Il Leone protagonista alla Fiera ABCD di Genova

5 novembre 2015

Mercoledì 4 novembre la II Scientifico A e il gruppo di ragazzi che hanno vinto il concorso Think for Social della Fondazione Vodafone, accompagnati dai proff. Francesca Argenti, Christian Devaux e Alice Zanardi, si sono recati a Genova per partecipare all’evento Tablet School organizzato da ImparaDigitale, nell’ambito della Fiera ABCD dedicata a tecnologia e didattica.

Il prof. Christian Devaux così ci racconta l’offerta della Fiera:

Entrando nel padiglione mi sono accorto subito che era la fiera dei giovani studenti che in questa occasione stagionale sono venuti a vedere, leggere e comprendere quale sia la strada che potrà segnare il loro futuro, scolastico, universitario e lavorativo.

A parte ImparaDigitale, a cui sono stati riservati ampi spazi per i laboratori didattici e le conferenze, e pochi noti espositori di hardware e software, il resto della fiera era dedicata alle più svariate opportunità per gli studenti. Girando per gli stand ho notato due ragazzi alle prese con martello e scalpello che stavano intarsiando un tavolino. Poco più avanti ho assistito ad una dimostrazione di domotica, mentre nella fila adiacente ho visto del cartongesso e un muro di mattoni. Allora ho pensato che ci sono ancora questi mestieri e vedo molti studenti che chiedono informazioni, si interessano, hanno voglia di fare!

Abbiamo bisogno di loro, della loro creatività con le nuove tecnologie e della loro manualità. Pensavo che alcuni valori si fossero persi, invece mi sono ricreduto. W l’idraulico, l’elettricista e il muratore. Grazie a quei ragazzi che vogliono entrare in Guardia di Finanza e Carabinieri, e vogliono fare i parrucchieri. Ottima scelta. L’offerta è veramente ampia e per tutti.

La prof.ssa Zanardi (con gli occhiali) e i suoi studenti

La prof.ssa Zanardi (con gli occhiali) e i suoi studenti

La 2 Scientifico A, sotto la guida sapiente della prof.ssa Alice Zanardi, ha tenuto il laboratorio Libro Sfida sulla didattica dell’Italiano, che si può avvalere delle tecnologie per rendere più accattivante ed entusiasmante la lettura dei romanzi. Ecco il racconto delle due studentesse Chiara Quintarelli ed Eleonora Greco:

La nostra classe nel proprio stand ha simulato le tappe principali di un percorso che si è svolto durante il primo anno di scuola sotto la guida della prof.ssa Zanardi, utilizzando il tablet ma non solo. Il lavoro si è basato su tre parti principali: l’analisi di un romanzo, la dispensa di narratologia e il libro sfida letto durante l’estate.

L’analisi del romanzo è stata eseguita tramite l’utilizzo di un’applicazione chiamata Explain everything. Questa consente di creare video esplicativi ai quali possono essere aggiunte animazioni; il tutto viene mostrato in classe tramite monitor del computer o della lavagna interattiva.

La dispensa di narratologia, invece, è stata realizzata direttamente da noi studenti, tramite ricerche in internet e selezioni di passi antologici, a partire dai romanzi letti nel corso dell’anno. Successivamente ogni nostro singolo lavoro è stato confrontato con quello degli altri, in modo da avere un risultato finale molto esaustivo.

Infine abbiamo mostrato una delle esposizioni assegnataci su un classico della letteratura moderna italiana ed europea letto durante l’estate. Per questo lavoro non ci erano state date indicazioni precise su contenuti e finalità, totalmente libera la scelta dello strumento e del metodo. Il risultato è stato una presentazione accattivante su Cent’anni di solitudine, in cui tradizionali marionette interagivano davanti a fondali digitali

Da questa esperienza a Genova  portiamo a casa una maggiore consapevolezza di come la tecnologia sia ormai essenziale nella didattica, ma anche l’emozione di essere stati espositori ad un evento così interessante, rispondendo alle curiosità di studenti e docenti. Insomma, la piacevole sensazione di sentirsi protagonisti.

Andrea Cecchi presenta S.O.S.

Andrea Cecchi presenta S.O.S.

Alla Fiera ABCD è stata anche presentata la piattaforma StudentsOnStage, creata dalla nostra scuola con il grant vinto nel concorso Think for Social della Fondazione Vodafone. L’accoglienza di docenti, studenti e aziende nei confronti di questo strumento che vuole facilitare l’organizzazione di stage lavorativi per gli studenti delle scuole superiori è stata molto favorevole, come ci testimonia Andrea Cecchi, uno dei ragazzi del team di progetto:

Oggi sono andato a parlare del progetto StudentsOnStage alla fiera ABCD di Genova, all’evento di ImparaDigitale. Il progetto ha riscontrato molto successo sia presso le aziende che presso le scuole di svariate regioni che ci hanno addirittura chiesto di andare ad esporlo ai loro studenti. È stato molto importante anche per noi per avere dei feedback sul lavoro fatto finora.

E’ stata una bellissima giornata di incontro e di condivisione di buone pratiche e di ottime idee, che ancora una volta testimonia la grande possibilità che abbiamo di innovare senza perdere il tesoro della nostra tradizione pedagogica.

Prof.ssa Francesca Argenti
Referente per la didattica con la tecnologia

Bacheca Download