancora abbastanza affollate di turisti che fanno il bagno. Poi ci siamo spostati a Bur Dubai, la città vecchia, con i suoi souk profumati e affollati: non abbiamo perso nemmeno uno studente e abbiamo concluso buoni affari.

Il gruppo dei Leoniani a Dubai

Il gruppo dei Leoniani a Dubai

Ma il bello doveva ancora venire. Nel primo pomeriggio una carovana di Land Cruiser ci ha prelevato direttamente davanti all’albergo per portarci all’interno della penisola, in pieno deserto. Qui abbiamo assistito ad uno spettacolo di un falconiere e poi mezz’ora di corsa tra le dune, con le automobili che si rincorrevano a vicenda: un divertimento davvero unico. La serata si è conclusa con una indimenticabile cena in mezzo al deserto, sotto una stellata da sogno, accompagnati da musiche arabe. Mi sembra corretto preavvisare le Famiglie dei nostri studenti che molti di essi erano vestiti da arabi con tuniche e copricapi rimediati nei suk a prezzo di estenuanti contrattazioni. Una testimonianza di come il lavoro di stay in character proposto da questa simulazione abbia raggiunto la sua massima espressione!

Ma, mi chiedevo nell’incanto della serata: e’ questo il tesoro di Dubai? Di che cosa tornano arricchiti i nostri giovani dopo una settimana araba?

Che siano forse i record di cui si fregia questa città, nata dal nulla, dove prima finiva la spiaggia e iniziava il deserto, e in pochi decenni diventata uno dei punti di riferimento del mondo? La torre più alta del mondo con l’ascensore più veloce del mondo, in prossimità del mall più grande del mondo, più grande dello stesso Louvre?

Se fosse così, noi e l’Associazione Diplomatici, organizzatrice dell’evento, non avremmo di che rallegrarci, perché non avremmo fatto altro che comportarci come un’agenzia viaggi, quando invece l’impegno reciproco rimane a pieno titolo quello della formazione dei nostri giovani. Per questo il vero tesoro di Dubai è molto di più di quello di Aladino.

Genitori e docenti, li troverete un po’ cambiati i vostri ragazzi ! Hanno vissuto una settimana di apertura a un mondo che fino a qualche giorno fa suscitava più la loro diffidenza che la loro curiosità, hanno incontrato lingue e culture diverse e si sono mischiati con esse, si sono messi in gioco, hanno affrontato insieme momenti difficili e momenti di soddisfazione. Li troverete plasmati dal gioco dell’educazione, che talvolta ottiene risultati sorprendenti non appena ricerchiamo i nostri obiettivi un metro fuori dalle mura della classe e fuori dagli stereotipi quotidiani.

Se saranno diventati migliori, sarà perché, anche grazie a questo progetto, avranno compiuto un passo in più lungo la strada per diventare adulti.

Prof. Paolo Tenconi

Presentazione progetti INTEGRATION

13 novembre 2014

Milano, 12 novembre 2014

 

A TUTTE LE FAMIGLIE

CLASSI SECONDE SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO

 

A TUTTE LE FAMIGLIE E GLI STUDENTI

CLASSI TERZE LICEI CLASSICO E SCIENTIFICO

Prot. n. 769

 

Gentili Genitori, cari ragazzi,

 

nell’ottica di un costante miglioramento delle proposte che il nostro Istituto offre ai ragazzi per rafforzare la propria vocazione all’internazionalità, Vi invitiamo a partecipare ad un incontro che si svolgerà il prossimo MERCOLEDI 26 NOVEMBRE alle ore 18:00, nel corso del quale verranno presentate due nuove iniziative di integration, vale a dire la frequenza di un periodo di studio all’estero, inserito nella realtà scolastica locale per l’intera durata del periodo.

 

A introdurre l’incontro sarà la Prof.ssa Ida Romano, docente di Inglese presso l’Istituto Massimo di Roma e Referente Nazionale per l’Internazionalità delle scuole della Compagnia di Gesù in Italia.

 

Nella prima parte dell’incontro, che si svolgerà in Sala Martini, la Prof.ssa Romano illustrerà i vantaggi che l’integration offre rispetto ad altre forme di attività all’estero. Sarà presente anche il Prof. Paolo Tenconi, Responsabile del nostro Istituto per i Progetti.

Ci si suddividerà poi in due diversi gruppi per la presentazione delle due proposte del Leone XIII per il presente e il prossimo anno scolastico:

 

–          alle famiglie del terzo anno dei Licei verrà presentata (per l’a.s. 2015-2016) la proposta di un anno di integration presso lo Stonyhurst College, uno dei più prestigiosi college inglesi, che appartiene alla Compagnia di Gesù e presso il quale già quest’anno un gruppo di studenti del Massimo di Roma e del Sociale di Torino stanno frequentando l’anno scolastico;

–          sempre per l’a.s. 2015-2016 verranno inoltre rinnovate le proposte di un periodo quadrimestrale di integration nei collegi americani dei Gesuiti di New York (Xavier College) e di San Francisco (St. Ignatius College), già attive da due anni;

 

–          alle famiglie del secondo anno della Scuola Secondaria di I Grado verrà invece presentata la nuovissima proposta di una settimana di integration, che si svolgerà dal 31 maggio al 7 giugno 2015 presso il Bedstone College, in Galles.

 

Vi aspettiamo numerosi e Vi rinnoviamo i nostri migliori saluti.

 

I Coordinatori Didattici

 

Prof. Antonio Bertolotti

Prof. Vincenzo Sibillo

 

Due studenti premiati a Dubai

10 novembre 2014

Proseguono a Dubai i lavori del CWMUN. Clicca qui per saperne di più.

Riceviamo una bella notizia dal prof. Paolo Tenconi, che accompagna gli studenti milanesi. Ecco la cronaca:

La giornata di ieri, domenica 9 novembre, era cominciata in modo normale. Tutti i delegati si erano presentati puntuali all’appello delle loro delegazioni dopo un’abbondante colazione, eleganti e determinati a riprendere la discussione sospesa il giorno precedente. La seduta era appena ricominciata, quando un fatto inaspettato rompeva l’equilibrio dei lavori che fino a quel momento erano proceduti lungo un cammino lineare.

Da sin. Giacomo Mazzi e Michele Zanfagna

Da sin. Giacomo Mazzi e Michele Zanfagna

Il rappresentante in Giappone delle Nazioni Unite veniva ammesso nelle assemblee per comunicare ai Delegati una notizia straordinaria, appena battuta dalle agenzie. Tre satelliti esplorativi non autorizzati erano stati lanciati nella notte dalla Corea del Nord nello spazio aereo giapponese, notizia confermata dalle principali autorità spaziali americane ed europee. La Corea del Nord aveva inoltre armato le testate nucleari di alcuni suoi missili e li aveva puntati proprio sul Giappone. Il diplomatico giapponese chiedeva quindi alle Assemblee di considerare fortemente la possibilità di dibattere questa emergenza per aiutare i due Paesi a trovare una soluzione pacifica e il mondo a godersi meglio la festa dei 25 anni della caduta del Muro.

Spero che i lettori non si siano allarmati per questa notizia: stiamo parlando, infatti, di una simulazione, o meglio di una simulazione nella simulazione. Per questo tutte le assemblee hanno dovuto abbandonare il topic su cui si erano preparate prima della partenza per affrontare un’emergenza del tutto sconosciuta, proprio come succede nelle assemblee vere.

Il risultato e’ stato davvero soddisfacente: dopo un momento di scoramento e confusione, tutti i delegati si sono rimboccati le maniche e si sono messi al lavoro. I Leoniani non sono stati da meno, tanto che oggi, durante la cerimonia conclusiva, abbiamo ricevuto due premi significativi: un best position paper per Giacomo Mazzi della 3 scientifico B e la honourable mention per Michele Zanfagna della 4 scientifico B. Congratulazioni ragazzi, siete stati davvero bravi!

I complimenti vanno anche agli altri componenti della nostra squadra per la dedizione e la serietà con cui hanno affrontato questi due giorni e mezzo di lavoro davvero impegnativi e per l’energia che hanno messo nella partecipazione.

Da stasera comincia la parte turistica con lo spettacolo delle fontane. Domani saremo in cima (o quasi) al Burj Khalifa e dopodomani gita e cena nel deserto. Ma di questo parleremo la prossima volta.

Prof. Paolo Tenconi

Liceali a Dubai per il CWMUN

8 novembre 2014

Per chi arriva a Dubai la prima volta l’impatto e’ davvero sorprendente! La New York del Golfo Persico, il giocattolo degli sceicchi, dove tutto deve essere di più: la torre più alta del mondo, l’aeroporto più costoso, il Mall più grande e con la più alta concentrazione di griffe internazionali. E’ un deserto che vive di automobili in continua corsa, di gente affaccendata; e tante sono le tipologie umane. Quelle che ci incuriosiscono di più sono quelle vestite di bianco, con i tradizionali copricapi bianchi o a scacchi, che sono poi gli arabi locali.

 

Il console italiano a Dubai Giovanni Favilli

Il console italiano a Dubai Giovanni Favilli inaugura i lavori

Che cosa ci facciamo noi del Leone a Dubai? Siamo venuti a discutere di diritti umani insieme a studenti inglesi, brasiliani, russi, pakistani, sempre utilizzando il programma Change the World Model United Nations dell’Associazione Diplomatici, che ha deciso di allargare i suoi orizzonti portando il modello collaudato delle simulazioni ONU nelle aree più interessanti ed emergenti del mondo, dove le contraddizioni tra ricchezza e povertà si notano con maggiore evidenza e dove la sfida dei diritti umani e’ particolarmente sentita.

Il gruppo a Dubai e’ più piccolo del solito: 140 studenti contro i soliti 1600 delle Conferences americane tradizionali. Noi del Leone siamo 14 e quindi costituiamo il 10% del totale, la delegazione più numerosa dall’Italia: una bella soddisfazione e un’importante presenza in questa nuova avventura globale.

Oggi pomeriggio, sabato 8 novembre, sono cominciati i lavori nei due gruppi previsti per le scuole superiori,

I giovani partecipanti alla cerimonia inaugurale

I giovani partecipanti alla cerimonia inaugurale

vale a dire il Security Council di 15 studenti e il più ampio UNCTAD, cioè lo United Nations Commission on Trade and Development, che si misureranno rispettivamente sui rischi della proliferazione nucleare nel Medio Oriente e sulla relazione tra disarmo e sviluppo. Il dibattito si presenta già acceso, soprattutto per la presenza di una forte delegazione pakistana: le prime schermaglie le abbiamo viste nella skypecall con Islamabad organizzata mercoledì scorso dal nostro Istituto.

Un augurio di cuore ai nostri giovani, che si sono preparati con cura e attenzione a questo importante appuntamento per poter sostenere con efficacia le posizioni dei Paesi che devono rappresentare. I dettagli ai prossimi resoconti.

Prof. Paolo Tenconi

 

Incontro con il mondo del lavoro

7 novembre 2014

Agli Studenti del V anno dei Licei Classico e Scientifico

e p.c. alle Famiglie e ai Docenti delle medesime classi

Prot. 753

OGGETTO: incontro con il mondo del lavoro
Cari ragazzi,

per le attività di orientamento in uscita, quest’anno vi proponiamo un incontro con alcuni professionisti, consapevoli che le scelte da effettuare a conclusione del Liceo non possano prescindere da uno sguardo al mondo del lavoro.

 

Per questo motivo lunedì 17 novembre, dalle 11:50 alle 14, in Sala Martini, incontrerete:

 

–          la dott.ssa Maria Cristina Ferradini, responsabile del Dipartimento Sostenibilità e Fondazione di Vodafone Italia;

 

–          il dottor Alberto Macchi, medico chirurgo specializzando in Urologia presso I.E.O.;

 

–          la dott.ssa Sheina Sampson, coordinatrice BE Consulting;

 

–          il dott. Bruno Goatelli, direttore Risorse Umane Istituto Auxologico;

 

–          il dott. Paolo Citterio, presidente GIDP Associazione Direttori Risorse Umane.

 

Seguirà una breve testimonianza degli studenti Carlo Rubini e Marcello D’Aprile, che hanno svolto uno stage lavorativo presso BE Consulting.

 

Potrete infine rivolgere agli intervenuti le domande di vostro interesse.

 

Modera l’incontro il prof. Ildefonso Sgarella, Coordinatore Vicario del Liceo Classico e responsabile dell’orientamento in uscita.
Vi ringrazio

Il Coordinatore Didattico

Prof. Vincenzo Sibillo

SABATO 8/11 OPEN DAY SCUOLA MEDIA

6 novembre 2014

SABATO 8 NOVEMBRE si svolgerà l’OPEN DAY della Scuola Secondaria di I Grado dell’Istituto Leone XIII, con entrata dall’ingresso principale (via Leone XIII n. 12), che si affaccia sui giardini pubblici Giuseppe Lazzati.

Le famiglie si ritroveranno alle ore 10:30 in Sala Martini per un saluto del Rettore, la prof.ssa Gabriella Tona, e un incontro con il Coordinatore Didattico il prof. Antonio Bertolotti e i Docenti della scuola.

Tra le 10:45 e le 12:00, i ragazzi visitatori verranno accompagnati in un tour della scuola a loro dedicato, nel corso del quale visiteranno le strutture e svolgeranno alcune attività, sotto la guida degli insegnanti e degli studenti del Leone XIII.

Dalle 11:30 circa anche i genitori avranno l’opportunità di visitare l’Istituto; potranno poi accedere liberamente ai locali che ospitano la Secondaria di I Grado, dove incontreranno personalmente insegnanti e studenti delle classi terze, con i quali potranno dialogare per conoscere in maniera più diretta e approfondita tutte le attività e le iniziative organizzate dalla scuola.

L’Open Day avrà termine tra le ore 13:00 e le 13:30.

Vi aspettiamo numerosi!

« Pagina precedente
Pagina successiva »

Bacheca Download