In 400 da Europa ed Egitto per Jeset 2015!

29 giugno 2015

Sorrisi, fatica e tanto divertimento: sono stati questi gli elementi chiave della terza edizione dei Jesuit Schools European Sports Tournament (JESET), che si sono svolti tra Milano e Caorle dal 21 al 27 giugno 2015.

foto di gruppoI 400 Liceali provenienti da tutta Europa e dall’Egitto hanno partecipato con grande entusiasmo alle numerose attività proposte dal Comitato Promotore di JESET 2015.

LE GIORNATE DI MILANO: ALLA SCOPERTA DI EXPO2015

JESET ha preso avvio a Milano con la S. Messa celebrata domenica 21 al Leone XIII. Ad accogliere le delegazioni c’era anche la francese Marie-Thérèse Michel, Direttrice del JECSE, l’organizzazione europea preposta alla promozione dell’educazione gesuita, nel rispetto dello spirito ignaziano.

I primi due giorni milanesi sono stati dedicati all’Esposizione Universale e le delegazioni hanno molto apprezzato sia la tavola rotonda promossa all’interno dell’Istituto Leone XIII, sia la visita al sito espositivo.

IL PROGRAMMA SPORTIVO: SANA COMPETIZIONE E TANTO DIVERTIMENTO

Saluti ufficiali a Caorle

Saluti ufficiali a Caorle

Dal 22 giugno le delegazioni si sono trasferite a Caorle, dove è iniziato ufficialmente il programma sportivo, che comprendeva le seguenti discipline: calcio, basket, pallavolo, nuoto, atletica e beach volley.

Anche i referenti del Comune di Caorle hanno voluto incontrare i delegati delle squadre e il Comitato promotore di JESET 2015, ringraziandoli per aver scelto la loro città.

La serata più bella della settimana è stata quella dedicata alla Parata delle Bandiere che si è svolta per il centro storico di Caorle. Canti e cori dei singoli Istituti hanno accompagnato la sfilata tra gli sguardi curiosi e divertiti dei turisti.

Dopo epiche sfide per terra e per mare, tra le onde dell’Adriatico o sulle piste di atletica e sulla sabbia, alla fine della settimana è stato decretato il vincitore di Jeset2015…

parataIl trofeo, realizzato appositamente dall’Art Producer Sheila De Paoli, è stato vinto dall’Istituto di St. Blasien, in Germania, a cui rivolgiamo i complimenti più sentiti!

Secondi classificati i ragazzi del Centro Educativo Ignaziano di Palermo e terzi i Lituani della scuola di Kaunas.

Buona prestazione della nostra delegazione: con un secondo posto nel calcio e nei 400 m maschili di nuoto si è posizionata al decimo posto.

Un ringraziamento particolare va a tutti gli studenti volontari dell’Istituto Leone XIII, che hanno supportato l’organizzazione dell’evento. Coordinati dal prof. Michele Caprioli, questi ragazzi straordinari, con grande professionalità e dedizione, hanno contribuito a rendere indimenticabili le intense giornate di sport e di amicizia.

Dott. Roberto Nardio
Coordinatore Area Sport

Padre Silvano Fausti S.I.

24 giugno 2015

Leggi la notizia pubblicata sul sito Gesuiti News.

Leggi la notizia pubblicata sul sito del Corriere della Sera.

La Comunità dei Padri Gesuiti e l’Istituto Leone XIII chiedono a tutti un ricordo nella preghiera e un ringraziamento al Signore per il dono di padre Silvano Fausti S.I.

Padre Silvano Fausti S.I.

Padre Silvano Fausti S.I.

Cammino Via Francigena

24 giugno 2015

ALLE FAMIGLIE E AGLI STUDENTI DELLE CLASSI SECONDE 2014/15
p.c. ALL’AMMINISTRAZIONE

Prot. 408

Gentili Famiglie,

 

da qualche anno il Leone XIII propone alle ragazze e ai ragazzi del Liceo l’esperienza del Cammino di Santiago. Sino all’anno scorso questa esperienza era riservata agli alunni delle Quarte Liceo. L’esperienza ha riscosso grande successo, perché costituisce un’occasione particolare, e per certi versi unica, di (ri)scoperta di sé. La fatica, la concentrazione, l’immersione nella natura, l’attenzione al compagno… tutto ciò che si vive nel Cammino, sono gli elementi che configurano i parametri di questa nuova e stimolante dimensione, nel corso della quale le relazioni del gruppo classe vengono altresì cementate.

 

Una nostra studentessa ha scritto sul sito del Leone al termine del Cammino di Santiago:

 

“Sempre più carichi di energia e arricchiti dalle nuove sensazioni ed emozioni nate durante il cammino abbiamo quindi raggiunto l’aeroporto dove, lottando contro il tempo, abbiamo avuto modo di condividere gli ultimi pensieri circa il cammino: un’esperienza indimenticabile e unica che ha dato a ciascuno di noi l’opportunità di mettersi fisicamente in gioco, di conoscere più a fondo non solo noi stessi, con i nostri pregi e i nostri difetti, ma anche i nostri i compagni di viaggio e di dimostrare, ciascuno a proprio modo, l’affetto che proviamo l’uno per l’altro”.

 

Per i benefici effetti che abbiamo constatato, il Collegio Docenti che si è svolto a giugno ha deciso di pensare un’esperienza analoga lungo la ViaFrancigena all’inizio del terzo anno dei Licei (che va a sostituire il Cammino di Santiago). La scelta del momento non è casuale, perché l’inizio del Triennio costituisce lo spartiacque di un passaggio importante nel percorso di studi e di formazione.

 

Come agli alunni del Biennio è quindi proposto il soggiorno di tre giorni a Gressoney, all’inizio della Prima, così a quelli che iniziano il Triennio verrà offerta l’esperienza itinerante della Via Francigena.

 

Il tratto di cammino individuato dal gruppo di docenti che ha elaborato il progetto sarà quello compreso tra Lucca e Siena. L’esperienza, che avrà la durata di 5/6 giorni, si svolgerà  tra il 20 e il 26 settembre, con date da precisare.

Il costo previsto è di circa 350 euro. Per riuscire a prenotare i treni e gli ostelli per tempo e in economia, vi presentiamo l’iniziativa sin d’ora e vi chiediamo di comunicare la vostra adesione in Segreteria entro il 7 luglio, compilando l’adesione previa allegata e inviandola scannerizzata (asegreteria@leonexiii.it ) o viafax (02.48009979) oppure consegnandola a mano.

L’adesione comporterà il pagamento di una caparra di 150 euro, necessari a bloccare i posti sui treni e negli ostelli. La quota va versata tramite bonifico bancario alle seguenti coordinate:

 

ISTITUTO LEONE XIII

BANCA POPOLARE COMMERCIO & INDUSTRIA AG. 2275 MILANO

IBAN IT 31 J 05048 01652 000000029024


Indicare come causale: Acconto VIA FRANCIGENA seguito da COGNOME e NOME dello studente.

adesione_previa_via Francigena 2015

Cogliamo l’occasione per rinnovare gli auguri di una serena estate a tutti voi.

Il Coordinatore Didattico
Prof. Vincenzo Sibillo

 

Il Responsabile dell’Animazione
Padre Diego Mattei S.I.

I docenti delle prossime classi III Liceo 2015/16

JESET 2015: si comincia!

20 giugno 2015

Tutto è pronto all’Istituto Leone XIII per accogliere i 400 atleti che dalla giornata di domenica 21 giugno arriveranno da ogni parte d’Europa per contendersi il Trofeo Sportivo JESET 2015! (Vedi il programma delle giornate). L’evento si aprirà con la S. Messa che sarà concelebrata nella Chiesa dell’Istituto da padre Vitangelo Denora S.I., di ritorno dall’esperienza di formazione in Africa, e da padre Diego Mattei S.I.

16 saranno le Delegazioni in gara:

jeset1. Istituto Sociale di Torino
2. Kaunas Jesuit High School
3. Colegio Nuestra Senora de Montesion
4. Vilnius Jesuit High School
5. Colegio Yescuela Profesional Centro Sagrado Corazon
6. Kolleg St.Blasien e.V.
7. Centro Educativo Ignaziano di Palermno
8. Nuestra Señora de Begoña – Compania de Jesus Provincia de Espana
9. Stanislascollege Reinier de Graaf
10. The Holy Family
11. Centro Schuster
12. St. Benno-Gymnasium
13. Fundacio Jesuites Educacio El Clot
14. Fundacio Jesuites Educacio Collegi Claver
15. Zespol Szkol Jezuitow
16. Istituto Leone XIII

Valentina Diouf al Leone XIII

Valentina Diouf al Leone XIII

Il programma pensato dal Comitato promotore è davvero molto fitto e alternerà le competizioni sportive a momenti di formazione e di svago che avranno l’obiettivo di fare rete e accrescere l’appartenenza alla grande famiglia ignaziana.

Per prepararsi al meglio, nei giorni scorsi le delegazioni milanesi hanno avuto il piacere di confrontarsi con personaggi rappresentativi dello sport, tra cui un’atleta molto amata in Italia e non solo, Valentina Diouf. La pallavolista, icona della nostra Nazionale, è stata recentemente ospite dell’istituto Leone XIII, dove ha risposto alle domande delle cento atlete presenti in sala.

Credi in te stesso sempre e non arrenderti mai, questo il più importante consiglio che Valentina ha lasciato alla platea, sostenendo come la determinazione e la voglia di fare siano fondamentali per poter inseguire e infine raggiungere i propri sogni. La costanza e la tenacia devono sempre accompagnare chiunque, ma soprattutto uno sportivo che ha intenzione di lavorare ad alti livelli come lei.

Grande novità di questa edizione è il Trofeo Jeset, appositamente creato e donato dall’Art producer Sheila De Paoli.

Il Trofeo Jeset

Il Trofeo Jeset

Con queste parole l’Artista ha descritto l’opera intitolata LA VITA:

…i suoi aspetti misteriosi, la sua voglia di tendere alla perfezione. Il cuore che batte. Il corpo che si modella. Un atleta pronto ai blocchi di partenza… La forza, la plasticità di un corpo impegnato nello sport… Un polmone che tiene l’aria per l’apnea, un muscolo in tensione… La fluidità e l’armonia dei movimenti, la linearità e la precisione del corpo umano che è una macchina perfetta. 

Voglia di mettersi in gioco, di superare i propri limiti. La necessità di controllare le emozioni ed il piacere di riconoscerle per sentirsi vivi. Preparazione, rigore, determinazione, disciplina, fair play… l’eccellenza, il Magis.

 

Per seguire live la settimana di JESET2015 vi consigliamo di accedere alle pagine social create appositamente per la manifestazione:

FACEBOOK  https://www.facebook.com/jeset2015

TWITTER @jeset2015

INSTAGRAM @jeset2015

SITO: www.jeset2015.com

 

Dott. Roberto Nardio
Coordinatore Area Sport

JESET 2015

19 giugno 2015

ALLE FAMIGLIE E AGLI STUDENTI DEI LICEI

 

Prot. 403

 

Gentili Famiglie,

 

come saprete domenica 21 giugno prenderà avvio un importante meeting sportivo internazionale, il JESET, che vedrà coinvolte numerose delegazioni di studenti liceali delle scuole europee dei Gesuiti. Il JESET si svolgerà tra Milano e Caorle fino al 27 giugno. Anche il Leone XIII parteciperà con una squadra di studenti atleti, guidata dal prof. Caprioli, e una squadra che curerà accoglienza e logistica.

 

Potete leggere tutte le informazioni sul sito della scuola, ma per praticità trovate in allegato il programma della manifestazione e un invito. Sarebbe bello infatti se potessimo ritrovarci alla S.Messa di domenica 21, che sarà celebrata nella Chiesa dell’Istituto alle ore 19:00 alla presenza di tutte le delegazioni, e alla tavola rotonda che si terrà nell’Auditorium della scuola lo stesso giorno alle ore 21:00.

 

invito_21_giugno

 

programma settimana

 

Vi ringrazio e Vi rivolgo un cordiale saluto

 

 

Prof. Vincenzo Sibillo

Coordinatore Didattico
Liceo Classico e Scientifico

 

Istituto Leone XIII

Via Leone XIII, 12 – 20145 Milano
Tel. 02 4385021 – Fax 02 48009979

 

Progetto CWMUN Emirates

19 giugno 2015

Milano, 19 giugno 2015

 

Alla cortese attenzione delle Famiglie degli iscritti alle Prime Liceo 2015-2016

 

Prot. 401

 

 

Oggetto: Progetto CWMUN Emirates

Gentili Famiglie,

da diversi anni i Licei dell’Istituto Leone XIII prendono parte ai  Model United Nations, un programma prestigioso che propone ai giovani la simulazione degli organi principali delle Nazioni Unite. In particolare, siamo parte attiva ed integrante del progetto CWMUN (Change the World Model United Nations), organizzato in collaborazione con l’Associazione Diplomatici di Catania, ente accreditato dall’ONU a organizzare e gestire un proprio programma di simulazione e che dallo scorso anno è diventato ente onlus alle dirette dipendenze dell’Ecosoc, cioè del Consiglio Economico e Sociale delle Nazioni Unite.

I Model UN sono parte importante dei programmi educativi dei giovani Americani e da qualche anno si stanno imponendo anche all’attenzione delle nostre scuole, come è stato tra le altre cose ribadito dal ministro Stefania Giannini, che ha proposto l’inserimento delle simulazioni MUN all’interno della nuova riforma scolastica.

I giovani, grazie a queste simulazioni, vengono messi a diretto contatto con i problemi di attualità politica ed economica più scottanti secondo la metodologia del learning by doing che, in piena consonanza con il suggerimento tipico della pedagogia ignaziana del fare esperienza, garantisce loro un approccio meno teorico e un’applicazione concreta del gusto dell’essere parte di una cittadinanza attiva.

I temi trattati nei MUN sono ovviamente affrontati anche nella normale attività educativa, che si svolge quotidianamente in classe, ma questo approccio pratico, come detto, fa sì che le nozioni e le esortazioni teoriche apprese possano trasformarsi in realtà.

Le simulazioni cui aderiamo sono due, tra le diverse proposte dalla Diplomatici:

  1. CWMUN Emirates. Si svolge ad Abu Dhabi e Dubai dal 10 al 17 novembre 2015
  2. CWMUN New York. Si svolge a New York dal 17 al 23 marzo 2016.

New York rappresenta, come è intuibile, la simulazione più classica, anche perché gran parte dei lavori si svolgono all’interno del Palazzo di Vetro, ma dallo scorso anno abbiamo aderito alla simulazione degli Emirati Arabi, che ha permesso ai nostri giovani di venire a contatto con un mondo e una cultura un po’ più insolita e sicuramente stimolante. La simulazione di Dubai, inoltre, è costruita per sua natura su numeri più piccoli (massimo 250 studenti internazionali contro i 1500 di New York), che favorisce il dibattito e la partecipazione agli studenti che hanno da poco intrapreso il cammino liceale.

Allegata alla presente comunicazione trovate quindi una scheda riassuntiva, con programma, date, dettagli e costi che Vi può meglio spiegare la portata di questo progetto che volentieri proponiamo ai Vostri figli in anticipo rispetto al loro ingresso nel nostro Liceo: un modo, insomma per fare conoscenza del Liceo prima ancora di entrarvi a far parte ufficialmente!  I posti disponibili per Dubai, infatti, non sono molti (max. 12) e ci è sembrato importante quindi offrire questa possibilità anche ai futuri alunni dei nostri Licei.

Come è intuibile, si tratta di un progetto impegnativo sia nei contenuti che nell’impegno necessario per la preparazione. Per sua natura, quindi, si rivolge a studenti di ottimo livello, dotati anche di un atteggiamento rispettoso delle regole e aperto alla conoscenza di nuove dimensioni culturali. Tenendo conto di questo, chi fosse interessato a iscriversi, o semplicemente desiderasse informazioni che non sono contenute nella scheda allegata, può contattarmi al mio indirizzo email (paolo.tenconi@leonexiii.it) oppure raggiungermi sul cellulare al 335 6869001.

Resto a Vostra disposizione per ogni possibile chiarimento e Vi porgo i miei più cordiali saluti, insieme a un grosso in bocca al lupo per gli esami dei Vostri ragazzi.

 

Progetto-CW-MUN-Emirates

 

Il Coordinatore dei progetti

Prof. Paolo Tenconi

Proposta pastorale per i ragazzi

19 giugno 2015

ALLE FAMIGLIE DELLE CLASSI PRIME E SECONDE

SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO

 

Carissime famiglie,

l’anno scolastico 2014/2015 è appena terminato, per quasi tutti. I ragazzi delle terze sono ancora impegnati nell’esame di fine ciclo e noi facciamo il tifo per loro. Da parte nostra, accanto ai bilanci delle attività svolte in questi mesi, iniziamo fin d’ora a intrecciare idee e progetti per il prossimo anno.

 

Per quanto riguarda l’ambito della pastorale, stiamo lavorando per l’introduzione negli anni delle Medie del Movimento Eucaristico Giovanile (familiarmente MEG), uno dei movimenti giovanili ignaziani presenti in Italia.

 

Il MEG nasce in Francia nel 1914 e in Italia nel 1944, per iniziativa di P. Rotondi, rivolto inizialmente proprio ai ragazzi delle medie. Con successivi sviluppi e il cambio della dizione nel nome attuale (Movimento Eucaristico Giovanile) all’inizio degli anni 70, il MEG giunge a sviluppare un progetto educativo e di catechesi molto articolato, che abbraccia la crescita dei ragazzi dalle elementari (8 anni) fino all’università (23 anni).

 

In particolare i Ragazzi Nuovi, che rappresentano la fascia d’età compresa fra gli 11 e i 13 anni, “Vengono aiutati a scoprirsi protagonisti di quel mondo nuovo che Gesù vuole costruire con la collaborazione dell’uomo. La Bibbia, l’Eucaristia e la vita di gruppo rimangono i luoghi privilegiati dove trovare le risposte alle domande della loro età: stabilire un rapporto costruttivo con i propri limiti; scoprire e accettare la propria corporeità; vivere in maniera più consapevole i rapporti con gli altri (rivalità/solidarietà; falsità/verità; autonomia/dipendenza…). Il testo biblico che sostiene il cammino di questa branca è identificato in Gv 6,1-13. In particolare si sottolinea che Gesù moltiplica i pani portati da un ragazzo: Egli ha bisogno del nostro importante contributo per realizzare un mondo nuovo, quello desiderato da Lui” (cit. dal sito www.meg-Italia.it).

 

L’ipotesi che in Direzione stiamo vagliando è di introdurlo nel tardo pomeriggio, dalle 18 alle 19. Sulla scelta del giorno non posso ancora sbilanciarmi, perché dipende dalla concreta disponibilità che un gruppo di giovani studenti universitari, che già hanno esperienza di conduzione di gruppi MEG, avranno a partire dal mese di ottobre, dopo aver saputo loro stessi l’orario delle lezioni.

Confido che le questioni organizzative, logistiche e di tempistica, si risolvano al meglio per permettere ai ragazzi che lo vorranno di vivere l’esperienza comunitaria del MEG.

 

Colgo l’occasione di questa mail per rivolgere ancora una volta gli auguri di buona e serena estate a tutti

p. Diego Mattei sj

 

POLIZZA ANNULLAMENTO VIAGGIO IN CINA

19 giugno 2015
ALLE FAMIGLIE DEGLI STUDENTI CHE HANNO ADERITO AL VIAGGIO IN CINA
 
Ricordiamo alle famiglie interessate a stipulare la polizza annullamento viaggio che è necessario comunicare  all’amministrazione dell’Istituto (amministrazione@leonexiii.it) nome e cognome, codice fiscale , residenza e  data di nascita del contraente  (del genitore se minorenne)  e versare tramite bonifico la quota di 70 euro entro il 25 giugno al conto corrente intestato a:
 
ISTITUTO LEONE XIII
BANCA POPOLARE COMMERCIO & INDUSTRIA AG. 2275 MILANO
IBAN IT 31 J 05048 01652 000000029024
 
Indicare come causale: seguito da COGNOME e NOME dello studente.
 
Ricordiamo inoltre che la scadenza per il saldo della gita sarà ai primi di settembre:  riceverete ulteriori indicazioni.
 
Distinti saluti
La Segreteria

 

 

Successi al concorso Pangea

18 giugno 2015

Mercoledì 17 giugno si è svolta in Istituto la cerimonia di premiazione del Concorso di Matematica PANGEA.

Il concorso, organizzato da Milad Associazione Interculturale (Modena e Venezia), in collaborazione con l’Associazione Interculturale Alba (Milano) e l’Istituto Tevere (Roma), si svolge annualmente su scala nazionale ed internazionale.

Per il 2015 le prove si sono svolte mercoledì 25 marzo e in tutta Italia vi hanno aderito più di 8.000 studenti della Scuola Secondaria di I Grado e del biennio dei Licei.

Da sin. i proff. Alfredo Lulli e Paolo Ferrario; Luca Previdi e Leonardo Bianchi

Da sin. i proff. Alfredo Lulli e Paolo Ferrario; Luca Previdi e Leonardo Bianchi

Eccellenti anche quest’anno i risultati per gli studenti del Leone XIII (alla sua terza partecipazione al Pangea). Per il Liceo Scientifico sono stati premiati Alessandro CONTI e Lucia BELLOCCHI; per la Secondaria di I Grado Francesco SEBASTIANI, Francesco SCIUCCATI, Ludovico FEDERICI, Francesco PIANAROLI, Alessandro ACQUARONE, Eugenio MERLONI e Gaia QIN.

Di particolare spicco i risultati di Leonardo BIANCHI e Luca PREVIDI che, nella categoria riservata alle Terze Medie, sono risultati primi ex aequo addirittura a livello nazionale: davvero un successo significativo, che ripete le ottime performance dello scorso anno e che fa onore alla nostra scuola.

Un ringraziamento particolare va anche ai nostri proff. Alfredo Lulli e Paolo Ferrario, che hanno animato con la consueta passione un concorso che sembra raggiungere ogni anno nuovi importanti traguardi.

 

Prof. Antonio Bertolotti
Coordinatore Didattico Secondaria di I Grado

Classicisti al teatro greco di Siracusa

15 giugno 2015

Due studentesse del Liceo Classico del nostro Istituto ci raccontano l’esperienza del viaggio a Siracusa e delle suggestive rappresentazioni a cui hanno assistito nel teatro greco della città.

Dopo un anno da spettatori a Milano, il gruppo “Andiamo a Teatro” si è trasferito quattro giorni a Siracusa, dal 9 al 12 giugno, per assistere alle rappresentazioni teatrali che si svolgono annualmente nell’antico anfiteatro greco.

Il mare della Sicilia

Al mare…

I ragazzi del Liceo Classico, dalla prima alla quarta, che hanno partecipato al progetto di teatro antico durante l’anno scolastico, hanno condiviso questa esperienza con le professoresse Elisabetta Biella e Annamaria Cocuzza e con un insolito, ma molto amato accompagnatore, Matteo.

Durante il giorno, prima di recarci a teatro, abbiamo visitato Siracusa, la splendida Ortigia, con le sue bellissime spiagge, il caratteristico mercato, i deliziosi ristorantini sul mare e le sue grotte, che abbiamo raggiunto con un giro in barca. Primo assaggio d’estate con un bagno nel mare meraviglioso della Sicilia. 

Un po’ del nostro tempo è trascorso nei maestosi palazzi barocchi di Noto, che, non a caso, è patrimonio dell’umanità dell’UNESCO. 

E non possiamo non ricordare con l’acquolina in bocca i cannoli, le granite, i gelati, gli arancini, che hanno allietato le nostre visite sotto il sole. 

Dopo musei, catacombe, antichi monumenti greci e i nostri bagni, nel pomeriggio ci ritrovavamo per parlare degli spettacoli a cui avevamo assistito: Ifigenia in Aulide di Euripide, Medea di Seneca e Le Supplici di Eschilo: a riguardo le opinioni erano talvolta concordi, talvolta contrastanti.

Scena di Ifigenia

… a teatro: scena di Ifigenia

Ognuno di noi ha apprezzato queste tre tragedie, antiche ma dai contenuti incredibilmente attuali, e ognuno ne porterà il ricordo nel cuore per sempre. Sono stati spettacoli di altissimo livello e di magistrale interpretazione, che ci hanno fatto provare molte emozioni: ansia e tensione con la storia di Medea, che, disperata e furiosa per il ripudio da parte di suo marito Giasone, uccide i suoi due figli; commozione per Ifigenia, la quale accetta il suo triste destino di essere sacrificata da suo padre per il bene della Grecia; partecipazione briosa per la geniale interpretazione che il regista Moni Ovadia ha offerto con Le Supplici, tragedia recitata e cantata in dialetto siculo e in greco moderno; questa messa in scena ha messo in primo piano, allertando la nostra sensibilità, un tema ben presente anche oggi, ovvero l’accoglienza degli immigrati.

Il suggestivo paesaggio e l’antico anfiteatro di Siracusa sono parte dell’esperienza per lo spettatore, che riceve in questa occasione i doni più belli della Sicilia.

Giulia Barbieri Ripamonti e Alessia Colussi
II Liceo Classico

Pagina successiva »

Bacheca Download