Studenti da tutto il mondo a NY per il CWMUN

24 marzo 2015

“Ma lo sentite, ragazzi, il profumo della storia, non provate emozione nel sedervi ai posti di
coloro che ogni giorno contribuiscono a decidere le sorti del mondo?”.

Con queste parole il Presidente del Consiglio Regionale della Lombardia, Raffaele Cattaneo, ha salutato 1500 studenti rappresentanti di 92 Paesi del mondo, che sono intervenuti all’edizione annuale del Change the World Model United Nations a New York.

Tra di loro c’era un gruppetto di undici alunni dei nostri Licei. L’Associazione Diplomatici quest’anno ha richiamato un parterre veramente eccezionale di ospiti che hanno innalzato ulteriormente il già notevole livello di questa manifestazione.

Nella sala dell’Assemblea Generale, recentemente rinnovata senza perdere il suo fascino anni Cinquanta, l’ambasciatore Sebastiano Cardi, della Missione permanente italiana alle Nazioni Unite, ha dato il benvenuto alla platea di giovani e docenti, ricordando il ruolo internazionale dell’Italia e l’importanza delle missioni e dei programmi a cui il nostro Paese prende parte.

Si sono poi susseguiti nomi importanti del Palazzo di Vetro, come Nassir Abdulazziz al-Nasser, Alto Rappresentante dell’UNAOC (che si occupa di alleanze e civilizzazione), Ahmad Alhendawi, inviato del Segretario Generale per la gioventù, Amir Dossal, fondatore e presidente del Global Partnership Forum, che si occupa di scambi internazionali e Lakshmi Puri, direttore esecutivo del programma UN women.

L'intervento di Marco Tardelli al Palazzo dell'ONU

L’intervento di Marco Tardelli al Palazzo dell’ONU

La presenza di questi rappresentanti ufficiali delle Nazioni Unite dimostra come il lavoro della Diplomatici stia sempre più impressionando per quantità e qualità e sia arrivato ad interessare i gradini più alti del Palazzo. Come dire che il gioco di simulazione si sta pian piano trasformando in realtà, e questo permette ai nostri ragazzi un bagno nella realtà sempre più autentico e profondo.

E’ stata poi la volta di un testimone di eccezione, l’ex calciatore campione del mondo 1982 Marco Tardelli, che ha portato l’importante testimonianza di come i valori dello sport possano contribuire alla formazione di coscienze autentiche in un mondo di pace.

Un input importante per il nostro Istituto, che si appresta ad aprire il prossimo anno una sezione di Liceo Scientifico Sportivo.

Hanno chiuso la cerimonia gli interventi di Claudio Corbino, Presidente della Diplomatici, e dell’on. Maria Letizia Moratti, che dal prossimo anno assumerà la carica di Presidente del CWMUN: il nostro ex sindaco ha parlato ovviamente di EXPO, argomento fondamentale delle simulazioni di questi giorni, che lei stessa ha fortemente voluto per la città di Milano e per l’Italia.

Tanta storia davanti ai nostri occhi, tante testimonianze di uomini e donne che, in un modo o nell’altro, ciascuno nel loro campo, hanno lavorato e stanno ancora lavorando per l’umanità. Un monito importante perché i nostri giovani assumano nella loro vita una dimensione sempre più partecipativa e solidale e diventino, insomma, uomini e donne per gli altri.

Prof. Paolo Tenconi
Coordinatore dei Progetti

 

Il prof. Paolo Tenconi, insieme ad altri dieci docenti provenienti da tutto il mondo, è membro   dell’International Board del CWMUN, che è presieduto da Salvatore Carrubba.

Bacheca Download