Programmazione verticale

L’unico Progetto Educativo permette all’Istituto di sviluppare una continuità educativa e didattica tra i diversi livelli scolastici, di cui la “Programmazione verticale d’Istituto” è espressione.

Essa è stabilita dai Dipartimenti verticali e di plesso  ed è elaborata nel rispetto delle finalità, dei traguardi per lo sviluppo delle competenze e degli obiettivi di apprendimento, indicati dal sistema scolastico nazionale.

Grazie alla piena autonomia progettuale, didattica, organizzativa, di ricerca e sviluppo riconosciuta alla singola scuola, tale programmazione si basa sulle finalità e gli obiettivi del Progetto educativo dell’Istituto Leone XIII e in esso si identifica.

La programmazione definisce:
le aree disciplinari
le finalità educative delle singole aree, comuni a tutte le scuole
le competenze valoriali
le discipline e le competenze disciplinari di ciascuna area
gli indicatori  relativi agli obiettivi di apprendimento e i contenuti irrinunciabili  di ogni disciplina.

I percorsi formativi così individuati sono caratterizzati da:
l’attenzione alla formazione della persona  nella sua interezza (mente, cuore, volontà, dimensione sociale e contemplativa)
il riferimento al Profilo dello studente ignaziano
il riferimento alle valenze educative delle discipline
il riferimento ai saperi fondamentali
la progressione verticale dello sviluppo delle competenze  e degli obiettivi di apprendimento, dalla scuola primaria alla scuola secondaria di I e II grado
l’integrazione interdisciplinare delle competenze di ciascuna area
la reciproca integrazione e interdipendenza tra i saperi e le competenze di ciascuna area, mirata alla formazione delle competenze chiavenecessarie per la realizzazione personale, la cittadinanza attiva, la coesione sociale e l’occupabilità in una società della conoscenza” ( Raccomandazione del Parlamento europeo –  18 dicembre 2006).

I Consigli di classe e interclasse e i singoli docenti elaborano la progettazione delle attività didattiche sulla base della Programmazione verticale d’Istituto e gli indicatori delle singole discipline sono il punto di riferimento delle attività di valutazione degli apprendimenti degli alunni.

Le competenze chiave