Studenti e professori lungo la via Francigena

23 settembre 2017

E’ cominciato lunedì 18 settembre il cammino del primo gruppo di studenti delle classi Terze dei Licei lungo un tratto toscano della via Francigena. Il secondo gruppo partirà lunedì 25 settembre.

Studenti pellegrini

Studenti pellegrini

L’obiettivo è quello di iniziare il “cammino” del Triennio con una esperienza che aiuti a conoscere meglio se stessi e i propri compagni di viaggio, a costruire il gruppo.

I ragazzi erano accompagnati dai professori Michele Caprioli, Jacopo De Vecchi e Silvia Raffaelli.

Per il secondo turno ripartirà il prof. De Vecchi con le proff. Valeria Muzzio e Cecilia Scaglioni.

Il percorso, piuttosto suggestivo, congiunge San Miniato a Siena e prevede tre giorni intensi di cammino, entro un viaggio che si estende su cinque giorni.

Dalle meravigliose colline toscane ci sono giunte immagini e pagine di diario e noi di seguito ve le proponiamo.

DIARIO DEL 19 SETTEMBRE: SAN MINIATO – GAMBASSI TERME

Soluzioni

Soluzioni

Quest’anno ho avuto l’opportunità di passare il mio compleanno in uno dei giorni in cui si svolgeva la via Francigena. Non immaginavo di festeggiare il mio compleanno in questa maniera, invece è stata una sorpresa molto gradevole. Il primo giorno sembrava faticoso e stancante: all’inizio i 24 km sembravano non terminare mai; con 8/9 kg di zaino sulle spalle e salite che sembravano interminabili, la fatica pareva prendere il sopravvento sulla volontà.

Una volta arrivati all’ostello, però, siamo stati travolti da una sensazione di appagamento e orgoglio personale. Molti ragazzi hanno finito questa prima tappa dicendo “che fatica” oppure “non sento più le gambe”, ma allo stesso tempo c’erano ragazzi allegri che hanno espresso la loro soddisfazione e sembravano già pronti per affrontare i chilometri del giorno dopo. In compagnia degli amici, tra chiacchierare e risate, i chilometri in realtà sono volati. Tra panorami mozzafiato (letteralmente) della collina toscana e l’aria fresca tra i capelli, il tempo è passato in fretta e siamo giunti stanchi ma soddisfatti alla tanto desiderata meta.

È un’esperienza diversa dal solito, che però consiglio a coloro che hanno voglia di provare qualcosa di alternativo e di gratificante.
Aurora Missaglia, III sc B

DIARIO DEL 20 SETTEMBRE: GAMBASSI TERME – COLLE VAL D’ELSA

Tramonto

Tramonto

La seconda giornata in cui abbiamo percorso la via Francigena per un totale di 28 km aveva come meta Colle Val D’Elsa. Già all’inizio del percorso eravamo molto stanchi poiché il giorno precedente avevamo camminato molto; inoltre i chilometri sarebbero stati di più e per questo motivo alla partenza molti di noi erano preoccupati.

In realtà camminando e chiacchierando insieme ci siamo accorti che il tempo passava davvero velocemente, e così anche i chilometri. Abbiamo avuto modo di riflettere e confrontarci, esprimere pareri e consigli, e soprattutto siamo stati noi stessi in ogni istante e gli altri compagni ci hanno conosciuti per quello che siamo.

In particolare ci ha fatto piacere la pausa a San Gimignano, che abbiamo potuto visitare e dove ci siamo goduti un gelato rinfrescante. Il cielo è stato azzurro per tutto il viaggio con qualche nuvola, che, nelle ore più calde della giornata, ci ha offerto un po’ di ombra. Abbiamo concluso la giornata con un rettilineo che sembrava essere infinito, ma abbiamo raccolto le ultime energie per raggiungere l’ostello prima che il sole tramontasse.
Pietro Cipelletti e Beatrice Tosi, III sc C

DIARIO DEL 21 SETTEMBRE: COLLE VAL D’ELSA – SIENA

Oggi abbiamo “perhorso” (come direbbero i toscani) la nostra ultima tappa della via Francigena: Colle Val d’Elsa – Siena, (fino a…) 38 km. Ci siamo svegliati alle 6.45 e alle 9.00 eravamo già in cammino.

Capitan De Vecchi con i ragazzi

Capitan De Vecchi con i ragazzi

Durante la  prima parte della passeggiata il gruppo era abbastanza compatto, tranne una decina di persone che erano andate a rilento per socializzare di più. Tuttavia,  col passare dei chilometri questa compattezza del gruppo si è perduta per la differenza di passo.

A causa di quest’ ultimo fattore l’allegra brigata si è divisa in piccoli gruppetti i quali hanno intrapreso diverse strade. I primi prodi sono arrivati attraverso abili scorciatoie e con diverse ore di anticipo rispetto agli ultimi. Il secondo gruppo ha seguito fedelmente le indicazioni della via Francigena, seppur consapevole del fatto che avrebbe allungato il percorso, arrivando “tranquillamente” all’orario prefissato. Anche gli ultimi pellegrini  hanno seguito la strada corretta, ma con un passo molto più lento e l’intoppo della scarsa visibilità a causa dell’orario tardo.

Nonostante la fatica è stata un’esperienza molto interessante, istruttiva e tutti abbiamo avuto l’occasione di conoscerci meglio e di instaurare un bel rapporto. Sono stati diversi i momenti divertenti passati insieme, ridendo e scherzando, specie nelle retrovie, accompagnati da un dolce retrogusto di uva fresca…
Alberto Orombelli e Kassa Zullo, III sportivo

Cineforum San Fedele

22 settembre 2017

AI GENITORI DI TUTTI GLI ALUNNI
A TUTTO IL PERSONALE

Prot. 835 A/3

Carissimi,

nello spirito di una crescente collaborazione tra le realtà apostoliche dei gesuiti di Milano, segnalo l’iniziativa del Cineforum di San Fedele.

Chi delle persone legate al Leone di età superiore ai 30 anni (famiglie, docenti, personale non docente) fosse interessato a fare l’abbonamento annuale, per accordi presi con P. Andrea Dall’Asta, può dichiarare il legame con la Scuola e rientrare nella categoria degli ABBONATI CONVENZIONATI, e quindi pagare solo 90 euro per il primo anno di iscrizione per la stagione 2017/2018, comprendente 30 film tra i più significativi della scorsa stagione, accompagnati da ospiti e dibattiti.

In allegato la cartolina promozionale:  San fedele 2017-18

Prof. ssa Gabriella Tona
Direttore Generale

 

Istituto Leone XIII
Via Leone XIII, 12 – 20145 Milano
Tel. 02 4385021 – Fax 02 48009979

 

 

Pomeriggi Scientifici

21 settembre 2017

ALLE FAMIGLIE E AGLI STUDENTI DI II LICEO SCIENTIFICO  E SCIENTIFICO SPORTIVO
p.c. AI DOCENTI DEI DIPARTIMENTI DI MATEMATICA, FISICA E SCIENZE DEI LICEI

Prot. 828 A/3

Gentili Famiglie, cari studenti,

anche quest’anno i Docenti dei Dipartimenti di Matematica/Fisica e Scienze propongono l’iniziativa dei Pomeriggi Scientifici, rivolta a tutti gli studenti del secondo anno del Liceo Scientifico e del Liceo Scientifico Sportivo.

L’obiettivo è quello di stimolare la curiosità e la fantasia dei ragazzi e di appassionarli al metodo scientifico attraverso attività di laboratorio, esperimenti, giochi didattici.

A coronamento dell’esperienza, a tutti i partecipanti verrà offerta l’opportunità di una visita guidata ad un laboratorio di ricerca avanzata.

Trovate di seguito il programma dell’iniziativa e il modulo per l’adesione. Per ogni ulteriore informazione Vi invito a rivolgervi alla prof.ssa Alessandra Masini, alessandra.masini@leonexiii.it, Coordinatrice di Dipartimento.

Di seguito trovate l’allegato: POMERIGGI SCIENTIFICI 2017-2018

Augurandomi che la proposta trovi favorevole riscontro da parte Vostra, cordialmente Vi saluto

 

Prof. Vincenzo Sibillo

Coordinatore Didattico
Liceo Classico, Scientifico e Scientifico Sportivo

 

Istituto Leone XIII

Via Leone XIII, 12 – 20145 Milano
Tel. 02 4385021 – Fax 02 48009979

Progetto Teatro Antico

21 settembre 2017

ALLE FAMIGLIE E AGLI STUDENTI DEL LICEO CLASSICO

Prot. 824 A/3

Gentili Famiglie, cari studenti,

anche quest’anno per gli studenti del Liceo Classico riprende il Progetto Teatro Antico, articolato come sempre nelle due forme Andiamo a Teatro e Facciamo Teatro.

In allegato trovate il volantino esplicativo unitamente  alle schede di adesione, che vanno consegnate alla prof.ssa Biella entro il 3 ottobre p.v.

Per gli studenti che hanno partecipato ad Andiamo a Teatro negli anni scorsi e che già hanno assistito a più di uno spettacolo in cartellone nella programmazione di Kerkìs, si propone un abbonamento supplementare presso il Teatro Carcano (5 spettacoli sul mondo antico).

Vi aspettiamo per proseguire la bella esperienza che da qualche anno caratterizza il nostro Liceo Classico!
Per ogni ulteriore informazione potete scrivere a elisabetta.biella@leonexiii.it

Di seguito trovate gli allegati: Volantino Teatro Antico   Schede iscrizione Teatro Antico 2017-18

​Un cordiale saluto​

Prof. Vincenzo Sibillo

Coordinatore Didattico
Liceo Classico, Scientifico e Scientifico Sportivo

 

Istituto Leone XIII

Via Leone XIII, 12 – 20145 Milano
Tel. 02 4385021 – Fax 02 48009979

Lezioni di allineamento in inglese

21 settembre 2017
ALLE FAMIGLIE DELLE CLASSI PRIME DEI LICEI

Prot. 821 A/3

Gentili Famiglie,

la scuola propone alcune lezioni di allineamento sulla lingua inglese per gli studenti che abbiano evidenziato significative carenze nelle prove di ingresso.

La partecipazione è su richiesta del docente e sulla base di manifeste e consistenti necessità di recupero. Le famiglie troveranno una comunicazione scritta sul diario dello studente a cui viene suggerita tale opportunità. Vi chiediamo gentilmente un riscontro scritto (sempre sul diario).

Le lezioni si svolgeranno nel giorno di mercoledì, dalle ore 14:30 alle 16, nell’aula II sc C, secondo il seguente calendario:

OTTOBRE: 4/11/18/25

NOVEMBRE: 8/15/22/29.

Un cordiale saluto

Prof. Vincenzo Sibillo

Coordinatore Didattico
Liceo Classico, Scientifico e Scientifico Sportivo

Istituto Leone XIII

Via Leone XIII, 12 – 20145 Milano
Tel. 02 4385021 – Fax 02 48009979

Sensazioni ed emozioni dell’arte contemporanea

20 settembre 2017

Venerdì 15 settembre la IV e V Liceo Classico hanno visitato la Biennale Arte di Venezia, una delle più prestigiose rassegne internazionali d’arte contemporanea al mondo. Gli studenti erano accompagnati dai proff. Sgarella, Alvarez e Bevilacqua.

E’ stata un’eccellente opportunità per aprirsi al mondo dell’arte e crearsi una propria opinione.

Elisa Navarrini, IV Liceo Classico, ci racconta cosa ha imparato da questa esperienza:

Installazione

Installazione

Nel corso della mattinata abbiamo visitato le opere esposte all’Arsenale. Mi ha colpito particolarmente il contrasto tra l’antichità della struttura, degli inizi del XII secolo, e l’attualità delle opere che essa ospita. Mentre l’architettura dell’edificio è, infatti, in linea con la tradizione italiana, i frutti dell’ingegno di tanti artisti di nazionalità diverse si discostano notevolmente da ciò che si è soliti chiamare arte. 

In effetti, al primo impatto la visione di alcune opere mi ha lasciata a bocca aperta. Inizialmente mi sono domandata come sia possibile definire opere d’arte alcuni lavori che si differenziano in modo così marcato da ciò che siamo soliti vedere nei musei e studiare nei libri d’arte. Ricordo, in particolare, l’esposizione di un cestino contenente i resti di pagine stracciate di un libro di Masaccio. Mi sono domandata come sia possibile che l’ideatore di quest’opera sia considerato un artista tanto quanto celebri pittori e scultori della nostra tradizione. 

Nell’arco della mattinata però, più osservavo queste opere d’arte, aprendo la mente e il cuore, più mi accorgevo della potenza con la quale alcune di quelle creazioni suscitavano precisi sentimenti e sensazioni. Grazie alla novità della materia che si fa portatrice di ciò che l’artista vuole esprimere, alcuni messaggi di opere esposte alla Biennale mi sono rimasti impressi nella mente più di quanto non mi siano rimasti i messaggi di opere considerate più tradizionali.

Ho apprezzato, inoltre, l’opportunità di imparare in un contesto non puramente scolastico e di avere avuto l’occasione di vedere oltre ciò che si studia sui libri di testo, ampliando i miei orizzonti su un mondo così vasto e complesso come quello dell’arte.

Alessandro Tagietti, compagno di Elisa, ci riporta la sua opinione:

Opera alla Biennale di Venezia

Emozione o sensazione?

Trovo che l’idea di “arte” proposta dalla Biennale di Venezia sia, sotto parecchi aspetti, spiazzante e, in molti casi, disorientante.

Delle diverse opere osservate, vorrei prendere una ad esempio, sulla base della quale esprimo le mie impressioni. In un salone tante colonne di cubi colorati, impilati l’uno sull’altro, occupavano gran parte della stanza. L’immagine in sé non comunicava nulla, se non per i peculiari incastri dei cubi che, essendo vuoti, si penetravano l’un l’altro dando vita a svariate forme architettoniche.

La gente che passava aveva la possibilità di rimaneggiare gli oggetti in diversi modi secondo il proprio gusto. L’opera aveva senso solo nel momento in cui lo spettatore interagiva con essa: rimodellandone la conformazione, ognuno poteva esprimere la sua idea di “città perfetta”. Ciò che non mi ha convinto, in questo caso come in molti altri, è la totale, spesso desolante, aridità delle modalità di realizzazione artistica del messaggio che vuole dare l’opera. Molti dei lavori si limitavano a provocare forti percezioni sensoriali. Come se, all’impatto, colpissero la vista o altri sensi e poi morissero nell’istante in cui ci entravo in contatto, e non mi lasciassero nulla di bello nel cuore.

Penso che l’arte “vera”, intesa nel senso proprio del termine, debba suscitare emozioni e non sensazioni. L’emozione è qualcosa che trova nei sensi un mezzo per arrivare a uno strato più profondo, che punta dritto al nostro cuore, ricomponendolo di bellezza e nutrendolo di verità. L’arte ha spesso, infatti, capacità miracolose, prodigiose sull’autore e sullo spettatore. Io, sinceramente, non riesco a trovare nessuna di queste qualità nel freddo empirismo delle forme d’arte che propone la Biennale, nonostante non trascuri che tutte trasmettano, nella loro sterilità, un preciso messaggio.

In definitiva, colgo quest’opportunità come slancio verso nuove e aperte riflessioni in merito. Preferisco vedere quello della Biennale come un altro modo di fare arte, più che un nuovo modo di fare arte, poiché rimango convinto che l’arte, per così dire, “tradizionale” resti insostituibile, la sola in grado di soddisfare requisiti essenziali al suo scopo.

Pomeriggi di studio e metodologia

19 settembre 2017
ALLE FAMIGLIE E AGLI STUDENTI DELLE CLASSI I E II DEI LICEI
P.C. AI DOCENTI DELLE MEDESIME CLASSI

Gentili Famiglie,

trovate in allegato una comunicazione del Coordinatore Didattico relativa all’oggetto indicato.

Di seguito trovate l’allegato: Pomeriggi di studio e metodologia
Un cordiale saluto

La Segreteria

Istituto Leone XIII
Via Leone XIII, 12 – 20145 Milano
Tel. 02 4385021 – Fax 02 48009979

Completamento orario V Liceo Classico

18 settembre 2017

ALLE FAMIGLIE E AGLI STUDENTI DI V LICEO CLASSICO
p.c. AI DOCENTI DELLA MEDESIMA CLASSE

Prot. 799 A/3

Gentili Famiglie, cari studenti,

come sapete, la distribuzione oraria sui cinque giorni richiede anche in V Liceo Classico un completamento orario. Nel Collegio dei Docenti, riunitosi in data 11 settembre 2017, sono stati stabiliti la collocazione e i contenuti di questo completamento, secondo il seguente prospetto:

– sabato 7 e domenica 8 ottobre:  Viaggio in Russia

– sabato 21 ottobre, 8:30 – 11:30:  Matematica

– sabato 18 novembre, 8:30 – 13:00:  Open Day

– sabato 3 febbraio 2018, 8:30 – 11:30:  Matematica

Ricordo che in caso di assenza nei giorni indicati sarà necessario portare giustificazione scritta.

Un cordiale saluto

 

Prof. Vincenzo Sibillo

Coordinatore Didattico
Liceo Classico, Scientifico e Scientifico Sportivo

 

Istituto Leone XIII

Via Leone XIII, 12 – 20145 Milano
Tel. 02 4385021 – Fax 02 48009979

Completamento orario III e IV Liceo Classico

18 settembre 2017

ALLE FAMIGLIE E AGLI STUDENTI DELLE CLASSI III E IV LICEO CLASSICO
AI DOCENTI DELLE MEDESIME CLASSE

Prot. 797 A/3

Gentili Famiglie, cari studenti,

come saprete, la distribuzione delle lezioni sui cinque giorni richiede al Triennio del Liceo Classico un completamento orario. Nel Collegio dei Docenti, riunitosi in data 11 settembre 2017, sono stati stabiliti la collocazione e i contenuti di questo completamento, secondo il seguente prospetto, rivolto a tutti gli studenti di III e IV Classico:

– sabato 21 ottobre, 8:30 – 11:30:  TEMA

– sabato 18 novembre, 8:30 – 13:  OPEN DAY

– sabato 3 febbraio 2018, 8:30 – 11:30:  TEMA

Rientreranno nel computo anche altre iniziative scolastiche che si svolgeranno nel corso dell’anno (viaggio di istruzione…).

Ricordo che in caso di assenza nei giorni indicati sarà necessario portare la giustificazione firmata dai Genitori.

Un cordiale saluto

Prof. Vincenzo Sibillo
Coordinatore Didattico
Liceo Classico, Scientifico e Scientifico Sportivo
Istituto Leone XIII
Via Leone XIII, 12 – 20145 Milano
Tel. 02 4385021 – Fax 02 48009979

Presentazione Candidati Rappresentanti degli Studenti dei Licei

18 settembre 2017

AGLI STUDENTI DEI LICEI
ALLE FAMIGLIE DEGLI STUDENTI DEL PRIMO ANNO DEI LICEI
p.c. AI DOCENTI DEI LICEI

Prot. 796 A/3

Cari studenti,

è convocata per lunedì 2 ottobre dalle ore 11:00 alle ore 11:50, in Auditorium, un’assemblea plenaria di tutti gli alunni, durante la quale verranno presentati i programmi degli Studenti candidati al ruolo di Rappresentante di plesso in Consiglio di Istituto.

Al termine, in ciascuna classe, avranno luogo le votazioni per eleggere:
–      il Rappresentante del proprio plesso in Consiglio di Istituto;

–      due Rappresentanti di classe (e un vice Rappresentante);

–      il Capoclasse.
Preciso che il Rappresentante del Liceo Scientifico assumerà anche le funzioni di Rappresentante del LiceoScientifico Sportivo.

Come gli scorsi anni, anche la funzione del Rappresentante degli Studenti per la 2^ Lingua straniera biennio/triennio Liceo Scientifico sarà assunta dal Rappresentante in Consiglio di Istituto del Liceo Scientifico, che farà riferimento ai Rappresentanti di classe.

In ogni classe uno studente prenderà nota, nel quaderno dei verbali, delle votazioni effettuate e del riscontro numerico. Concluse le votazioni, consegnerà il verbale nell’ufficio del Coordinatore.

Invito tutti gli studenti a riflettere sull’importanza del ruolo del Rappresentante, di plesso o di classe, a cui sono richiesti, tra l’altro,disponibilità, spirito di iniziativa, creatività ma anche concretezza a servizio dei propri compagni e del buon andamento della scuola.

Chiedo cortesemente ai candidati Rappresentanti in Consiglio di Istituto di presentarsi nel mio ufficio e di consegnarmi copia dei loro programmi entro giovedì 28 settembre.

Un cordiale saluto

 

 

Prof. Vincenzo Sibillo

Coordinatore Didattico
Liceo Classico, Scientifico e Scientifico Sportivo

 

Istituto Leone XIII

Via Leone XIII, 12 – 20145 Milano
Tel. 02 4385021 – Fax 02 48009979

« Pagina precedente
Pagina successiva »

Bacheca Download