Soggiorno di inizio anno classi prime – Scuola Secondaria di I grado

13 settembre 2013

A FAMIGLIE classi PRIME

SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO

 

Prot. 623

 

Oggetto: soggiorno di inizio anno

 

Gentili Genitori,

 

come ho avuto modo di illustrarvi negli incontri avuti durante la fase delle iscrizioni, la Scuola Secondaria di I Grado, integrandole nell’ambito delle attività didattiche ordinarie, propone ai propri studenti alcune esperienze che, sin dall’avvio della classe prima, offrano una diversa prospettiva sul fare scuola e sullo stare insieme.

Siamo convinti della fondamentale importanza che riveste per i ragazzi la possibilità di fare presto una solida esperienza comunitaria, che li aiuti non solo a conoscersi e a cementare i rapporti reciproci, ma anche ad apprendere a vivere secondo regole comuni e condivise, in modo da poter percorrere in modo più ricco e stimolante il proprio cammino di crescita.

 

In questa prospettiva, verrà offerta loro l’opportunità di vivere, nel corso del triennio, una serie di soggiorni-scuola che, pur senza mai perdere di vista alcuni obiettivi didattici, si propongono come un vero e proprio percorso formativo strutturato che si integra indissolubilmente nel loro cammino scolastico.

 

La prima tappa di questo percorso si svolgerà quest’anno a Terzolas (TN), in Val di Sole, dove i vostri figli si recheranno accompagnati dai loro insegnanti in due turni successivi:

 

  • le classi 1 A e 1 B da domenica 22 a mercoledì 25 settembre;
  • le classi 1 C, 1 D e 1 E da mercoledì 25 a sabato 28 settembre.

 

Tale suddivisione dovrebbe permetterci di raggiungere più agevolmente il principale obiettivo del soggiorno, che è quello di favorire una reciproca conoscenza tra i ragazzi di uno stesso gruppo-classe, avviando nel contempo una graduale integrazione con gli studenti delle altre classi all’inizio del triennio, permettendo loro di familiarizzare con alcuni dei docenti che li guideranno nel corso di studi.

 

Vivere giorno e notte nello stessa struttura e svolgere attività di studio, di gioco, di preghiera e di vita in comune rappresenterà per i ragazzi un’opportunità significativa di fare una solida esperienza comunitaria e per gli insegnanti un’occasione per cominciare a conoscere i propri alunni in un contesto più aperto rispetto agli ambienti dell’Istituto, avviando così la costruzione di quel clima di rispetto e di condivisione che costituisce il fondamento necessario di qualsiasi percorso educativo.

 

Per favorire lo sviluppo di questo percorso, garantiranno una presenza costante per l’intera settimana il prof. Luca Diliberto e la prof.sa Gaia De Vecchi, che si occuperanno tra l’altro del percorso di riflessione personale e preghiera che i ragazzi svolgeranno durante il soggiorno.

 

Durante il soggiorno, inoltre, un gruppo di esperti proporrà ai ragazzi un ricco programma di attività riferibili soprattutto alla educazione ambientale.

 

Oltre all’organizzazione, è nuova anche la struttura che ci ospiterà: si tratta di una residenza molto bella, ristrutturata in anni recenti (2010) e ricavata da un ex convento di frati cappuccini, che accoglierà i nostri studenti con una dotazione di servizi di prim’ordine (salone, sale riunioni, stanze con servizi, spazi comuni, meleto, cortili esterni, chiesa).

 

Considerata la natura del soggiorno, la sua organizzazione e i suoi scopi pedagogici e formativi, riteniamo necessario che i vostri figli non portino con sé il telefono cellulare; ci rendiamo conto che, rispetto alle abitudini ormai consolidate nella nostra società, questa scelta possa apparire insolita, ma nel corso di questi quattro giorni i ragazzi devono essere nelle condizioni migliori per socializzare e sviluppare al massimo i rapporti interpersonali, affrancandosi dalla dipendenza che li lega agli strumenti tecnologici (che possono costituire anche elemento di significativo disturbo alle attività e di distrazione).

Parimenti importante deve essere lo sforzo che devono compiere per gestirsi in relativa autonomia, senza il supporto costante della famiglia.

 

Come già avvenuto lo scorso anno, potrete seguire l’andamento del soggiorno e ricevere alcune informazioni attraverso una news che sarà allestita a partire dalla home page del sito del Leone XIII e che verrà aggiornata quotidianamente.

 

Ricordo infine che, da un punto di vista pratico, per ragioni di sicurezza e ordine, i ragazzi non potranno portare nell’abitacolo del pullman i propri zainetti (come prevedono le norme stradali); qualora ci fosse l’esigenza di avere con sé oggetti essenziali o di uso personale (ad esempio, fazzoletti), vi chiediamo di utilizzare contenitori poco ingombranti.

 

Altre indicazioni pratiche verranno fornite ai ragazzi direttamente dai loro insegnanti nelle giornate immediatamente precedenti alla partenza.

 

Qui potete scaricare il programma dettagliato e la relativa modulistica:

Terzolas_programma_AB

Terzolas_programma_CDE

Terzolas_Informazioni_per_genitori_e_alunni

Autorizzazione_annuale

Scheda_sanitaria

 

Data l’imminenza delle scadenze e l’inevitabile ristrettezza dei tempi, vi raccomando la massima sollecitudine nella riconsegna dei moduli di adesione debitamente compilati e della quota di adesione, entro e non oltre GIOVEDI 19 SETTEMBRE, che andranno consegnati personalmente dai ragazzi al sig. Tiziano Modonato, assistente della Scuola Secondaria di I grado, nel suo ufficio a metà del corridoio del secondo piano.

 

Certo della vostra attenzione, vi invio i miei migliori saluti.

 

 

                                                                                              Il Coordinatore Didattico

                                                                        prof. Antonio Bertolotti

 

 

Bacheca Download