In diretta da Gressoney (2)

15 febbraio 2013

Si sta per concludere la settimana bianca a Gressoney St. Jean per il gruppo di 54 liceali. Riprendiamo la cronaca dell’esperienza da dove ci eravamo fermati nella precedente news.

La serata con Arturo Squinobal – ci riferisce padre Eraldoè stata entusiasmante: l’alpinista ha raccontato la sua grande avventura verso la cresta di Peuterey, una delle vette del Monte Bianco, in inverno, senza altro ausilio che la corda, i ramponi e il proprio coraggio. Abbiamo appreso come in montagna a volte occorra superare ostacoli che sembrano insormontabili, come passare quattordici ore di notte a meno venti gradi seduti su un costone di roccia completamente ghiacciato, e sempre è necessario cooperare con altri per arrivare alla meta. I ragazzi sono stati attentissimi e hanno rivolto domande assai pertinenti al nostro ospite”.

Ciaspolata sul Rosa

Ciaspolata sul Rosa

Il giorno seguente il gruppo si è unito per pattinare sul ghiaccio, mentre giovedì c’è stata la ciaspolata dei ragazzi che non hanno praticato lo sci. Così anche loro, per un giorno, hanno potuto gustare la bellezza della neve in alta quota. In quindici sono partiti per una ciaspolata ai piedi del ghiacciaio del Rosa, conclusa con un ritrovo in rifugio, pranzo insieme agli sciatori e S. Messa delle ceneri, in ritardo di un giorno, sempre nel rifugio. La sera c’è stata una gara di creatività. L’ultima giornata di sci si è svolta sotto una leggera nevicata col sole.

La conclusione è di padre Eraldo: “L’umore del gruppo è altissimo, stiamo ormai diventando un organismo vivente comunitario: siamo uniti nella musica, nel canto, nel divertimento, nello sci, nelle liturgie, nei giochi, nei numerosi momenti di condivisione“.

Bacheca Download