Equipe educativa

La Comunità educante è composta dal Coordinatore didattico, da tutti gli Insegnanti, dai Padri spirituali e dagli Assistenti che seguono i ragazzi durante la mensa e nelle ricreazioni. Ciascuno, nell’ambito delle proprie competenze, ha il compito di promuovere la crescita umana, culturale, spirituale e civile degli alunni.

Un ruolo importante per responsabilità e compiti specifici viene riconosciuto ai Genitori che affidano i loro figli alla Scuola, condividendone le finalità educative.

 

I docenti

Ogni Insegnante svolge la propria azione educativa nell’ambito dell’insegnamento delle proprie discipline e nei tempi della propria attività didattica, in sintonia e condivisione con gli altri insegnanti del Consiglio di classe.

Il Collegio docenti si muove nell’ambito di due riferimenti ben precisi: uno orizzontale, di collaborazione tra classi e di progettazione interdisciplinare, ed uno verticale di coordinamento e continuità.

L’impegno dei docenti è quello di cercare continuità di valori educativi e formativi in cui la personalità di ogni singolo alunno possa svilupparsi con completezza, secondo l’idea guida della formazione di “uomini per gli altri”, anche attraverso un atteggiamento tutoriale di accoglienza verso tutti gli alunni.

Nel consiglio dei docenti di ciascuna classe viene identificato un insegnante referente, che costituisce il primo punto di raccordo tra le famiglie e l’istituzione scolastica.

Il suo compito è di coordinare le attività educative e didattiche, curare le relazioni con il gruppo dei genitori della classe ed in particolare con i suoi Rappresentanti eletti e seguire le linee fondamentali del percorso formativo compiuto dalla classe.

Tra i docenti vengono annualmente nominati dal Collegio dei Docenti tre Collaboratori del Coordinatore didattico con il quale devono condividere la programmazione delle attività di orientamento in entrata e in uscita, la cura della continuità tra i diversi ordini di scuola e la proposta attività didattiche ed educative; ciascuno di essi è responsabile di una delle aree di progetto definite nella programmazione annuale.

Il Collaboratore vicario è designato dal Coordinatore didattico, in base a criteri fiduciari e ha il compito di coordinare le attività dei Collaboratori, di interagire con il Coordinatore nelle attività della programmazione annuale, dell’orientamento, della continuità didattica, nonché di sostituirlo in caso di assenza o impedimento al fine di garantire che la direzione della scuola sia in ogni caso assicurata.

 

Gli animatori spirituali

La scuola secondaria vede la presenza animatori spirituali per accompagnare gli alunni nella loro crescita spirituale. attraverso:

colloqui personali con gli allievi che lo richiedano

offerta dei Sacramenti della Riconciliazione, dell’Eucarestia e della Confermazione

organizzazione di iniziative religiose e liturgiche e di incontri di preghiera

coordinamento con gli insegnanti di religione cattolica per valorizzarne le peculiarità educative

partecipazione alle esperienze di formazione e vita comunitaria che vengono proposte per le classi parallele

disponibilità ai colloqui con i genitori degli studenti.

 

Gli assistenti

Gli assistenti devono coordinare e sorvegliare le attività di mensa e ricreative, esercitando non solo un controllo sui ragazzi, ma aiutandoli ad organizzare le attività ludiche e proponendosi come esempio di attenzione e di rispetto alla persona dell’altro durante lo svolgimento dei tempi di ricreazione.

Gli assistenti vengono coordinati da un docente specificamente incaricato e da due responsabili della società che si occupa del loro reclutamento e della loro organizzazione. Rispondono direttamente al Coordinatore didattico, che ne è il responsabile, può riunirli in Assemblea e si occupa della loro formazione educativa. Gli assistenti fanno infine riferimento al Rettore dell’Istituto per la necessaria formazione alle norme igienico-sanitarie da applicare durante il servizio.