Ottimo risultato alle Olimpiadi di Italiano!

11 aprile 2017

Si è svolta a Torino, dal 5 al 7 aprile, la finale nazionale delle Olimpiadi di Italiano, annuale competizione che invita gli studenti delle scuole superiori a sfidarsi a colpi di regole grammaticali, riassunti e testi creativi… il tutto per aggiudicarsi il titolo di campione nella lingua italiana!

L’edizione 2017 ha fatto registrare una partecipazione da record: oltre 57 mila gli studenti iscritti provenienti da tutta Italia e dalle scuole italiane all’estero! Le dure selezioni hanno portato a 80 il numero dei finalisti, che si sono ritrovati  nella città della Mole per l’ultima decisiva sfida.

Tra di loro era presente il nostro Thomas Maisonneuve, di III Liceo Scientifico, a cui rivolgiamo tantissimi complimenti per l’ottimo risultato ottenuto! I complimenti vanno anche al prof. Michele Caprioli, docente di lettere, che ha accompagnato e sostenuto il suo “atleta” durante la trasferta torinese.

Abbiamo chiesto a Thomas un breve resoconto:

“Youtube non c’era quando Cristoforo Colombo è sbarcato in America: noi invece facciamo finta di sì. Tu fai parte di un gruppo di giovani giornalisti e tecnici che sta aspettando sul molo lo sbarco delle tre navi nell’isola di San Salvador e devi realizzare un servizio da mettere immediatamente in Rete”.

Thomas con il prof. Caprioli

Thomas con il prof. Caprioli

Questa una delle tracce previste dalla prova della finale nazionale delle Olimpiadi di Italiano, competizione organizzata dal MIUR alla quale ho preso parte a Torino il 5-6-7 aprile, accompagnato dal mio insegnante di italiano, il prof. Michele Caprioli. Tre giorni di intense attività, fra gara, conferenze di approfondimento tenute da personalità di spicco nel campo della linguistica e della letteratura intercalate a visite organizzate al Museo del Cinema e alla redazione del quotidiano La Stampa.

A condividere con me questa stimolante esperienza gli ottanta ragazzi provenienti da tutta Italia che hanno superato le precedenti selezioni a livello scolastico (quest’anno gli iscritti erano più di 57.000) e poi regionale.

Mai avrei immaginato, al momento dell’iscrizione proposta dal mio docente di Italiano, la possibilità di essere ammesso alla finale nazionale: esserci riuscito è stata una splendida sorpresa. Così mi sono allenato con il prezioso supporto del prof. Caprioli e mercoledì 5 aprile siamo partiti alla volta di Torino per affrontare l’ultima sfida.

A differenza delle eliminatorie, che vertevano su competenze di tipo lessicale, sintattico e grammaticale, quest’ultima fase metteva alla prova le abilita di scrittura e di stile, da quello giornalistico a quello argomentativo. Il tutto con un pizzico di creatività e capacità d’improvvisare di fronte alle richieste più disparate, come quando un giornalista davanti ad un microfono ti chiede a bruciapelo: Sai dirmi il futuro anteriore del verbo cuocere..? (vedi il servizio del TG1, ndr.)

Quest’esperienza è stata un’ottima opportunità di confronto, apprendimento e condivisione, che mi ha dato la possibilità di misurarmi con ragazzi provenienti da tutta Italia, con cui ho trascorso interessanti giornate formative e momenti ricreativi.

Com’è andata? Mi sono classificato al decimo posto, e sono orgoglioso di aver rappresentato la mia scuola a questa importante competizione.

Thomas Maisonneuve
III Liceo Scientifico C

Bacheca Download