PROGETTO ITAS

Il Leone XIII, insieme agli altri collegi della rete GESUITI EDUCAZIONE, partecipa al progetto ITAS (INFORMATION TECHNOLOGY AT SCHOOL) che ha lo scopo di innovare la nostra pedagogia con l’ausilio delle ICT (INFORMATION AND COMMUNICATION TECHNOLOGIES)

Vision

  1. La pedagogia ignaziana ed il modo di procedere dei Gesuiti è stato caratterizzato, fin dalle origini della Compagnia, dal tentativo di coniugare in modo intelligente e costruttivo “tradizione” e “modernità”, trasmettendo valori ed ideali solidi e radicati, ma in modo sempre nuovo, percorrendo le frontiere non solo geografiche del mondo, ma anche quelle intellettuali e culturali.
  2. In particolare, l’educazione dei Gesuiti sin dal tempo della Ratio Studiorum si adatta al “modo in cui conserviamo e trasmettiamo informazioni” (W. Ong). Oggi, nel cuore dell’“era elettrica” e del “villaggio globale” (M. McLuhan), le nostre opere di apostolato educativo stanno compiendo un nuovo passaggio nella ricerca dei mezzi di comunicazione e conservazione delle informazioni più adatti ai nostri tempi. A questo fine la Provincia Italiana propone un progetto, chiamato ITAS GESUITI EDUCAZIONE.

IL PROGETTO ITAS GESUITI EDUCAZIONE

  1. Il contesto di questo progetto è la ricerca dell’innovazione nella fedeltà alla nostra tradizione educativa: ispirati alla Ratio Studiorum e al paradigma pedagogico ignaziano (PPI), i centri educativi dei Gesuiti d’Italia, di ogni ordine e grado, educano integralmente i loro studenti all’eccellenza accademica, umana e spirituale per essere “uomini e donne per gli altri”, così che possano assumere ruoli di leadership all’interno delle loro comunità e organizzazioni. Per questo le scuole dei Gesuiti accompagnano individualmente l’esperienza, la riflessione e l’azione delle ragazze e dei ragazzi loro affidati dalle famiglie nella ricerca magis in tutte le cose. Nello stesso modo gli educatori sono sostenuti con programmi formativi e attraverso gli strumenti didattici e tecnologici più adeguati all’adempimento della loro “missio” educativa.

 

Mission

  1. Consapevoli della rivoluzione digitale del XXI secolo dove le nuove tecnologie dell’informazione e della comunicazione (ICT) hanno modificato il modo di interagire conoscere e comunicare, ogni Istituto della rete GesuitiEducazioneaderisce al Progetto ITAS e si impegna a svilupparlo per contribuire a:
    1. radicare profondamente il paradigma pedagogico ignaziano nell’uso delle nuove tecnologie.
    2. diffondere una piena alfabetizzazione digitale al fine di:

a)     Attuare pienamente la nostra missione di educare alla “fede che compie giustizia”, mediante una didattica attiva, creativa, con la persona dello studente al centro, che utilizzi appieno le risorse accessibili tramite il world wide web e ad una “cittadinanza digitale”;

b)     Consentire agli alunni una formazione integrale, anche mediante un utilizzo consapevole e costruttivo delle nuove tecnologie, con uno sguardo particolare al diventare “contemplativi nell’azione”;

c)     Arricchire e innovare la didattica in aula sviluppando altresì la didattica a distanza;

d)     Promuovere l’immagine delle scuole della Rete portandole in una posizione di avanguardia;

e)     Rafforzare la rete delle conoscenze e degli scambi tra le scuole;

f)      Accrescere le competenze del corpo docente;

g)     Generare risorse economiche da reinvestire per le persone.

 

  1. Ogni Istituto, a partire dai dirigenti scolastici, si impegna a superare gli ostacoli sociali del digital divide e del digital disconnect. Il nostro impegno si articola nei seguenti punti:
  • Diffondere e sviluppare una visione condivisa sulla cultura relativa all’utilizzo dell’ICT in armonia con il PPI.
  • Utilizzare la tecnologia come strumento per accrescere le competenze degli alunni e lo sviluppo professionale dei docenti.
  •  Garantire la crescita, la manutenzione e lo sviluppo costante dell’intera infrastruttura tecnologica.
  •  Assicurare all’intera comunità scolastica l’utilizzo dell’ICT in maniera efficace e sicura.
  • Usare l’ICT per estendere l’apprendimento e la diffusione delle conoscenze al di là dei confini scolastici.
  • Assicurare l’acquisizione di risorse adeguate alla sostenibilità del progetto.
  • Diventare polo di riferimento in Italia per l’utilizzo delle nuove tecnologie.