Premiazione concorso “Leggere il Novecento”

21 marzo 2017

Martedì 21 marzo presso il Leone XIII si è svolta la premiazione del concorso letterario Leggere il Novecento, promosso dal Dipartimento di Lettere dei nostri Licei e giunto alla sua seconda edizione.

I frelatori. Da sin. il prof. Pignatari, il dott. Fontana, il prof. Campanini, il Prof. Lupo, il dott. Berton Giachetti

I relatori. Da sin. il prof. Pignatari, il dott. Fontana, i prof. Campanini e Lupo, il dott. Berton Giachetti

Il titolo di quest’anno, Giorgio Fontana incontra Franz Kafka, ha permesso agli studenti di conoscere più a fondo due romanzi piuttosto distanti tra di loro, ma accomunati da un tema, quello della giustizia: Il processo, capolavoro dello scrittore praghese, e Morte di un uomo felice, del giovane autore lombardo, premiato con il Campiello nel 2014.

La mattinata è cominciata con una prima parte di approfondimento e studio, introdotta e moderata dal prof. Carlo Campanini, docente di latino e greco presso il Liceo Classico del Leone.

E’ quindi intervenuto Giorgio Fontana, che ha sottolineato la sua passione per Kafka e la passione di Kafka per la narrazione. Ha messo in guardia anche da certe etichette, evidenziando ad esempio quanto in verità Kafka abbia poco del kafkiano comunemente inteso.

Il prof. Giuseppe Lupo, docente di Letteratura italiana moderna e contemporanea presso l’Università Cattolica di Milano, ha focalizzato l’attenzione sul senso di colpa dell’uomo del Novecento e sul fallimento del mito del progresso.

Il prof. Giampaolo Pignatari, presidente della giuria del concorso, ha tracciato una sintesi degli elaborati pervenuti, sottolineando il buon livello qualitativo dei testi e la creatività dei partecipanti. Quest’anno i giurati hanno esaminato 20 lavori, più del  doppio di quelli giunti lo scorso anno.

La squadra vincitrice del Gonzaga con Fontana

I vincitori del miglior elaborato con Fontana

La seconda parte della mattinata è stata dedicata alla premiazione del concorso, aperto a tutti gli studenti delle scuole statali e paritarie della Lombardia (al seguente link trovate il bando). La giuria era composta dal prof. Giampaolo Pignatari (presidente), dal dott. Franco Berton Giachetti (giornalista) e dal signor Carlo Oxoli della libreria Lirus, sostenitrice dell’iniziativa con l’assegnazione dei premi (buoni acquisto per libri).

Il premio per la migliore realizzazione di un elaborato scritto di natura saggistica o narrativa è andato al lavoro Giustizia reale e giustizia ideale, di Marco Dubini, Laura Guerra, Francesco Natale, Andrea Capra e Lorenzo Peserico del Liceo Scientifico dell’Istituto Gonzaga di Milano, alunni della prof.ssa Anna Giovanelli.

Motivazione: per l’aderenza alla traccia proposta e per aver articolato con originalità e profondità le argomentazioni, anche con il riferimento ad altre manifestazioni culturali.

I Leoniani autori della migliore intervista

I Leoniani autori della migliore intervista

Il premio per la migliore intervista a Giorgio Fontana è andato a Filippo Dallanoce, Thomas Maisonneuve e Marcello Minaudo, del Liceo Scientifico del Leone, alunni del prof. Michele Caprioli.

Motivazioneper la varietà degli argomenti toccati e la pluralità degli interrogativi proposti con coerenza comunicativa.

Una menzione d’onore è stata infine assegnata alla studentessa Camilla Tarchiani (assente alla premiazione), del Liceo Scientifico Statale Leonardo da Vinci di Milano, alunna della prof.ssa Marina Sirtori.

Motivazione: per la profondità critica nell’aver saputo cogliere con originalità e saputo sviluppare attraverso un fluido racconto il tema della Giustizia nel “Processo” di F. Kafka.

Al termine della cerimonia di premiazione, i vincitori per la sezione intervista hanno avuto la possibilità di effettuare la propria intervista a Giorgio Fontana, che con grande coinvolgimento ha risposto alle domande sul proprio romanzo e sulle tematiche che affronta.

Bacheca Download