La III Sc A si aggiudica il Social Super Bowl

11 maggio 2015

Si è conclusa oggi, 11 maggio, nell’Auditorium di Assolombarda, la lunga avventura del Social Super Bowl, organizzata e condotta dall’Associazione Civis, in collaborazione con Fondazione Cariplo, Altis Cattolica, il PIME e ovviamente Assolombarda.

Il progetto ha coinvolto 200 studenti di 6 indirizzi scolastici diversi, suddivisi in 35 squadre: tra questi gli studenti della III Scientifico A del Leone XIII, anch’essi divisi per squadre, che hanno progettato delle migliorie per la nostra città, lavorando su idee sostenibili, sia dal punto di vista ambientale che sociale; per fare ciò hanno affrontato tra ottobre e marzo una serie di incontri di istruzione guidati dal prof. Luca Quaratino, ricercatore universitario presso lo IULM di Milano, che li ha seguiti in tutti i passi della ideazione, attuazione  e comunicazione del progetto.

La premiazione di Green Ticket

La premiazione di Green Ticket

La squadra vincente si chiama Green Ticket ed è composta da Tommaso Amitrano, Andrea Casalegno, Simone Cornelli, Andrea Francescotto e Matteo Zanelli, nella foto qui a fianco insieme al loro formatore Luca Quaratino e a Francesco Morace, Presidente di Future Concept Lab e ideatore del Festival della Crescita, un campus di idee e innovazioni a cui i nostri ragazzi vincitori saranno invitati il prossimo ottobre.

Il progetto ideato dai nostri brillanti studenti è costituito da una macchina che, raccogliendo bottiglie di plastica usate, fornisce in cambio gratuitamente un biglietto per i mezzi pubblici: insomma, un’idea eco sostenibile che combina l’attenzione al riciclo della plastica con il tema dell’utilizzo dei mezzi pubblici per ridurre l’inquinamento atmosferico.

Al di là del doveroso riconoscimento per la vittoria, a cui si deve anche aggiungere la nomination tra i dieci migliori progetti ottenuta dall’idea di abbellimento urbano progettata da Alessandra Bonissoni, India Colombini, Francesca Ferrero e Camilla Giaj Levra, dobbiamo riconoscere la grande utilità di un progetto di questo genere: tutti gli studenti sono stati coinvolti e sono cresciuti mese per mese in autonomia e nella loro capacità di elaborazione di idee personali.

Progetti come questo aiutano senza dubbio i nostri giovani a sviluppare quelle competenze trasversali che saranno fondamentali all’Università e nel mondo del lavoro e li preparano a costruirsi pian piano una strada che va oltre lo svolgimento della loro quotidiana giornata in classe. Un contributo ulteriore a diventare grandi e ad assumersi gradualmente le conseguenti responsabilità.  Bravi ragazzi!

Prof. Paolo Tenconi
Coordinatore dei Progetti

Bacheca Download