Sperimentare la gioia del servizio

8 ottobre 2017

Il 4 ottobre, come ormai da anni, l’Istituto Leone XIII ha offerto agli studenti dei Licei un’occasione per conoscere il volontariatodecidersi a impegnarsi in questo benefico servizio. Mettersi a servizio degli altri, all’interno delle Scuole della Compagnia di Gesù, è la giusta via per raggiungere l’eccellenza umana.

Il X Workshop del Volontariato, proposto agli oltre 400 alunni dei Licei con la presenza di un ospite d’eccezione, Michele Dotti, e 20 Associazioni, ha offerto ai nostri ragazzi un respiro ampio che va ben oltre i nostri confini e che mostra loro una reale campionatura delle necessità del nostro mondo, vicino e lontano.

Michele Dotti

Michele Dotti

La giornata di presentazione e di lavoro si è aperta con l’EducAttore Michele Dotti che attraverso un viaggio nel tempo e nello spazio ci ha fatto vedere il mondo da un punto di vista originale e unico. Con tono a tratti ironico ha spronato i ragazzi a vivere con fiducia e speranza. Oggi le brutte notizie ci condizionano, ma tanto bene si sta seminando e ognuno di noi è chiamato a dare il proprio contributo.

Le Associazioni, che svolgono molteplici servizi, dal sostegno ai malati all’animazione di anziani e bambini, dal doposcuola all’integrazione degli extracomunitari, alle case famiglia in Romania, senza dimenticare i bisognosi e i senza tetto, hanno presentato la loro realtà e il loro vissuto.

Il volontariato è una scintilla che è già presente nel nostro cuore, il donarsi ed aprirsi all’altro. Chi può dire, infatti, che nella propria vita non ha fatto esperienza di gioia nel fare qualcosa per un altro? Questa scintilla merita un posto di rilievo nella vita dei nostri ragazzi! Va alimentata, mentre spesso viene soffocata dalla mentalità comune.

Gli alunni dei Licei scrivono il tema dell'anno: GO FOR IT!

I liceali scrivono il tema dell’anno: GO FOR IT

Il volontariato è la felicità di condividere una storia, è il non essere disposti a chiudersi in sé, è il vincere la “paura” di incontrare il diverso, che diverso non è più, quando capisci che ha il tuo stesso bisogno. Concretamente il volontario testimonia che non è più possibile essere felici da soli.

Ogni anno un centinaio di studenti aderisce alle proposte di volontariato della scuola, un numero non esiguo, se si considera che sì è messa in moto una libertà, non scontata, per un obiettivo che richiede impegno e continuità.

L’attività del volontariato, fortemente supportata dalla scuola, si può realizzare grazie alla collaborazione di genitori volenterosi e appassionati, a cui va un sentito riconoscimento.

Grazie ragazzi per il vostro servizio, così… è tutta un’altra scuola!

Prof. Fabrizio Zaggia
Referente per il Volontariato

Bacheca Download