In che mondo sono capitata?

30 ottobre 2015

C’era una volta un bambino con una bicicletta rossa, che arrivò a un castello lontano, dove alloggiava un maestro famoso perché abilissimo nell’arte di sconfiggere  i draghi….

E’ iniziato così, con una fiaba inventata dai professori, il seminario Propedeutico proposto dal 21 al 24 ottobre ai docenti dei Collegi della Compagnia di Gesù dal Centro di Formazione per l’Attività Educativa dei Gesuiti d’Italia (CeFAEGI): dalle scuole di Torino, Milano, Roma, Napoli e Palermo professori più o meno ‘nuovi’ hanno lasciato per tre giorni registri, verifiche e campanelle per scoprire o ripensare i fondamenti della Pedagogia Ignaziana.

Milano il luogo d’incontro, ‘ignaziano’ lo stile della proposta: sollecitazioni, laboratori, drammatizzazioni, testimonianze e valutazioni hanno accompagnato i partecipanti in un percorso che per tappe ha acceso domande più che confezionato risposte. In che mondo sono capitato? Chi era sant’Ignazio? E gli Esercizi Spirituali cosa c’entrano con la pedagogia? Domande che abbiamo iniziato a fare nostre nei modi più diversi: qualcuno ha recitato, altri hanno disegnato, un gruppo ha composto poesie; tutti hanno scambiato dubbi, entusiasmi, convinzioni e prime impressioni.

Alla fine un affondo sul nostro lavoro, e la passione si vede subito: il collega di Palermo soffre davvero a rinunciare alla Mandragola nel laboratorio di progettazione didattica su Machiavelli. Ma gli sforzi e le attenzioni finiscono per convergere sulle parole nuove che ci hanno affidato: Praelectio, Lectio, RepetitioContesto, Esperienza, Riflessione, Azione. Eccolo finalmente il Paradigma Pedagogico Ignaziano!

Ma proprio quando ci sembra di avvicinarci al centro, di pizzicare delle corde che potrebbero far suonare una musica forse nuova nelle classi, i lavori giungono al termine. Ora è tempo di riflessione, di sedimentare, per non perdersi già qualcosa di prezioso per strada. Ci si saluta con abbracci e sorrisi, l’appuntamento è a marzo per la seconda tappa, con i compiti fatti. Già, i compiti anche per noi prof.: in che mondo sono capitata?

Prof.ssa Alice Zanardi
Docente dei Licei del Leone XIII

I partecipanti al Propedeutico 2015

I partecipanti al Propedeutico 2015

Open Day Licei e nuove modalità di iscrizione

29 ottobre 2015
ALLE FAMIGLIE DELLE CLASSI TERZE DELLA SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO 

Gentili Famiglie,trovate in allegato una comunicazione del Coordinatore Didattico dei Licei relativa all’oggetto indicato.

Di seguito trovate l’allegato: Lettera Famiglie studenti Leone

Cordiali saluti

La Segreteria

Istituto Leone XIII

Via Leone XIII, 12 – 20145 Milano
Tel. 02 4385021 – Fax 02 48009979

Il coraggio della verità premia

29 ottobre 2015

E’ grazie a giornate come questa che le persone che la mafia ci ha portato via possono continuare a vivere e ad operare con noi per un futuro migliore e più giusto. Con le belle parole pronunciate dalla signora Annalori, vedova dell’avvocato Giorgio Ambrosoli, ucciso a Milano l’11 luglio del 1979, si è conclusa la cerimonia di premiazione del concorso Il coraggio della verità – edizione 2015, svoltasi a Milano mercoledì 28 ottobre.

Proprio alla memoria di Giorgio Ambrosoli è intestata l’omonima Associazione Civile fondata nel 2011 su iniziativa di un gruppo di cittadini milanesi impegnati nella vita sociale e culturale della città di Milano e attivi nel sostenere l’impegno di ogni persona per lo sviluppo di una convivenza sociale giusta, libera e fondata sui principi della Costituzione.

Ogni anno l’Associazione promuove la Giornata della virtù civile, che gode dell’Alto Patrocinio del Presidente della Repubblica e che si articola in una serie di importanti manifestazioni culturali e artistiche. Tra queste, due concorsi nazionali rivolti alle scuole del primo e del secondo ciclo.

Per le Scuole Secondarie di I Grado il concorso, che si intitola Il coraggio della verità, è stato dedicato in passato a diverse figure che si siano distinte nella lotta contro la criminalità organizzata di stampo mafioso e nell’impegno civile nel segno della legalità, come ad esempio lo stesso Giorgio Ambrosoli, oppure Libero Grassi, Carlo Alberto dalla Chiesa, Guido Galli, Tommaso Padoa Schioppa, don Pino Puglisi.

Peppino ImpastatoPer l’edizione di quest’anno, la settima, la personalità scelta è Peppino Impastato, giovane giornalista palermitano capace di rompere con la propria famiglia di origine collusa con la mafia, per impegnarsi attivamente in nome di una società più giusta e libera attraverso i microfoni di una radio libera, Radio Aut; Peppino Impastato verrà assassinato nella notte tra l’8 e il 9 maggio 1978 a Cinisi, a soli 30 anni.

Partendo dalla lettura della graphic novel Peppino Impastato. Un giullare contro la mafia, di Marco Rizzo e Lello Bonaccorso (ed. Beccogiallo Editore, 2009) e dalla visione del film I cento passi del regista Marco Tullio Giordana (2000), le scuole medie sono state invitate a produrre degli elaborati che fossero frutto di un lavoro collettivo in classe e fuori dalla classe  e che – come si legge nel bando del concorso – potessero promuovere nella cittadinanza e in particolare nelle generazioni più giovani lo sviluppo di una coscienza civica, nella convinzione che essa, diffondendosi a macchia d’olio dalla famiglia alla scuola e dalla scuola all’intera società, rappresenti un valore in grado di migliorare la vita di ciascuno in tutti gli ambiti.

Nel corso della manifestazione pubblica presso il Teatro Dal Verme di Milano, nella mattina di mercoledì 28 ottobre, sono state premiate tutte le scuole primarie e secondarie di I grado i cui elaborati sono stati valutati da due autorevoli giurie di professionisti (legali, architetti, docenti universitari, magistrati), coordinate dalla dott.ssa Veronica Notarbartolo, Presidente dell’Associazione Civile Giorgio Ambrosoli.

Il gioco dei 100 passi

Il gioco dei 100 passi

I ragazzi della classe TERZA sez. E della Secondaria di I Grado del Leone XIII hanno deciso di impegnarsi nella realizzazione di un gioco da tavolo, che è stato intitolato Il gioco dei 100 passi e che ha ricevuto il primo premio assoluto tra le Secondarie di I Grado: davvero una grandissima soddisfazione e un giusto premio per un lavoro di grande qualità, prodotto con passione e impegno, che ha riscosso l’unanime plauso di tutti.

Ma che cos’è il Gioco dei 100 passi? Si tratta di una sorta di gioco dell’oca costituito da un percorso di 100 caselle che conducono simbolicamente non da casa Impastato a casa Badalamenti, cioè dalla legalità all’illegalità, bensì verso la lgalità, dal punto in cui ciascuno si trova verso una ideale Radio Aut, da dove proclamare la propria presa di posizione di fronte a ogni genere di mafia o di comportamento illegale.

Lungo il percorso si incontrano tre tipi di caselle speciali: quelle verdi che ci parlano di persone che hanno impegnato la propria vita a testimoniare la possibilità di vincere l’illegalità (e che ci fanno procedere più veloci), quelle gialle che ci obbligano a conoscere e a dare una risposta sulla vita e le azioni di Peppino Impastato, e quelle rosse, che ci bloccano la strada perché ci mostrano esempi di azioni quotidiane che ciascun ragazzo o ragazza può compiere e che aprono la strada all’illegalità.

Alla manifestazione hanno presenziato, premiando i vincitori, la signora Annalori Ambrosoli e la figlia Francesca, nonché il fratello di Peppino Impastato, Giovanni, da tempo impegnato nella difesa della memoria di Peppino e in una lunga e appassionata opera di difesa delle virtù civili (come testimoniano le istituzioni fondate a Cinisi, quali la Casa Memoria di Felicia e Peppino Impastato e il sito web).

Un meritato applauso ai ragazzi che sono stati protagonisti di questa splendida lezione di civiltà e di creatività: si può imparare a diventare degli adulti  responsabili, consapevoli e capaci di testimoniare anche passando dall’intelligenza di un gioco.

I ragazzi premiati con Giuseppe Impastato

I vincitori con Giovanni Impastato

Bravi dunque Camilla Aloisio, Filippo Bencini, Margherita Biella, Lucrezia Branca, Marta Crugnola, Antonio D’Agostino, Carlo Esposito, Alice Ferrara, Bianca Friggi, Aron Hu, Tommaso Manca, Lucrezia Memè, Iacopo Nassigh, Edoardo Nesci, Caterina Olea, Martina Pizzocaro, Virginia Puglisi, Tommaso Rotundo, Emanuela Saracino, Daniele Scalise, Gualtiero Schiavi, Matteo Stella, Andrea Wang.

Grazie anche alla prof.ssa Gaia De Vecchi, ideatrice del gioco, e alle prof.sse Elena Fietta e Silvia Pizzul che hanno seguito i ragazzi, con la collaborazione di tutti gli insegnanti del Consiglio di Classe; il progetto grafico e la stampa della scatola da gioco e del tabellone sono stati curati da Fabio De Vecchi, mentre i ragazzi hanno prodotto tutti i contenuti del gioco.

Prof. Antonio Bertolotti
Coordinatore Didattico
Scuola Secondaria di I Grado

Rugby: Leone XIII vs Sociale 31-12

28 ottobre 2015
In giallo i lombardi

In giallo i lombardi

Venerdì 23 ottobre a Lainate si è disputata la prima gara del campionato delle Accademie Zonali under 18 di Rugby, nel quale milita la squadra di Milano che ha sede nel nostro Istituto.

I giocatori, molti dei quali sono studenti del nostro Liceo Scientifico, hanno affrontato la squadra di Torino in uno scontro che li ha visti uscire vincitori col punteggio di 31-12, dopo aver chiuso la prima frazione di gioco sul 17-0.

Il 4 dicembre ci sarà la gara di ritorno a Settimo Torinese: sarà alla fine di quella partita che si decreterà, in base al punteggio complessivo ottenuto fra andata e ritorno, la vincitrice del trofeo “Cardinale Carlo Maria Martini” in palio fra le compagini che hanno sede presso i due Istituti dei Gesuiti di Milano e Torino, il Leone XIII e il Sociale.

Di certo Milano ha dalla sua l’ottimo risultato dell’andata, ma non bisogna mai sottovalutare l’avversario. Facciamo i nostri complimenti ai giocatori e a tutto lo staff per la vittoria e mandiamo un saluto affettuoso agli amici di Torino… alla prossima sfida!

Dott. Roberto Nardio
Coordinatore Area Sport

In fuga

In fuga

Presentazione progetto CWMUN New York

28 ottobre 2015

ALLE FAMIGLIE DAL PRIMO AL QUARTO ANNO DEI LICEI 

 

Prot. 291 A/3

Oggetto: presentazione progetto CWMUN New York

Gentili Famiglie,

Come sapete un gruppo cospicuo di studenti del Leone sta ultimando la preparazione per il prossimo Change the World Model United Nations (CWMUN), che si terrà negli Emirati Arabi dal
10 al 17 novembre prossimo. La formazione è ancora in pieno svolgimento, e la simulazione non è ancora stata fatta, ed è già ora di preparare la versione di New York dello stesso progetto.
Per ricevere informazioni più dettagliate Vi invitiamo ad una serata speciale che si terrà giovedì 5 novembre 2015 alle ore 18.00 in Sala Martini.

Sarà presente il Presidente di Associazione Diplomatici, organizzatrice dell’evento, il Dr. Claudio Corbino, con il quale ne approfitteremo per fare anche il punto della collaborazione che si è instaurata con il nostro Istituto da ormai sei anni con reciproca e crescente soddisfazione.
L’invito è rivolto alle Famiglie e agli studenti che desiderano intraprendere l’avventura newyorkese, ma anche a tutte le Famiglie i cui figli sono già iscritti all’edizione di Dubai e Abu Dhabi:
ritengo che l’occasione di conoscere il Dr. Corbino, artefice di primissimo piano dei MUN in Italia, sia davvero unica e preziosa.
Resto a disposizione per ogni possibile chiarimento e con l’occasione Vi porgo i miei più cordiali saluti.

Il Coordinatore dei progetti
Prof. Paolo Tenconi

Corso TOLgame in preparazione al test del Politecnico

28 ottobre 2015

ALLE FAMIGLIE E AGLI STUDENTI DEL IV ANNO DEI LICEI CLASSICO E SCIENTIFICO

Prot. 290 A/3

Gentili Famiglie,

desidero informarvi della prossima attivazione del corso TOLgame, dedicato alla preparazione dei Vostri figli al test d’ingresso allaFacoltà di Ingegneria del Politecnico di Milano.

La struttura del corso, che si terrà presso l’Istituto Leone XIII nel periodo 10/12/2015 – 10/03/2016 e sarà condotto dal nostro docente prof. Davide Schiasaro è caratterizzata da una prima parte, in cui verranno ripassati quegli argomenti che il Politecnico ha definito come prerequisiti per il test, e da una seconda parte in cui i ragazzi sosterranno più simulazioni del test d’ingresso. Trovate in allegato il calendario del corso.

Il corso è inserito nel progetto TOLgame, con cui il Politecnico di Milano cerca di aiutare gli studenti a riordinare e valorizzare le conoscenze, al fine di affrontare con successo il test d’ingresso.

La partecipazione al progetto permette l’inserimento in una sessione riservata del test d’ingresso. Inoltre, a chi avrà partecipato ad almeno 7 incontri dei 9 proposti, sarà assegnato il credito formativo.

L’iscrizione al corso avviene mediante la compilazione del modulo allegato: gli studenti interessati consegneranno tale modulo, unitamente alla quota di partecipazione, in Associazione Culturale entro e non oltre il 27 novembre 2015.

Il corso verrà attivato se sarà raggiunto un numero minimo di iscritti pari a 10, fino a un massimo di 25 iscritti. A tal proposito, verrà data precedenza agli studenti interni fino al 13 novembre 2015, in quanto il corso è aperto anche a studenti di altre scuole.

Per qualsiasi ulteriore informazione, potete rivolgervi al referente del corso, il prof. Davide Schiasaro, davide.schiasaro@leonexiii.it

 

Di seguito trovate l’allegato: TOLgame adesione 2015-16

Un cordiale saluto

 

 

Prof. Vincenzo Sibillo

Coordinatore Didattico
Liceo Classico, Scientifico e Scientifico Sportivo

 

Istituto Leone XIII

Via Leone XIII, 12 – 20145 Milano
Tel. 02 4385021 – Fax 02 48009979

Le parabole (di Gesù)

26 ottobre 2015
Le parabole

Clicca per leggere

Carlo Bo, in un suo delizioso libretto dedicato a san Francesco (Se tornasse san Francesco, Castelvecchi), scrive così: Quando Francesco batte alle nostre porte, facciamo entrare nelle nostre case la sua leggenda e lasciamo fuori le sue verità. 

Anche con le parabole (di Gesù) facciamo un po’ così: le trasformiamo in comode leggende sentimentali e lasciamo fuori la verità. Ma cosa sono le parabole, oltre che delle antenne che ci consentono di vedere tutti i programmi televisivi del pianeta? Il (cosiddetto) figliol prodigo, il seminatore, la zizzania, i talenti… sono raccontini dolciastri, magari tendenti a rinfocolare un po’ di senso di colpa che non guasta mai nel percorso religioso di una persona, oppure sono altro?

“Parola” e “parabola” sono etimologicamente parenti. “Parola” e “parabola” funzionano se stiamo al gioco, funzionano se ascoltiamo. A partire da giovedì 29 ottobre, una volta al mese, ascolteremo insieme la parola-parabola di Gesù. Gli incontri si tengono nella Chiesa dell’Istituto, dalle 8:15 alle 9:00. Potrebbe essere utile portare una penna o una matita, il testo della parabola lo troverete sulle panche.

Prof. Jacopo De Vecchi
Secondaria di I e di II Grado

Per informazioni: jacopo.devecchi@leonexiii.it

Grande successo per Tablet School

26 ottobre 2015

Si è svolta sabato 24 ottobre al Leone XIII la settima edizione di Tablet School, con grandissima affluenza di pubblico e grande soddisfazione dei partecipanti per i contenuti proposti.

Più di 900 studenti, famiglie e docenti son arrivati da tutto il nord Italia per seguire i 22 laboratori didattici nei quali le competenze disciplinari venivano potenziate ed accompagnate da un sapiente uso delle tecnologie.

ManifestoInsieme ai laboratori, quest’anno l’evento è stato arricchito dalla presentazione della startup Rokivo, modello di innovazione tecnologica, e dalla simulazione di un colloquio di lavoro da parte di McKinsey. E’ stato inoltre presentato il Curriculum Mapping, il nuovo ambiente web per supportare i docenti nella didattica per competenze, realizzato da ImparaDigitale in collaborazione con Fondazione Telecom Italia.

Il Leone, oltre ad ospitare l’evento, è stato presente con due laboratori, uno condotto dalla prof.ssa Elisabetta Biella sulla flipped classroom per greco e latino, uno condotto dai ragazzi di StudentsOnStage, che presentavano la loro piattaforma e l’esperienza del concorso Think for Social promosso da Fondazione Vodafone.

Ecco alcune testimonianze di nostri docenti ed alunni che hanno partecipato all’iniziativa:

Insegnante: formatore o costruttore di contenuti attraverso nuove strategie? Ho formulato a me stessa questa domanda prima di iscrivermi al Convegno “Tablet school 7”; infatti sono tra i molti che ancora si dividono tra entusiasti delle nuove tecnologie a scuola e detrattori a favore di una didattica tradizionale.

E’ necessario comunque che noi docenti teniamo conto del futuro che avanza e che collega sempre più strettamente il mondo della scuola con quello del lavoro, dove i nuovi mezzi informatici sono fondamentali. Dunque mi sono iscritta e, tra le molte proposte, ho apprezzato soprattutto quelle che non hanno calato soluzioni e discorsi dall’alto.

In particolare è stato molto stimolante il laboratorio di Andrea Maricelli (Insegnare con iTunes U e la Flipped classroom) perché ha provato e dimostrato “sul campo” l’efficacia di una lezione costruita dal docente e dagli studenti attraverso le potenzialità del tablet.

Prof.ssa Elisabetta Brun
Liceo Scientifico


PlateaHo seguito un laboratorio di video tutorial, che mostrava esempi di eBook creati da una classe. I ragazzi che avevano partecipato al progetto erano molto soddisfatti e hanno sottolineato l’importanza di questo lavoro per imparare a lavorare insieme. Grazie al laboratorio sulle video lezioni ho capito in cosa consista la flipped classroom. Interessante l’idea di fare studiare a casa la teoria e poi di verificarne in classe la comprensione e l’applicazione
.

Prof.ssa Fernanda Pasquino
Scuola Secondaria di I e II Grado


Ho frequentato parecchi corsi formativi sull’utilizzo della tecnologia, tra i quali la progettazione di oggetti 3D e lezioni multimediali. Ho potuto anche osservare una stampante 3D al lavoro, mentre stava elaborando una rana in tre dimensioni.

Dal mio punto di vista è stata una grande opportunità per vedere come la didattica si stia evolvendo sempre di più e come la tecnologia faciliti talvolta le relazioni tra professori e alunni, per esempio attraverso la possibilità per i docenti di inviare ad uno specifico alunno delle domande sulla materia; oppure, nel caso della penna in 3D, come essa possa aiutare nella comprensione, ad esempio della struttura dei capitelli romani e dei poligoni, che fino ad oggi erano solo un disegno sui libri.

Trovo Tablet School anche una possibilità per noi ragazzi di relazionarci con altri studenti di altre città. E’ stato un arricchimento per la mia persona e una grande fortuna per me esserci stata.

Vittoria Borgnis
3 D Scuola Secondaria di I Grado

Un grazie speciale ai docenti che hanno contribuito in prima persona alla buona riuscita dell’iniziativa: proff. Nicola Dambrosio, Christian Devaux, Paolo Ferrario, Elena Fietta, Alessandra Masini, Elena Panico, Fernanda Pasquino, Donatella Repossi, Raffaella Rossi, Fabrizio Zaggia; e agli impeccabili ragazzi del servizio d’ordine: Giorgio Brugnoli, Giorgio Canziani, Edoardo De Crescenzo, Federico Freddi, Francesco Malerba, Claudia Mazza, Alessandro Molteni, Camille Ortoleva, Silvia Taranto, Enrico Zacchetti, Michele Zanfagna.

Prof.ssa Francesca Argenti
Referente per la didattica con la tecnologia

Informazioni corsi vari

23 ottobre 2015

A TUTTE LE FAMIGLIE DELLA SCUOLA PRIMARIA

Prot.280 A/3

 

Gentili Famiglie,

desideriamo comunicare che:

– il martedì (h.16:1517:45) ha preso avvio il corso di teatro riservato ad alunni della Primaria;

– nei giorni di lunedì martedì (h.16-17 e 17-18 ) c’è disponibilità di un corso di inglese a due livelli per  alunni dei primi tre anni;

– dal mese di novembre il giovedì (h.16-17 con possibilità di spostamento di orario) inizierà un corso di inglese per bimbi dai 2 ai 5 anni.

Per qualunque ulteriore informazione, la segreteria dell’Associazione Culturale è a completa disposizione.

 

Cordiali saluti

Prof.ssa Mariella Malaspina

Associazione Culturale Leone XIII

Arturo Gulinatti

22 ottobre 2015
Arturo Gulinatti, a sin., con padre Vitangelo Denora

Arturo Gulinatti, a sin., con padre Vitangelo Denora

Il dottor Gulinatti, come tutti lo chiamavamo al Leone, era nato nel 1940 a Brescia.

Genitore di ex alunno, Daniele, per alcuni anni è stato Amministratore dell’Istituto, da sempre amico della Compagnia di Gesù e sostenitore delle sue opere.

Tutta la comunità del Leone XIII lo ricorda con affetto e si stringe alla Sua famiglia nella preghiera.

I funerali saranno celebrati sabato 24 ottobre alle ore 11 nella Chiesa dell’Istituto Leone XIII, via Leone XIII, 12 a Milano.

Pagina successiva »

Bacheca Download