Leoniani a Marsiglia per il J.E.E.P.

12 marzo 2013

Affari esteri e politica internazionale, economia e finanza, salute pubblica e tutela ambientale, lavoro e politiche sociali, industria, ricerca ed energia, libertà, giustizia e diritti umani. Sono questi gli ambiti nei quali si cimentano, confrontano le proprie idee e sviluppano il proprio impegno i 56 studenti europei convolti quest’anno nella nona edizione del J.E.E.P. (acronimo che significa Jesuit European Educational Project), la simulazione del Parlamento europeo dei giovani organizzato dalla rete delle scuole dei Gesuiti.

Ad ospitare la sessione del 2013, dal 9 al 16 marzo, è l’Ecole de Provence di Marsiglia (Francia), che quest’anno è stata investita del ruolo di “Capitale europea della cultura” e che è già stata sede della quarta edizione del JEEP.

Marsiglia, Palais du Pharo

Marsiglia, Palais du Pharo

Per chi volesse seguire più da vicino i lavori del JEEP 2013, indichiamo il link al quale è possibile leggere e consultare il ricco blog che un gruppo di “giornalisti” francesi sta allestendo in tempo reale e aggiornando giorno dopo giorno con le testimonianze scritte e audiovisive dei protagonisti di questa storica manifestazione: www.jeep2013.tumblr.com.

Protagonisti dell’iniziativa, consolidata ormai dal lontano 2005, sono delegazioni di 7 studenti del quarto anno dei Licei provenienti dai collegi della Compagnia di Gesù di otto diverse nazioni europee: Francia, Germania, Belgio, Spagna, Lituania, Ungheria, Polonia e Italia (Leone XIII). I ragazzi, scelti dai Consigli di Classe, hanno iniziato la loro preparazione lo scorso mese di ottobre occupandosi di uno specifico topic; a Marsiglia incontreranno in commissione altri sette delegati di altrettante nazioni, allo scopo di poter elaborare una risoluzione da discutere e votare al termine della settimana di lavori nell’assemblea plenaria.

Le risoluzioni verranno dibattute nella giornata di venerdì 15 presso la sala assembleare del Palais du Pharo, uno degli edifici storici più prestigiosi di Marsiglia

Dopo nove anni di attività, il JEEP conserva una sorprendente vitalità: la serietà e l’impegno con cui ragazzi di tutta Europa si confrontano su questioni di stringente attualità, mettendosi in gioco senza timori e confrontando aspettative ed esperienze a volte anche molto diverse tra loro dovrebbe rappresentare non solo un modello, ma persino un monito ai governanti europei perché non lascino cadere il sogno di una Europa finalmente unita, che sia per tutti modello di civiltà ed esempio di democrazia. Da questi giovani cittadini del vecchio continente c’è davvero molto da imparare.

La delegazione del Leone XIII, guidata dal prof. Antonio Bertolotti, è composta da Alberto Bellini, Isabel Ghisolfi, Lucrezia Menoncello, Stefano Parisi, Francesca Pennazio, Matteo Pozzi e Camilla Romagnoli.

 

Bacheca Download