L’emozione delle gare di nuoto

29 febbraio 2016

Mercoledì 24 febbraio, nella piscina del Leone XIII, si sono svolte le gare di nuoto della Scuola Primaria. E’ stato un momento di sport e di festa, emozionante per i bambini, per le maestre e per i genitori che facevano il tifo.

Pubblichiamo il breve commento di una maestra di primo anno e i pensieri di alcuni bambini:

Piscina Leone XIIIIl cuore dei nostri piccoli alunni batte forte fin dalle 8 del mattino, quando eccitati salgono nelle loro classi aspettando la gare di nuoto. Appello, preghiera e via in piscina! L’euforia mista alla paura aumenta sempre più. Il tifo dei genitori, i cartelloni che incitano, gli istruttori e le maestre che rassicurano, i compagni da bordo vasca che sostengono i nuotatori, tutto questo per la loro prima gara. Bisogna gareggiare per dare il meglio di sé, superare i propri timori, mettersi in gioco e soprattutto per sentirsi parte di un gruppo: la classe. È proprio questo l’obiettivo dello sport al Leone, non si vince da soli, ma insieme.

La partecipazione di ognuno è fondamentale perché alla fine dell’anno non si premia la classe più forte, ma quella più sportiva. E allora ecco una bambina che ha capito perfettamente questo messaggio, perché in aula si avvicina e mi dice: “ Sai maestra io sono arrivata ultima, ma sono felice di aver partecipato perché ce l’ho messa tutta e poi perché ho fatto guadagnare punti alla mia classe!” Questo è il senso di appartenenza che si sviluppa a scuola, sentirsi parte di un gruppo con cui si condividono tempo, emozioni, esperienze, riflessioni, in cui si impara non solo a conoscere gli altri, ma anche se stessi attraverso l’interazione e il confronto con i compagni. La strada per i nostri piccoli alunni è lunga, ma deve essere loro sempre ben chiaro che da soli talvolta si va sì più veloce, ma insieme si va più lontano. E allora… pronti, partenza, via!
Maestra Raffaella Rossi

Disegno gareIeri abbiamo fatto le gare di nuoto, nella limpida piscina della nostra scuola. L’ambiente era festoso, preparato con bandierine variopinte, cartelloni incoraggianti e un bellissimo podio in legno bianco, dove tutti i bambini speravano di salire e godersi uno degli attimi più entusiasmanti della loro vita. Nell’aria si sentiva l’agitazione che scorreva nelle vene e la felicità di bambini e adulti. Appena arrivati siamo andati a cambiarci e dopo qualche minuto eravamo già pronti ai bordi della vasca tifando con entusiasmo per i nostri compagni. Poco dopo mi sono trovata sul freddo muretto dietro al possente blocco di partenza e appena salita: “A posto… via !”, sono partita, ho iniziato a nuotare e in quel momento ero io il mio principale avversario: dovevo riuscire a superare me stessa. Ho concluso la gara col sorriso sulle labbra e, tra gli abbracci dei miei compagni, mi sono diretta felice verso il grande podio. Anche oggi, osservando la mia splendente medaglia mi tornano in mente tutte le emozioni e l’allegria di quel giorno!
Alice, 5 B

Tutti i bambini sono emozionati per questo evento, e prima di entrare in vasca sono terrorizzati, ma anche se non vinci non importa, bisogna solo partecipare e divertirsi !
Benedetta e Gaia, 4 B

Io non ho ricevuto medaglie, ma sono comunque soddisfatta di me perché sono molto migliorata rispetto all’anno scorso.
Elvira, 5 B

Io mi sono divertito tantissimo con i miei amici e so che l’importante è partecipare.
Giovanni, 1 A

Quel nulla di inesauribile segreto

28 febbraio 2016

Dal 25 al 27 febbraio a Firenze si è svolta la XV edizione dei Colloqui Fiorentini, un’iniziativa culturale promossa dall’associazione Diesse con lo scopo di approfondire, anno per anno, la conoscenza dei maggiori autori della Letteratura Italiana. Quest’anno era la volta del poeta Giuseppe Ungaretti.

UngarettiAlcuni studenti del Liceo Scientifico del Leone XIII hanno aderito con entusiasmo al progetto, preparando uno studio sul poeta e partecipando ai Colloqui accompagnati dal prof. Michele Caprioli.

Ci ha mandato un resoconto Mattia Degiovanni, di V Liceo Scientifico A:

Il lavoro mio e dei miei sei compagni (Giorgio Canziani, Filippo De Nicola, Marco Spera, Silvia Taranto, di V Sc. A; Claudia Mazza, Alessandra Romanò di V Sc. C) su Ungaretti era iniziato ben prima di questi tre giorni: attraverso la redazione di una tesina che aveva richiesto la lettura integrale dell’opera di questo autore non ancora affrontato in classe, avevamo avuto un primo contatto con la sua opera, spesso difficile ma sempre stimolante.

Tuttavia giunti a Firenze abbiamo avuto modo di incontrare in modo profondo Ungaretti, sia attraverso gli interventi di professori universitari sia durante dibattiti tra noi ragazzi: tutto ciò secondo l’idea, sottesa a questo concorso, per cui un autore deve essere sperimentato attraverso l’esperienza diretta della sua opera, prima ancora che attraverso lo studio critico.

Claudia ha festeggiato il compleanno a Firenze

Claudia s’illumina per il compleanno. Auguri!

Per quanto riguarda le relazioni accademiche vogliamo menzionare quella del poeta Rondoni, il quale ha sicuramente lasciato il segno attraverso il suo forte carisma e i suoi modi anticonformisti. Egli ci ha trasmesso la sua idea circa il significato del leggere poesie e testi letterari, attività che a suo avviso deve arrivare a coinvolgere la persona del lettore in una esperienza emotiva totalizzante.

I dibattiti hanno avuto invece la funzione di mettere a confronto le nostre idee con quelle degli altri 3000 partecipanti al concorso: un numero da record. Se in parte il gran numero di ragazzi presenti ha confermato il successo dei Colloqui, dall’altra è stato motivo di qualche piccolo disagio organizzativo, che, tuttavia, è sempre stato risolto abilmente.

Oltre a partecipare alle attività del concorso, abbiamo avuto modo di visitare Firenze, sia a titolo personale sia guidati da personale dei Colloqui; in particolare abbiamo apprezzato ripercorrere quella parte della città in cui aveva vissuto Dante.

In conclusione torniamo a casa felici di aver ampliato la nostra comprensione di un autore che ci ha resi partecipi del suo “nulla di inesauribile segreto”; inoltre non scorderemo quei momenti di semplice divertimento che hanno reso questa esperienza davvero indimenticabile.

Mattia Degiovanni
V Liceo Scientifico A

Una merenda da copertina

28 febbraio 2016

Copertina-di-Chiara-R

 

Un’alunna di V Primaria A, Chiara Regruto, ha inviato a Focus Junior la sua proposta di copertina, dal titolo Una merenda da sogno, subito selezionata dalla redazione e sottoposta alla votazione degli internauti!

Complimenti Chiara!

Catechesi genitori

24 febbraio 2016

A TUTTE LE FAMIGLIE

 

Gent.me Famiglie,

Vi ricordiamo che domani 24 febbraio alle ore 8:15 nella Chiesa dell’Istituto Leone XIII si svolgerà l’incontro di Catechesi per i genitori “Parabola del fariseo e del pubblicano”.
Grazie dell’attenzione

Prof. Jacopo De Vecchi

 

Istituto Leone XIII
Via Leone XIII, 12
20145 MILANO
tel. +39-02438502.601
www.leonexiii.it

Greco e latino: quale futuro?

22 febbraio 2016

Giovedì 25 e venerdì 26 febbraio, presso l’Istituto Gonzaga di Milano, si terrà il convegno Gli orizzonti della didattica delle lingue classiche, organizzato dal medesimo Istituto e da Pearson Italia, con il patrocinio del Dipartimento di Studi Letterari, Filologici e Linguistici dell’Università Statale di Milano.

AteneInterverranno studiosi del mondo antico come Massimo Gioseffi, docente di Letteratura Latina alla Statale di Milano, e Cinzia Bearzot, ordinario di Storia Greca in Cattolica.

E’ stato invitato a tenere un intervento anche il nostro prof. Carlo Campanini, docente di Latino e Greco al Liceo Classico e autore di manuali delle lingue classiche a diffusione nazionale. Titolo della sua relazione: Le parole e le cose. Insegnare la lingua greca nel triennio.

Scarica il programma del convegno.

Abbiamo chiesto al prof. Campanini un breve spunto, come anticipazione del suo intervento:

“Eppure il greco nelle nostre scuole non s’impara, si finge di impararlo”. Così scriveva già nel 1930 uno dei più grandi filologi italiani se non il più grande, Giorgio Pasquali, certo esagerando un po’. Il fatto è che il problema di una didattica efficace delle lingue classiche è attuale oggi come ieri, anzi ancor di più oggi, in un tempo di grandi e rapidissime trasformazioni culturali e in un mondo che tende ad appiattirsi in un presente “smemorato” e ripiegato su se stesso.
Giovani “nuovi” rispetto a quelli del passato, con aspirazioni diverse e proiettate su una realtà certo più complicata, impongono a chi le insegna e crede nel loro altissimo valore culturale, un ripensamento che non riguardi solo i metodi, ma anche la funzione e il significato stesso delle lingue antiche, discipline storiche per eccellenza. E’ una ricerca da cui non ci si può sottrarre!

Giornata sulla neve e gare d’Istituto di sci 2016

22 febbraio 2016

A tutte le Famiglie della Scuola Secondaria di I Grado

 

Prot. 129 A/3

 

Gentili Famiglie,

come da tradizione, la Scuola Secondaria di I Grado organizza per tutti gli studenti la giornata sulla neve a Monte Pora (BG), durante la quale si disputeranno i Campionati di sci d’Istituto. Tale iniziativa si svolgerà

 

MERCOLEDI 2 MARZO 2016

 

La trasferta verrà effettuata in pullman GT e i ragazzi saranno accompagnati da un gruppo di insegnanti.

Dal momento del loro arrivo nella località sciistica e sino alle ore 14:00, i ragazzi saranno affidati ai maestri di sci nella ricognizione del percorso; dopo la gara verranno suddivisi in gruppi stabiliti prima della partenza in base alle rispettive capacità. Sarà quindi tassativamente OBBLIGATORIO sciare sempre in gruppo con il maestro per l’intero periodo di attività.

La gara in programma è lo slalom gigante, che si svolgerà in un’unica prova. E’ OBBLIGATORIO indossare il casco per l’intera durata dell’attività sportiva. Il programma dettagliato della manifestazione sarà consegnato a tutti i partecipanti il giorno precedente la gara. Tutti coloro che sciano, comunque, sono tenuti a prendere parte alla gara, ciascuno in base alle sue possibilità.

 

La quota d’iscrizione, come lo scorso anno, è di € 80.00 e comprende il viaggio A/R, lo ski pass, le spese per l’organizzazione gara, i maestri di sci e l’assistenza medica.

Come di consueto, anche ai genitori e ai familiari che lo desiderassero sarà possibile prendere parte alla trasferta, versando una quota di € 65.00 che comprende il viaggio A/R, lo ski pass e l’assistenza medica.

 

Questo l’orario di massima della giornata:

Ore        7:00                                      ritrovo in Via Reggimento Savoia Cavalleria per il carico degli sci

 “            7:30                                      partenza

 “            9:30                                      arrivo a Monte Pora

 “            10:30                                    inizio gare

 “            14:00                                    termine dello sci

dalle      14:00                                    pranzo

  “           15:00                                    premiazioni

Ore        17:30/18:00 circa              arrivo in Via Reggimento Savoia Cavalleria.

 

Per il pranzo, ognuno dovrà provvedere personalmente (o con una colazione al sacco, oppure approfittando di uno dei locali presenti in loco, che dovranno comunque essere avvisati all’arrivo).

I moduli di iscrizione modulo di iscrizione Giornata sulla neve 2016 dovranno pervenire al sig. Tiziano Modonato tassativamente entro VENERDI 26 FEBBRAIO alle ore 8:00. Le quote verranno invece addebitate sulla prima rata disponibile della retta scolastica. La gara verrà annullata (con restituzione dell’intero importo versato) o rimandata, se dovessero sussistere condizioni atmosferiche non idonee.

Ricordo infine che solo quanti non avessero effettuato la visita medica a scuola sono pregati di allegare al modulo di adesione una copia del certificato di idoneità all’attività sportiva non agonistica.

 

Tutti gli studenti che non sciano o non intendono prendere parte alla giornata verranno a scuola regolarmente e seguiranno un orario interno che verrà reso noto in tempo utile.

 

Certo di una partecipazione entusiasta e sempre responsabile, Vi invio i miei migliori saluti.

 

Il Coordinatore Didattico
Prof. Antonio Bertolotti

“PerTe Prestito Con Lode”

22 febbraio 2016

LA FONDAZIONE GESUITI EDUCAZIONE E INTESA SANPAOLO FIRMANO UNA CONVENZIONE PER L’EROGAZIONE DI PRESTITI PER LO STUDIO

Milano, 22 febbraio 2016 – Intesa Sanpaolo ha firmato una Convenzione per consentire alle famiglie di studenti particolarmente meritevoli di finanziarsi gli studi attraverso il nuovo PerTe Prestito Con Lode con la Fondazione Gesuiti Educazione, che riunisce le scuole della rete ignaziana in Italia e in Albania (Istituto Leone XIII a Milano, Istituto Sociale a Torino, Istituto M. Massimo a Roma, Istituto Pontano a Napoli, Istituto Sant’Ignazio a Messina, Istituto Gonzaga a Palermo e Liceo Ate Pjeter Meshkhalla a Scutari).

La firma della convenzione

La firma della convenzione

La convenzione, siglata dal Presidente della Fondazione padre Vitangelo C.M. Denora SJ e dal responsabile della Direzione Marketing di Intesa Sanpaolo Andrea Lecce, permette l’accesso al credito, fino ad oggi concesso unicamente agli studenti delle Università, anche alle famiglie degli allievi delle scuole superiori che fanno capo alla Fondazione.

PerTe Prestito Con Lode è pensato per garantire il diritto allo studio agli allievi di particolare talento in famiglie con temporanee difficoltà o capacità economiche più limitate. Il nuovo prodotto si articola in due fasi: l’apertura di credito su conto corrente e la concessione del finanziamento a tassi fissi agevolati. La richiesta di prestito viene presentata dal genitore (o tutore) e confermata dalla scuola. La concessione del prestito avviene mediante erogazioni annuali; quelle successive alla prima tranche sono subordinate al raggiungimento da parte degli studenti dei requisiti di profitto negli studi.

Il nuovo PerTe Prestito Con Lode è uno strumento unico nel suo genere per come è stato costruito e, a livello nazionale, non ha prodotti paragonabili e si pone come uno dei migliori anche a livello internazionale grazie alle sue opzioni di flessibilità adattandosi alla situazione lavorativa odierna delle famiglie.

L’operazione è stata realizzata anche con il supporto del Gruppo Be nell’ambito dei suoi programmi di Corporate Social Responsibility.

PerTe Prestito Con Lode prevede:

– Importo massimo: € 40.000 per ogni singolo prestito.
– Fondo di rotazione totale di € 2.000.000.
– Flessibilità del piano di rimborso e possibilità di ammortamento in 15 anni.
– Nessuna richiesta di garanzie bancarie.

Grazie alla disponibilità di Intesa Sanpaolo e alla sua lungimiranza – afferma padre Vitangelo Denora SJsi crea un’opportunità per tutte quelle famiglie che, pur desiderando iscrivere i propri figli in uno dei nostri istituti, finora non lo hanno fatto perché gravati dal peso dell’incertezza economica. È un altro passo nel cammino che la Fondazione sta facendo nella direzione indicata da Papa Francesco, che ci ha chiesto di aprire il più possibile le porte delle nostre scuole. La convenzione con Intesa Sanpaolo si aggiunge infatti all’iniziativa Giovani, leadership e futuro che, attraverso una serie di eventi, finanzia dal 2014 borse di studio per alunni meritevoli, figli di famiglie meno abbienti. Il desiderio è che questa convenzione sia solo un inizio; la Fondazione Gesuiti Educazione si impegnerà infatti perché tali opportunità possano essere estese a tutti gli alunni di talento del nostro Paese.

Sottolinea Andrea Lecce: Il punto di forza di questa convenzione è sostenere le famiglie nello sforzo di far proseguire gli studi ai propri figli. Intesa Sanpaolo è a disposizione delle nuove generazioni per investire nella loro educazione, formazione e crescita poiché la fiducia nei giovani è fiducia nel Paese. Per accedere al finanziamento la famiglia non ha bisogno di garanzie particolari ma solo dell’impegno dei propri figli nello studio.

Stefano Achermann, amministratore delegato del Gruppo Be, ha commentato: Abbiamo cercato di avvicinare il mondo della finanza a quello educational. In particolare l’interazione virtuosa tra mondo bancario e sistema formativo che favorisce e premia le migliori potenzialità e risorse, è uno dei punti qualificanti per portare l’Italia a essere davvero competitiva sui mercati internazionali ed è una garanzia per il futuro del nostro stesso Paese.

***

Fondazione Gesuiti EducazioneFondazione Gesuiti Educazione è un ente senza fine di lucro ispirato al carisma della Compagnia di Gesù. La sua mission è il sostegno a iniziative di singoli o di reti nel campo dell’educazione e della formazione per le politiche educative, le professioni della scuola, la ricerca dell’innovazione pedagogico-didattica e l’accesso universale agli studi. Le scuole e le università dei Gesuiti nel mondo sono più di 2.000 ed accolgono ogni anno circa 2 milioni di studenti di ogni età ed estrazione sociale. Di essi, circa 180.000 studiano in Europa in 168 Istituti. In tutti i paesi dove sono presenti, le Scuole dei Gesuiti si caratterizzano per l’eccellenza e l’avanguardia del servizio educativo sia che si tratti di prestigiosi college che di scuole di educazione popolare.

Intesa San PaoloIntesa Sanpaolo, primo Gruppo bancario in Italia e terzo nell’Eurozona, è leader in Italia in tutti i settori di attività bancaria. Il Gruppo offre i propri servizi a 11,1 milioni di clienti avvalendosi di una rete di circa 4.300 sportelli presenti su tutto il territorio nazionale con quote di mercato non inferiori al 13% nella maggior parte delle regioni. Presente anche in Europa centro-orientale, in Medio Oriente e Nord Africa, il Gruppo Intesa Sanpaolo si avvale di una rete internazionale in 28 Paesi. L’impegno della Banca per la crescita del Paese vede Intesa Sanpaolo promuovere e collaborare per la realizzazione di numerose iniziative al servizio di famiglie e imprese.

Per informazioni: 

Fondazione Gesuiti Educazione
Unità Fundraising
Tel. 39 02 86352305
gesuitieducazione.conlode@gmail.com

Intesa Sanpaolo
Servizio Rapporti con i Media
+39 0287962642
stampa@intesasanpaolo.com

La voce della scrittur@ digitale

21 febbraio 2016

Ogni giorno approdiamo su facebook, twitter, whatsapp, instagram e ci scriviamo, leggiamo, condividiamo, postiamo, twittiamo, dallo smartphone, dal tablet, dal pc, alla scrivania, in metropolitana, al semaforo, in coda al market. Sempre e ovunque. Noi e i nostri figli.

comunicareScriviamo e leggiamo a folle velocità delle vere e proprie sbobinature del nostro parlato, senza rispettare le regole della lingua scritta, con correttori automatici che ci fanno inviare contenuti imbarazzanti.

Infarciamo il tutto con faccine gialle nell’intento di far trasparire il nostro stato d’animo e le nostre intenzioni.

Dobbiamo tutti essere un po’ educati ad un uso corretto e accorto delle nuove tecnologie.

Qualche giorno fa Vi abbiamo informato di una bella iniziativa della scuola Primaria, Friendsbook, che nel frattempo ha ottenuto una menzione di merito!

La Scuola Secondaria di I Grado e i Licei proprio in queste settimane partecipano ad incontri di Media Education.

Ora è la volta del prossimo Martedì del Leone, che si terrà in Istituto il 23 febbraio alle ore 21:00.

Titolo della serata: La voce della scrittur@ digitale.

Interverrà Stefania Garassini, docente di Comunicazione multimediale all’Accademia Santa Giulia di Brescia e presso l’ ALMED – Alta Scuola in Media, Comunicazione e Spettacolo dell’Università Cattolica.

La serata verrà introdotta dalla presentazione del progetto del Leone XIII Students on Stage, realizzato da un gruppo di studenti coordinato dalla prof.ssa Francesca Argenti.

L’ingresso è libero e aperto agli adulti e ai più giovani. Vi aspettiamo!

Seconda Cogestione Licei

19 febbraio 2016
AI DOCENTI, AGLI STUDENTI E ALLE FAMIGLIE DEI LICEI
AI RAPPRESENTANTI DI PLESSO DEGLI STUDENTI

Prot. 126 A/3

Gentilissimi tutti,

lunedì 29 febbraio si svolgerà la seconda giornata di COGESTIONE dei Licei, organizzata dagli studenti con la collaborazione dei docenti.

Comunico l’orario della mattinata:

ore 8           appello in classe
ore 8:10       ritrovo in Auditorium per tutte le classi. Incontro di Media Education
ore 10:40     intervallo
ore 11          workshop
ore 13:35     conclusione della mattinata per tutte le classi.

Raccomando agli studenti di partecipare con serietà alle iniziative, che si prospettano ricche e coinvolgenti in tutti gli spunti proposti; ai docenti di accompagnare i ragazzi, ponendo particolare attenzione agli spostamenti e al rispetto dei tempi.

Desidero rivolgere infine due ringraziamenti: a coloro che hanno accettato di condurre i workshop, per il servizio prestato alla scuola; ai Rappresentanti degli Studenti, Matteo Perazzi e Giovanni Renoldi, per l’impegno dimostrato nell’organizzazione della giornata.


Prof. Vincenzo Sibillo
Coordinatore Didattico
Liceo Classico, Scientifico e Scientifico Sportivo
Istituto Leone XIII
Via Leone XIII, 12 – 20145 Milano
Tel. 02 4385021 – Fax 02 48009979

ANNO ALL’ESTERO A STONYHURST

19 febbraio 2016

Alle Famiglie e agli Studenti delle classi Terze dei Licei Classico e Scientifico

 

Prot.122 A/3
OGGETTO: Anno all’estero a Stonyhurst

Gentili Famiglie,

come Vi ho anticipato in precedenti occasioni, il Leone XIII, tramite la Fondazione Gesuiti Educazione che ne è la promotrice, riserva una straordinaria opportunità agli studenti che nel 2016/17 frequenteranno il IV anno dei Licei nei collegi italiani della Compagnia: trascorrere l’intero anno di studi presso lo Stonyhurst College, prestigiosa istituzione scolastica inglese dei Gesuiti.

Il college di Stonyhurst (nel Lancashire, in Gran Bretagna; vedi http://www.stonyhurst.ac.uk/ ) offre la possibilità di inserire i nostri alunni al primo anno di corso per il conseguimento del Diploma IB (year 12). Le materie che seguono i ragazzi vengono attentamente selezionate in base alla comparazione dei programmi svolti nei collegi italiani e in quello inglese, al fine di ridurre al minimo lo scarto tra i due sistemi. Di conseguenza, le prove da effettuare per il reinserimento al V anno sono ridotte in numero e contenuti.

Punto di forza del programma è l’inserimento dell’Italiano nella rosa delle 6 discipline IB seguite dai nostri alunni presso il college inglese. Il corso di Italiano a Stonyhurst, con supporto di Latino e Greco, è svolto da un professore proveniente da un collegio italiano della Compagnia. La presenza di questo docente garantisce lo svolgimento di quelle discipline che generalmente vengono trascurate dai ragazzi che svolgono il IV anno all’estero e per le quali si determinano delle carenze: sono proprio queste carenze, infatti, a costituire la maggiore preoccupazione degli alunni e delle famiglie, e quindi il maggior ostacolo nella decisione di intraprendere un’avventura formativa all’estero.

L’alto valore aggiunto di questa esperienza all’estero sta nel fatto che i ragazzi non solo seguiranno un anno scolastico di ampio respiro internazionale, ma anche impostato secondo la pedagogia ignaziana, proseguendo il percorso intrapreso nel proprio collegio di provenienza in Italia.

Per quanto riguarda la sistemazione, gli studenti italiani saranno ospitati nella scuola, che garantisce anche il vitto e attività integrative.

Tra i vantaggi dell’esperienza vanno considerati i costi, ridotti per i nostri studenti di più del 25% rispetto alla retta annuale del college, comprensiva della sistemazione (£ 21,500 invece di £ 29,200).

Le disponibilità di posti sono distribuite tra i collegi. Al Leone XIII sono riservati quattro posti. Le richieste vanno presentate entro e non oltre giovedì 3 marzo scrivendo al mio indirizzo di posta elettronica vincenzo.sibillo@leonexiii.it. Non esitate a contattarmi anche per ricevere informazioni più dettagliate.

Referente nazionale dell’iniziativa è la professoressa Ida Romano, romano.i@gesuitieducazione.it, di Roma, a cui ugualmente potete rivolgervi per maggiori informazioni.

 

Requisiti di accesso:

  • Voto di Condotta del Trimestre non inferiore a 9
  • Padronanza della Lingua Inglese
  • Risultati soddisfacenti nelle discipline curricolari
  • Parere positivo del CdC di riferimento del candidato

Vi esorto vivamente a prendere in considerazione questa opportunità!

 

Il Coordinatore Didattico
Prof. Vincenzo Sibillo

 

 

Istituto Leone XIII
Via Leone XIII, 12 – 20145 Milano
Tel. 02 4385021 – Fax 02 48009979

 

Pagina successiva »

Bacheca Download